Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Notizie

Tennistavolo Savona serie A2 2017 2018Ieri la serie A2 ha vissuto il suo secondo concentramento stagionale, con la disputa della terza e della quarta giornata di andata. Nel girone A si è giocato nel Palazzetto dello Sport di via Paolo VI 6 a Coccaglio e l'Eppan Tischtennis Raiffeisen ha battuto per 4-0 il Tennistavolo Vallecamonica (3-1 e 3-0 di Krisztina Nagy su Irene Favaretto e Laura Boiardi e 3-2 di Evelyn Vivarelli su Marcella Delasa e di Emilia Manukyan su Jessica Ramazzini) e ha pareggiato per 3-3 con il Regaldi Novara (3-1 di Manukyan su Erika Stanglini e di Nagy su Ileana Irrera e 3-0 di Vivarelli su Stanglini da una parte e 3-1 e 3-2 di Nevena Kostova su Nagy e Manukyan e 3-1 di Irrera su Vivarelli dall'altra).

Il Vallecamonica ha anche impattato con il TT 2009 Hotel Bagli Rimini Aido Pavia (3-2 di Ramazzini su Giada Ferri e di Favaretto su Selin Corrivo e 3-0 di Delasa su Ferri per le bresciane e 3-1 e 3-0 di Francesca Tatulli e 3-2 di Corrivo su Ramazzini per le romagnole).

Il Regaldi ha sconfitto per 4-2 il Tennistavolo Coccaglio Alghisi Verniciature (3-1 e 3-0 di Irrera su Sabrina Moretti e Francesca Avesani e 3-2 di Stanglini su Michela Merenda e Moretti per le piemontesi e 3-0 di Avesani e 3-1 di Merenda su Kostova per le lombarde).

Le padrone di casa hanno superato per 4- 0 (3-2 e 3-0 di Moretti su Elisa Armanini e Lisa Bressan, 3-1 di Merenda su Bressan e 3-0 di Avesani su Elisa Turganti) il Tennistavolo Castel Goffredo, che a sua volta si è imposto per 4-1 sul TT 2009 (3-1 e 3-2 di Armanini su Ferri e Tatulli e 3-1 e 3-0 di Bressan su Corrivo e Ferri, contro il 3-0 di Tatulli su Turganti). In classifica guida l'Eppan con 7 punti, davanti a Vallecamonica (5), Coccaglio e Regaldi (4) Castel Goffredo (3) e TT 2009 (1).

Nel girone B a ospitare le squadre è stato il PalAuxilium di via Gobetti 32 a Cuneo. Il Tennistavolo Savona (nella foto) ha prevalso per 4-1 sul Toirano (3-0 e 3-1 di Dana Saporta su Valentina Roncallo e Valeria Zefiro e 3-2 e 3-0 di Elisa Marzolla su Simona Rossini e Roncallo, a fronte del 3-0 di Zefiro su Stella Frisone) e sull'Auxilium Bre Banca Cuneo (3-0 e 3-1 di Saporta su Mihol Cento e Angela Alessandrini e 3-2 e 3-0 di Frisone su Valeria Beccaria e Anna Panataro per le liguri e 3-2 di Alessandrini su Marzolla per le piemontesi).

La Teco Corte Auto Cortemaggiore ha ceduto per 4-2 al Tennistavolo Torino (3-1 di Martina Nino su Maria Rita Pilloni e Arianna Barani, 3-1 di Manuela Daniele su Pilloni e 3-2 di Natalia Riabchenko su Olga Dzelinska per le subalpine e 3-0 di Dzelinska su Daniele e 3-2 di Barani su Riabchenko per le magiostrine) e ha dominato per 4-0 l'A4 Verzuolo Benebanca BCC Benevagienna (3-0 di Barani su Giulia Marengo e Sara Rinaudo, 3-0 di Dzelinska su Anna Coates e 3-1 di Pilloni su Rinaudo).

Il Toirano ha dato una delusione (4-1) al TT Torino (3-0 e 3-1 di Zefiro su Daniele e Nino, 3-0 di Roncallo su Nino e 3-2 di Rossini su Daniele per le savonesi e 3-1 di Riabchenko su Rossini per le torinesi).

L'Auxilium si è affermato per 4-2 sull'A4 (3-0 e 3-2 di Alessandrini su Rinaudo e Coates e 3-1 e 3-0 di Beccaria su Marengo e Rinaudo per le vincitrici e 3-0 di Coates e Marengo su Panataro per le sconfitte). Comanda il TT Savona a quota 7, precedendo il Cortemaggiore (6), il TT Torino (5), il Toirano (4), l'Auxilium (2) e l'A4 (0).

Nel girone C, al Centro Sportivo Schiantarelli di via Parma 27 ad Asola, le locali hanno regolato per 4-2 la Polisportiva P.G. Frassati (3-0 di Marina Chieppa su Gaia Smargiassi e Sara Messina, 3-2 di Sofia Mescieri su Giulia Ciferni e 3-0 di Cristiana Elena Dumitrache su Smargiassi per le mantovane e 3-0 di Simona Ettari su Dumitrache e Mescieri per le napoletane) e per 4-2 il Tennistavolo Norbello - Comuni del Guilcer (3-1 e 3-2 di Mescieri su Gohar Atoyan e Martina Mura, 3-1 di Chieppa su Dariia Zakharova e 3-0 di Dumitrache su Mura per le asolane e 3-0 di Atoyan su Chieppa e 3-1 di Zakharova su Dumitrache per le sarde).

L'Athletic Club ha messo sotto per 4-2 le Alfiere di Romagna (3-1 e 3-2 di Larissa Lavrukhina su Laura Galiano ed Eva Carli, 3-0 di Zoya Suprunova su Daniela Nita Viorica e 3-1 di Sonia Collia su Galiano per le genovesi e 3-1 di Carli su Suprunova e Nita Viorica su Collia per le romagnole) e per 4-0 la Muraverese Tennistavolo (3-0 e 3-2 di Suprunova su Aurora Piras e Alice Mattana e 3-0 di Collia su Mattana e di Lavrukhina su Giorgia Luna Aprile).

Le Alfiere di Romagna hanno disposto per 4-1 del P.G. Frassati (3-0 di Carli su Smargiassi e su Ettari, 3-2 di Nita Viorica su Ettari e 3-0 di Galiano su Smargiassi per le romagnole e 3-1 di Ciferni su Galiano per le partenopee).

Il Norbello ha piegato per 4-1 la Muraverese (3-0 di Zakharova su Aprile e Piras e 3-0 di Atoyan su Mattana e Aprile per le oristanesi e 3-1 di Piras su Mura per le ragazze del Sud Sardegna). In graduatoria con 8 punti c'è l'Asola e alle sue spalle troviamo l'Athletic Club (6), le Alfiere di Romagna e il P.G. Frassati (4), il Norbello (2) e la Muravesere (0).

I terzi concentramenti, che copriranno  il quinto turno d'andata e il primo di ritorno e dunque definiranno i nomi delle tre prime che parteciperanno alla Coppa Italia, si svolgeranno domenica 17 dicembre.

PUPPO Andrea3

La quarta giornata di serie A2 maschile è vissuta in modo particolare sullo scontro di vertice del girone B. Erano di fronte il Tennistavolo Genova e la Marcozzi Cagliari, capolista imbattute, e i liguri padroni di casa, guidati da Alessandro Quaglia, hanno compiuto l'impresa di sconfiggere per 4-2 i favoriti sardi.

Andrea Puppo (nella foto), reduce dal bronzo a squadre cadetti conquistato all'Open giovanile d'Ungheria, è stato autore di un doppio colpo, per 3-0 sul compagno azzurro John Michael Oyebode e 3-1 sul nigeriano Makanjuola Kazeem. Prestazione sopra le righe anche di Nicholas Frigiolini, per 3-1 ai danni di Stefano Tomasi, e di Andrea Puppo, per 3-1 su Oyebode. Fra gli ospiti Tomasi ha sconfitto per 3-1 Enrico Puppo e Kazeem per 3-1 Frigiolini.

Il Circolo Prato 2010 ha rafforzato il suo terzo posto, superando per 4-1 in trasferta il Campomaggiore Terni. Lorenzo Ragni si è imposto per 3-1 su Daniele Sabatino e Li Weimin e Dario Loreto e Fatai Adeyemo hanno piegato per 3-1 e 3-2 Matteo Cerza. Per i ternani punto di Li Weimin, per 3-1 su Adeyemo.

L'Apuania Carrara è passata per 4-1 sul campo del Vi.Ga.Ro. Siracusa, con Alberto Margarone vincente su Alexandru Petrescu (3-0) e Salvatore Manuel Moncada (3-1) e Alessandro Soraci (3-2) e Gianmaria Falcucci (3-0) su Fabrizio Puglisi. Petrescu ha disposto di Falcucci per 3-2.

Il Tennistavolo Torre del Greco non ha lasciato scampo (4-0) alla Falcon Palermo, con il 3-2 di Davide Gammone su Rocco Conciauro e il 3-0 su Giovanni Caprì e i 3-0 di Marco Prosperini su Patrizio Mazzola e di Mattia Galdieri su Caprì.

In graduatoria il TT Genova si è isolato al comando con 8 punti e precede la Marcozzi con 6, il Circolo Prato 2010 con 5, l'Apuania e il Torre del Greco con 4, il Campomaggiore con 3 e la Falcon e la Vi.Ga.Ro. con 1.

Nel girone A prima delusione per il TT Sarnthein Raiffeisen, che nel nuovo Palazzetto di Sarentino ha ceduto per 4-1 allo Zerosystem Villa d'Oro Modena, sospinto da Marco Sinigaglia (3-1 su Vladislav Sorbalo e 3-0 su Willy Hofer), Matteo Gualdi (3-0 su Martin Unterhauser) e Lorenzo Guercio (3-1 su Hofer). Per i bolzanini il moldavo Sorbalo ha prevalso per 3-2 su Gualdi.

Il Tennistavolo Reggio Emilia Ferval ha regolato per 4-1 il Milano Sport Tennistavolo Vittoria, in virtù dei 3-1 di Alessandro Ruscelli su Luca Manca e Fabio Mantegazza e dei 3-0 di Luca Ziliani e Sun Yuyao su Alessandro Cicchitti. Gli ospiti si erano aggiudicati il primo singolare, con il 3-0 di Mantegazza su Sun Yuyao.

L'A4 Verzuolo Scotta ha fatto il corsaro per 4-2 in casa del Metalparma Tennistavolo San Polo, con due successi di Catalin Daniel Negrila (3-0 su Emmanuele Delsante e su Leonardo Milza) e uno ciascuno di Francesco Calisto (3-1 su Milza) e Mattia Garello (3-0 su Delsante). Ottimo fra i locali Alessandro Guarnieri (3-1 su Garello e 3-2 su Calisto).

Nella sfida di coda, il Tennistavolo Romagnano ha avuto la meglio per 4-0 a Este sul Redentore 1971. Roberto Perri ha aperto il confronto con il 3-2 su Andrea Sinigaglia e lo ha chiuso con il 3-0 su Gregorio Romano. In mezzo Elia Bonetti è andato a segno per 3-2 su Romano e Amine Kalem per 3-0 su Bruno Pinato.

Il quartetto formato da Sarnthein, Reggio Emilia, Verzuolo e Villa d'Oro è in testa alla classifica con 6 punti, seguito da Milano Sport con 4, Romagnano e San Polo con 2 e Redentore 1971 con 0.  

Tennistavolo Vallecamonica di A2 2017 2018Oggi sarà giornata di secondo concentramento in serie A2 femminile, che coprirà la terza e la quarta giornata d'andata. Nel girone A si svolgerà nel Palazzetto dello Sport di via Paolo VI 6 a Coccaglio. Alle ore 11 si disputeranno i match fra il Tennistavolo Castel Goffredo e il TT 2009 Hotel Bagli Rimini, il Regaldi Novara e il Tennistavolo Coccaglio Alghisi Veniciature e l'Eppan Tischtennis Raiffeisen e il Tennistavolo Vallecamonica (nella foto). Alle 14 si affronteranno Coccaglio e Castel Goffredo, Vallecamonica e TT 2009 e Regaldi ed Eppan.

In classifica guidano Vallecamonica ed Eppan con 4 punti, seguiti da Coccaglio con 2, Castel Goffredo e Regaldi con 1 e TT 2009 con 0.

Nel girone B si giocherà al PalAuxilium di via Gobetti 32 a Cuneo e alle 11 il Tennistavolo Torino sarà opposto alla Teco Corte Auto Cortemaggiore, il Tennistavolo Savona all'Asd Toirano e l'Auxilium Bre Banca Cuneo all'A4 Verzuolo Benebanca Bcc Benevagienna. Alle 14 s'incroceranno Toirano e TT Torino, A4 e Cortemaggiore e TT Savona e Auxilium.

In testa alla graduatoria c'è Cortemaggiore (4), che precede TT Savona e TT Torino (3), Toirano (2) e A4 e Auxilium (0).

Nel girone C la sede di gara sarà il Centro Sportivo Schiantarelli di via Parma 27 ad Asola. Alle 11 ci saranno le sfide fra Athletic Club e Alfiere di Romagna, Tennistavolo Norbello - Comuni del Guilcer e Muraverese Tennistavolo e Tennistavolo Asola Marino Arredamenti e Polisportiva P.G. Frassati. Alle 14 sarà il turno di Muraverese contro Athletic Club, P.G. Frassati contro Alfiere di Romagna e Norbello contro Asola.

La coppia composta da Asola e P.G. Frassati comanda a quota 4, davanti ad Athletic Club e Alfiere di Romagna (2) e a Norbello e Muraverese (0).

Bobocica 6581L'anticipo pomeridiano, vinto in trasferta dal Tennistavolo Lomellino - Cipolla Rossa di Breme sul Cral Comune di Roma, e stato seguito in serata da un trittico di partite che ha dato la veste definitiva al quarto turno di serie A1 maschile. Hanno vinto l'Apuania Carrara e la Top Spin Messina, mentre il Tennistavolo Norbello - Comuni del Guilcer ha costretto al pareggio l'Aon Milano Sport.

I campioni d'Italia in carica hanno sconfitto per 4-1 il Calzitaly Castel Goffredo, grazie a due punti a testa di Mihai Bobocica (nella foto di Michele Castellani), per 3-1 su Daniele Pinto e 3-2 su Marco Rech Daldosso, e del russo Sadi Ismailov, per 3-1 sul cinese Chen Shuainan e 3-0 su Pinto. Fra i castellani Rech ha sconfitto per 3-1 il serbo Lorencio Lupulesku. «Non è stata dura, ma durissima, - spiega il tecnico toscano Claudio Volpi - e non è stato diverso da ciò che mi aspettassi. Rech è un ottimo giocatore e lo ha dimostrato anche oggi. Con Lupulesku si è imposto per 3-2 e contro Bobocica ha perso con lo stesso punteggio, dopo aver avuto due palle sul 10-8 per chiudere il secondo set ed essersi trovato sul 7-3 nel quinto. Sono due atleti che si conoscono a memoria e si annullano, perché ciascuno gioca sul punto debole dell'altro. Per lo più ha iniziato meglio i parziali Rech e poi Bobo ha recuperato. Se oggi Marco ce l'avesse fatta, l'ultimo match fra il cinese e Lupulesku sarebbe stato aperto e il confronto sarebbe potuto finire sul 3-3. Ismailov è stato bravo, anche quando le cose non andavano bene, e ha sempre creduto nel suo gioco. Alla fine ha avuto ragione. Credo che quest'anno il campionato si giocherà sui dettagli, non ci sono grandi differenze. Il 4-1 è un risultato bugiardo e bisogna dare molto onore a loro, che hanno disputato un'ottima partita».

A Norbello il nigeriano Seun Ajetunmobi ha trascinato i padroni di casa al 3-3 contro il favorito Milano Sport, mettendo alle corde Guo Ze (3-0) e Matteo Mutti (3-2), e Romualdo Manna ha avuto la meglio (3-2) su Matteo Mutti. Nelle fila ospiti Leonardo Mutti ha mantenuto la sua imbattibilità stagionale, imponendosi per 3-0 su Maxim Kuznetsov e Romualdo Manna, e Guo Ze ha prevalso per 3-1 su Kuznetsov. «Neanche a dirlo - osserva il presidente del Norbello Simone Carrucciu - siamo alle stelle. Si tratta di un risultato non insperato, ma inaspettato. La formazione è stata azzeccata e abbiamo cercato in tutti i modi questo pareggio, che per noi vale oro ed è una bella iniezione di fiducia. Puntare alla vittoria sarebbe stato presuntuoso. Ajetunmobi si sta esprimendo su ottimi livelli, sta crescendo e lo vedo più sereno. Rispetto all'anno scorso si trova anche meglio all'interno della squadra. L'arrivo di Manna, che anche oggi si è confermato un guerriero e lo ringrazio per la grinta che ci ha messo, ha dato quella carica energetica anche a Maxim. C'è più sinergia fra i tre e c'è più gruppo. Oggi era assente Teteria, ma la prossima volta avremo di nuovo anche lui. Al termine della partita abbiamo presentato il team all'unione dei Comuni del Guilcer, alla presenza di tutti i sindaci. È stata, insomma, una bella serata di sport».

Di fronte ad avversari molto motivati i milanesi si sono dovuti accontentare di un punto. «Sono soddisfatto del mio rendimento - spiega Leo Mutti - a parte i primi set. Conosco abbastanza bene Maxim e contro di lui mi trovo bene. Con Romualdo ho vinto il primo parziale a 9 e dal secondo ho variato un po' i servizi e il gioco e lui ha faticato. L'obiettivo era di fare due punti e l'ho raggiunto. Nel complesso sono state partite strane, che abbiamo giocato un po' intimoriti: ritengo che le sconfitte siano state più di testa che di tecnica. Bisogna anche dire che Ajetunmobi è un atleta difficile da affrontare, che contro Carrara aveva già battuto Islailov. È uno che serve veloce e cambia ritmo, mettendo un po' fuori palla. Matteo era comunque avanti per 2-0 e poi è stato rimontato. Con Manna ha cominciato male, andando sotto per 2-0, ha giocato abbastanza bene per due set e nell'ultimo è partito di nuovo indietro, non riuscendo più a risalire. Questo pareggio tutto sommato ci va bene. L'importante era muovere la classifica».

La Top Spin Messina a Cagliari ha domato per 4-2 la Marcozzi, con due centri di Maurizio Massarelli, per 3-2 su Gabriele Piciulin e 3-1 su Carlo Rossi, e uno a testa di Antonino Amato, per 3-2 su Rossi, e di Damiano Seretti, per 3-1 su Piciulin. Non sufficienti ai locali i due acuti di Olajide Omotayo, per 3-2 su Seretti e 3-1 su Amato.  «È stata una bella lotta - afferma il presidente messinese Giorgio Quartuccio - e ci siamo anche complicati un po' la vita, perché Seretti vinceva per 2-0 contro Omotayo e poi si è fatto rimontare. Amato ha battuto Rossi e poi contro Omotayo non ha giocato molto bene. Il più in palla dei nostri oggi è stato Massarelli, che, dopo il 3-2 su Piciulin, con Rossi era sul 2-0 e 10-8 e si è imposto al quarto abbastanza tranquillamente. Damiano ci ha dato l'ultimo punto, controllando la situazione con Piciulin. Sono soddisfatto, dal momento che saliamo a quota 5 e penso che possiamo qualificarci alla Coppa Italia, che è il nostro primo obiettivo».

In classifica guida il Lomellino con 8 punti, davanti ad Apuania (7), Milano Sport (6), Top Spin (5), Cral Comune di Roma (3), Castel Goffredo (2), Norbello (1) e Marcozzi (0).

Cristina Semenza Terni 2017Dopo il pareggio di ieri sera fra Eppan Tischtennis Raiffeisen e Teco Corte Auto Cortemaggiore, il programma della quarta giornata di serie A1 femminile è stato completato dai primi successi stagionali di Polisportiva Bagnolese e Tennistavolo Norbello - Comuni del Guilcer. Le mantovane, allenate da Alberto Pascolini, hanno battuto per 4-2 il Quattro Mori Cagliari. Grande protagonista è stata la capitana Cristina Semenza, che ha conquistato i suoi due singolari, per 3-0 su Marina Conciauro e 3-2 sulla romena Madalina Pauliuc. L'altra romena Mihaela-Suzana Encea ha superato per 3-0 la Pauliuc e Claudia Carassia ha ottenuto il 3-2 decisivo in rimonta su Conciauro. Per le sarde l'esperta Wei Jian ha sconfitto per 3-0 Carassia e 3-1 Encea. «È andata benissimo - spiega Semenza - e sinceramente non ce lo aspettavamo perché non sono usciti gli incontri che avremmo voluto. Contro la Conciauro i precedenti erano tutti sfavorevoli e invece questa volta sono riuscita a farcela, nel primo set ai vantaggi e nei due successivi più agevolmente. Probabilmente Marina era un po' stanca, avendo giocato già ieri e avendo fatto cinque set contro la Mosconi. Mi sono poi ripetuta in una sfida più impegnativa terminata al quinto set contro la Pauliuc. La Encea non si trova bene contro le difese e, dopo aver comunque superato la Pauliuc, ha ceduto a Wei Jian, che si è affermata anche su Carassia. Claudia nell'ultimo singolare è stata bravissima, perché ha recuperato per due volte un set di svantaggio e nel quinto era sotto per 7-1 e poi per 10-6 e alla fine ha prevalso per 15-13. Un finale veramente al cardiopalma che ci ha dato due punti molto importanti nella lotta per la salvezza».

Il Norbello ha avuto la meglio per 4-1 sul Tennistavolo Vallecamonica, che ha schierato solo Veronica Mosconi e Martina Zanelli. Jamila Laurenti era presente, ma non impiegabile, avendo 38,5 di febbre e ha dovuto limitarsi a fare il tifo. La bielorussa Aleksandra Privalova ha fatto doppietta, per 3-0 su Zanelli e 3-2 su Mosconi, e l'ucraina Diana Styhar anche, senza giocare contro Laurenti e per 3-0 su Zanelli. Mosconi non ha lasciato set ad Anna Fornasari. «Privalova - commenta il tecnico Francesco Esposito - dopo l'esordio facile era in svantaggio per 2-0 contro Mosconi e ha rimontato. All'inizio voleva andare in velocità e Veronica la infilava sempre, essendo più rapida di lei. Nella seconda parte del match ha rallentato un po' il suo gioco, tirando con più spin, ed è riuscita a ribaltare la situazione. Fornasari ha perso con Mosconi. Ha problemi di tempo con il lavoro e non riesce ad allenarsi in maniera continua. In gara ne risente. La Styhar ha disputato solo una partita e non ha avuto problemi. Siamo stati anche fortunati, per l'assenza della Laurenti, che ci ha facilitato il compito. Ci teniamo stretti i due punti, molto significativi per la classifica». Ha riposato la Battini Agri Castel Goffredo. In classifica comanda Cortemaggiore a quota 7, seguito da Castel Goffredo con 6, Eppan, Bagnolese e Norbello con 3, Vallecamonica con 2 e Quattro Mori con 0. Castel Goffredo, Eppan, Norbello e Vallecamonica hanno una gara in meno.

Yefimov 6535La quarta giornata di serie A1 maschile si è aperta con il successo del Tennistavolo Lomellino - Cipolla Rossa di Breme, che ha vinto per 4-0 in casa del Cral Comune di Roma, capace nel turno precedente di espugnare Castel Goffredo,  e conserva dunque il primato a punteggio pieno. Nel singolare iniziale Alessandro Baciocchi ha battuto per 3-0 Nicola Di Fiore e subito dopo Viktor Efimov (nella foto di Michele Castellani) ha faticato per superare al quinto set Paolo Bisi, dopo avergli annullato dei match-point. Jordy Piccolin ha dato in pieno il suo contributo, con il 3-1 su Federico Pavan, e ancora l'ucraino ha chiuso i conti, imponendosi per 3-0 su Di Fiore, che ha avuto un set-point nel terzo parziale per allungare la sfida al quarto.

«A dispetto del punteggio - spiega il tecnico vigevanese Andrea Montanari - il nostro compito è stato tutt'altro che agevole. Il Cral ha rischiato, cambiando la formazione e mettendo Di Fiore come 1 per giocare contro Baciocchi, Pavan 2 e Bisi 3. Oggi però Alessandro ha disputato una partita molto consistente e non ha concesso scampo a Nicola. Efimov continua a non riuscire a esprimere il suo potenziale. Tira sempre fortissimo e commette parecchi errori. Contro Bisi comunque alla fine, pur soffrendo, ce l'ha fatta. Alla "bella" sull'ultimo match-point per Paolo, che era avanti per 11-10, Viktor ha tirato un rovescio incrociato in risposta di rara potenza che ha lasciato sul posto l'avversario. Con Di Fiore nell'ultimo singolare ha avuto meno problemi, anche se il terzo set si stava complicando. Sembrava più rilassato e faceva le cose più semplici. Piccolin con Pavan senza strafare ha portato a compimento il suo match molto bene. Tatticamente non ha sbagliato nulla. Sono contento e direi che come squadra ci siamo. Stiamo rispettando il piano di arrivare quantomeno ai playoff. Non so in quanti riusciranno a prevalere per 4-0 a Roma.  Ritengo che saremo in cinque, con Apuania Carrara, Milano Sport, Castel Goffredo e Cral e contenderci l'accesso alle semifinali scudetto. Alla ripresa, a metà dicembre, ospiteremo l'Apuania e sarà una sfida molto stimolante».  

Chen ShuainanLa quarta giornata di serie A1 maschile propone quello che in tempi recenti è diventato il match dei match. Non a caso ha assegnato quattro degli ultimi cinque scudetti. Questa sera alle ore 18,45 l'Apuania Carrara ospiterà al Palasport di Avenza il Calzitaly Castel Goffredo (arbitro Gianbeppe Cuatto), una sfida che è sempre stata di alta classifica. Questa volta, invece, i campioni d'Italia in carica sono secondi, mentre i finalisti playoff dell'anno scorso sono terzultimi, avendo vinto solo una partita delle tre disputate.

«A mio parere - spiega il tecnico toscano Claudio Volpi - i valori del campionato non sono ancora definiti e questi primi turni non sono lo specchio della situazione. Dovremo aspettare la fine del girone d'andata per avere un po' più di chiarezza. Nel nostro ambiente ho sentito emettere giudizi troppo affrettati e ci vorrebbe invece un maggior rispetto per tutti. Bisogna essere un po' più cauti e vedere le cose come realmente sono. Tutte le gare sono da giocare. Il Cral Comune di Roma ha compiuto l'impresa di vincere a Castel Goffredo e questa è la dimostrazione che non ci sono confronti scontati. Quest'anno il campionato sarà certamente più equilibrato e solo a metà della regular season si potranno esprimere valutazioni più appropriate. Noi siamo una squadra ben assortita, con atleti diversi come caratteristiche di gioco, che garantiscono soluzioni un po' per tutti gli avversari che andremo ad affrontare. Mihai Bobocica è in un ottimo stato di forma e anche il russo Sadi Ismailov sta ottenendo dei buoni risultati nei tornei all'estero. Il serbo Lorenzio Lupulesku si è inserito bene al nostro interno e Mattia Crotti non lo scopriamo certamente oggi. Abbiamo un bel gruppo, che sta bene insieme e siamo soddisfatti di come lo abbiamo costruito.   Per quanto riguarda Castel ritengo assolutamente che il cinese Chen Shuainan (nella foto di Michele Castellani) non stia ancora mostrando il suo livello e sta patendo l'adattamento alla nuova realtà. Marco Rech Daldosso sta giocando bene, è un atleta internazionale e ha uno standard che conferma da anni. Ci attende una sfida da disputare con grande attenzione».

Il coach mantovano Alfonso Laghezza descrive la sua squadra coma una realtà in divenire:«Siamo ancora un po' un cantiere aperto, a parte Marco Rech, che è la nostra colonna portante e finora l'ha dimostrato con un rendimento molto positivo. Gli altri tre ragazzi sono ancora in via di sviluppo. Chen Shuainan si sta allenando bene, come ha sempre fatto da quando è in Italia. Gli manca ancora la capacità di adattamento alla partita e l'esperienza sul campo, ma può sicuramente darci più di quanto fatto finora. Per quanto riguarda i due giovani che sono a Formia, mi auguro che Daniele Pinto abbia ritrovato un po' di fiducia in se stesso. In verità non mi è affatto dispiaciuta la sua prestazione nell'ultimo incontro con Roma, nel quale è stato un po' ingenuo nei momenti decisivi. Stesso discorso vale per Luca Bressan, che deve trovare una continuità di risultati e dimostrare di essere maturo per il campionato di A1 che vorremmo disputare. Siamo già alla quarta giornata e non possiamo più permetterci di sbagliare se non contro formazioni come Carrara, Milano e Lomellino, che secondo me sono sulla carta le più attrezzate per poter arrivare ai playoff. Per il momento non siamo ancora al loro livello e dobbiamo arrivarci strada facendo. L'Apuania ha un gruppo di giocatori che frequenta costantemente le competizioni internazionali ed è abituato a esprimersi a un livello alto e a essere sotto pressione. Per noi non sarà facile e cercheremo di fare comunque la nostra partita e di conquistare punti. Già strapparne uno sarebbe ottimo. In altre circostanze abbiamo sentito più la responsabilità di fare risultato. Questa volta, invece, che siamo nettamente sfavoriti, forse saremo anche più liberi e giocheremo meglio».

Nelle altre gare alle 15 il Cral Comune di Roma riceverà la capolista Tennistavolo Lomellino - Cipolla Rossa di Breme (arbitro Angelo De Crescente), alle 18,30 il Tennistavolo Norbello - Comuni del Guilcer affronterà sul proprio campo l'Aon Milano Sport (arb. Emilia Pulina) e alle 19, sempre in Sardegna, s'incontreranno la Marcozzi Cagliari e la Top Spin Messina (arb. Alessandra Faina).

TT SarntheinLa serie A2 maschile riprenderà oggi il suo percorso con il botto, all'insegna dei match interessanti. Nel girone A la capolista TT Sarnthein Raiffeisen, a punteggio pieno a quota 6, è braccata a due punti da un quartetto d'inseguitrici e oggi proprio una di queste, il Tennistavolo Villa d'Oro Modena, farà visita ai bolzanini alle ore 17.

Altre due, il Tennistavolo Reggio Emilia Ferval e il Milano Sport Tennistavolo - Vittoria, saranno di fronte alle 15,30 sul campo degli emiliani. Alla stessa ora l'A4 Verzuolo Scotta sarà ospite del Metalparma Tennistavolo San Polo e si sfideranno il Redentore 1971 Este e il Tennistavolo Romagnano, che condividono l'ultimo posto.

Nel girone B sarà sfida di testa alle 16 fra il Tennistavolo Genova e la Marcozzi Cagliari, che guidano appaiati. I liguri cercheranno di ribaltare il pronostico contro i sardi, favoriti per la promozione.

Alle 17,30 saranno avversari il Campomaggiore Terni e Il Circolo Prato 2010, che sono affiancati al terzo posto con tre punti. Nelle altre due partite alle 15 il Tennistavolo Torre del Greco riceverà la Falcon Palermo e alle 18 la Vi.Ga.Ro. Siracusa se la vedrà con l'Apuania Carrara.

Farladanska 7216Dopo aver eliminato l'anno scorso nella semifinale playoff la Teco Corte Auto Cortemaggiore, l'Eppan Tischtennis Raiffeisen e andata vicino al colpaccio anche questa sera, nella quarta giornata di serie A1 femminile. Le ragazze allenate da Jason Davide Luini sono state in vantaggio per 2-0 e per 3-2, ma il risultato conclusivo è stato un pareggio. Un successo a testa per le padrone di casa, di Debora Vivarelli, reduce dagli Open di Germania e di Svezia e rientrata da Stoccolma a inizio pomeriggio, per 3-0 su Ana Tofant, dell'ex Giulia Cavalli per 3-1 su Piccolin e di Denisa Zancaner per 3-2 su Tofant. Fra le magiostrine, guidate da Vesna Ojstersek, Ganna Farladanska (nella foto di Michele Castellani) ha superato per 3-2 Zancaner e per 3-0 Cavalli e Piccolin per 3-2 Vivarelli.

«Peccato - spiega Luini - perche, sul 2-0, sia nel terzo sia nel quarto singolare abbiamo iniziato bene, poi nel prosieguo abbiamo perso un po' di lucidità e lasciato per strada due punti che avremmo potuto aggiudicarci. Giulia sta facendo un gran lavoro su se stessa anche in prospettiva e sono contento non solo del suo risultato su Piccolin, ma anche della prestazione. Nell'ultima partita contro Farladanska non è riuscita a ripetersi, altrimenti avrebbe potuto ambire a qualcosa di più. Debora è appena tornata dalla Svezia e quelle manifestazioni tolgono energie. Dopo un'ottima prima gara contro Tofant, ha avuto un momento di scarsa lucidità contro Giorgia nel secondo e terzo set, cominciandoli male e sbagliando palline facili. Nell'economia del match quei frangenti sono pesati. In questa parte della stagione per me è molto più importante ciò che sta facendo per se stessa, per crescere a livello internazionale, rispetto al vincere o perdere questa partita. Denisa è una nostra sicurezza e sappiamo che prima di perdere un punto dà l'anima. È stata sfortunata con Farladanska, perché sull'8-8 del quinto set ci sono stati due punti lunghissimi e lei ha fatto i miracoli. Sul 2-2 si è presa di durezza la sfida con Tofant. Dopo i cinque set della primo singolare e i primi tre del secondo, trovare la forza di imporsi negli ultimi due è stata una grande dimostrazione di tenuta. Anche se avremmo potuto ottenere di più, questo pareggio è comunque un'ottima notizia. L'unica squadra che è superiore è il Castel Goffredo e faremo il possibile per avvicinarci anche a loro».

Corte, per come si era messa la serata, è riuscita comunque a limitare i danni. «Avevamo indovinato la formazione - racconta Piccolin - io però non sono in grandissima forma e ho perso con Cavalli, dopo che la Tofant aveva ceduto a Vivarelli, che affrontava per la prima volta. Per quanto mi riguarda attualmente non sono molto fiduciosa nei miei mezzi. Ho avuto un piccolo infortunio durante l'Open del Belgio e dopo mi sono allenata poco. Sono entrata in campo timorosa. Sullo 0-2 Farladanska è stata brava a tenerci in gara contro Zancaner al quinto set. Contro Debora ero partita male e in qualche modo sono riuscita a convincermi che avrei potuto farcela. Peccato per la Tofant, che era sul 2-1 contro Zancaner ed è stata battuta alla "bella". Ganna proprio nel finale ci ha dato il pareggio, che tutto sommato è un buon risultato, per come si erano messe le cose».

Il baby Tennistavolo Vallecamonica, 48 anni in tre, ha sconfitto per 4-2 il Quattro Mori Cagliari nel recupero del terzo turno. La 14enne Jamila Laurenti nelle ultime settimane ha fatto la pallina da flipper fra le isole Fiji, sede del World Cadet Challenge, Spalato, dove si sono svolte le qualificazioni europee alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires 2018, e Szombathely, che ha ospitato l'Open giovanile d'Ungheria, ma più gioca e meglio gioca. Stasera ha superato per 3-0 la romena Madalina Pauliuc e Wei Jian. La 19enne Veronica Mosconi ha prevalso per 3-2 su Marina Conciauro e la 15enne Irene Favaretto per 3-1 su Pauliuc. Le tre fanciulle hanno fatto un bel regalo a Oana Copaci, mentre alle atlete di Salvatore Scotto non sono bastati il 3-1 di Wei Jian su Mosconi e il 3-2 di Conciauro su Favaretto. «Siamo contente - afferma Copaci - perché abbiamo ottenuto due punti importanti. Jamila ha fatto doppietta, confermando il suo ottimo stato di forma. Veronica ha lottato e ha dovuto annullare dei match-point a Conciauro per portare a casa il punto. Irene è stata bravissima, perché contro Conciauro è andata sul 2-0, poi è subentrata la paura di vincere ed è stata rimontata. Alla "bella" era sotto 9-3 e alla fine, seppur risalendo, ha ceduto per 11-9. Poi ha resettato tutto e ci ha dato il successo decisivo sulla difesa. Pur essendo solo all'inizio, si tratta già di un risultato rilevante in ottica salvezza. Domani saremo di nuovo in campo in casa del Norbello e se riuscissimo a strappare un pareggio sarebbe prezioso».

Cavalli 7927Il fine settimana che vedrà il ritorno della serie A1 femminile, dopo circa un mese di sosta, con la disputa del quarto turno, sarà aperto dall'incontro più atteso. Questa sera, alle ore 19,30 ad Appiano, l'Eppan Tischtennis Raiffeisen, terza e con una partita in meno,  riceverà la Teco Corte Auto Cortemaggiore capolista (arbitro Caterina Faragò). L'ultima volta che si sono affrontate, nella semifinale scudetto dell'anno scorso, ha fatto sensazione la rimonta in trasferta delle bolzanine, che si sono qualificate alla finale.

«Sarà certamente una bella sfida - commenta il coach di casa Jason Davide Luini - . Le cose sono un po' cambiate dal mezzo miracolo della scorsa stagione in casa loro. Prima della pausa a Castel Goffredo le ragazze hanno giocato bene, a parte Debora Vivarelli, che è entrata un po' troppo tesa nella prima partita contro la cinese. Negli ultimi due singolari eravamo in vantaggio per 2-1 e abbiamo perso alla "bella". Complessivamente avrebbe potuto essere una sconfitta diversa. Corte ha cambiato Wang Yu con la slovena Ana Tofant e sarà interessante vedere come si evolverà il confronto. Giorgia ha ottenuto degli ottimi risultati anche a livello internazionale e ultimamente sta giocando molto meglio. Rispetto alla passata stagione sarà lei a trascinare la squadra. Ormai conosciamo bene Farladanska, un'atleta ostica che non regala mai nulla. La Tofant è nel giro della Nazionale junior slovena ed è abbastanza conosciuta. Bisognerà vedere come si comporterà nel campionato italiano, il suo inizio è stato positivo. Corte, a parte forse con Norbello, non ha avuto grandi sfide nei primi tre turni e noi siamo il primo vero ostacolo sulla loro strada. Vorrà rifarsi della semifinale dell'anno scorso. Non viviamo con particolare pressione questa gara, perché l'importante sarà arrivare al massimo della condizione in occasione dei playoff. Ciò non toglie che ci siamo preparati al meglio e sarà un banco di prova utile per vedere a che punto siamo e su cosa dobbiamo lavorare per essere ancora più competitivi. Debora si sta concentrando sugli Open internazionali e ha anche avuto la possibilità di allenarsi bene all'estero. Giulia Cavalli (nella foto di Michele Castellani) sente molto questa sfida e, da ex contro la squadra della sua città, darà il 110%. Denisa Zancaner è sempre pronta a fare il punto quando è chiamata in causa e viene da buone prestazioni. Siamo tranquilli».

Sull'altra panchina siede per il primo anno Vesna Ojstersek. «Le mie ragazze - spiega il tecnico sloveno - finora hanno giocato molto bene. Contro Norbello Piccolin ci ha regalato una piacevole sorpresa, battendo Aleksandra Privalova, e anche Farladanskasi è mossa bene e ha mostrato un ottimo feeling sulla palla. È ovvio che tutto può essere migliorato e ognuna delle atlete può crescere. Farò tutto il possibile per aiutarle nella direzione giusta. Conosco Giorgia da tempo e attualmente la trovo più veloce e tecnicamente progredita. Deve soltanto credere sempre in se stessa e avere fiducia di vincere le partite. Ana è giovane, ma la vedo motivatissima. È desiderosa di allenarsi duramente per raggiungere il successo. Sta facendo del suo meglio e ho fiducia in lei. So quanto è accaduto l'anno scorso contro l'Eppan, ma questa è una nuova stagione e noi abbiamo nuove giocatrici e un nuovo coach. Ci sono anche una visione e un modo di pensare differenti. Vedremo cosa accadrà in campo. L'Eppan è una compagine forte e ha tutte atlete che hanno giocato o stanno giocando in Nazionale. Hanno tutte esperienza internazionale. Le conosco bene, perché le ho incontrate a Europei, Mondiali e tornei internazionali. La Slovenia, poi, non è così lontana dall'Italia e abbiamo avuto parecchie volte stage di allenamento in comune. Io e la squadra non ci sentiamo favorite. Penso che in questa sfida non ci sia una favorita. Entrambi i team sono competitivi e si equivalgono. Sarà un match difficile e a decidere saranno i particolari. Credo nelle mie ragazze e so che daranno il massimo. Non temo l'Eppan, piuttosto ne ho rispetto. Mi hanno insegnato che, non importa chi tu abbia di fronte, bisogna sempre avere rispetto e fare il possibile per vincere. In questo caso non so chi vincerà. So solo che combatteremo e spero che la fortuna sarà dalla nostra parte».

Stasera si disputerà anche, con inizio alle 18, il recupero della terza giornata, che ad Angolo Terme opporrà il Tennistavolo Vallecamonica al Quattro Mori Cagliari (arbitro Angelo Zambetti). Domani alle 17 le sarde faranno visita alla Polisportiva Bagnolese (arb. Angelo Zambetti) e alle 18,30 le bresciane saranno ospiti del Tennistavolo Norbello - Comuni del Guilcer (arb. Antonio Grancini).