Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Notizie

Farladanska 7216Dopo aver eliminato l'anno scorso nella semifinale playoff la Teco Corte Auto Cortemaggiore, l'Eppan Tischtennis Raiffeisen e andata vicino al colpaccio anche questa sera, nella quarta giornata di serie A1 femminile. Le ragazze allenate da Jason Davide Luini sono state in vantaggio per 2-0 e per 3-2, ma il risultato conclusivo è stato un pareggio. Un successo a testa per le padrone di casa, di Debora Vivarelli, reduce dagli Open di Germania e di Svezia e rientrata da Stoccolma a inizio pomeriggio, per 3-0 su Ana Tofant, dell'ex Giulia Cavalli per 3-1 su Piccolin e di Denisa Zancaner per 3-2 su Tofant. Fra le magiostrine, guidate da Vesna Ojstersek, Ganna Farladanska (nella foto di Michele Castellani) ha superato per 3-2 Zancaner e per 3-0 Cavalli e Piccolin per 3-2 Vivarelli.

«Peccato - spiega Luini - perche, sul 2-0, sia nel terzo sia nel quarto singolare abbiamo iniziato bene, poi nel prosieguo abbiamo perso un po' di lucidità e lasciato per strada due punti che avremmo potuto aggiudicarci. Giulia sta facendo un gran lavoro su se stessa anche in prospettiva e sono contento non solo del suo risultato su Piccolin, ma anche della prestazione. Nell'ultima partita contro Farladanska non è riuscita a ripetersi, altrimenti avrebbe potuto ambire a qualcosa di più. Debora è appena tornata dalla Svezia e quelle manifestazioni tolgono energie. Dopo un'ottima prima gara contro Tofant, ha avuto un momento di scarsa lucidità contro Giorgia nel secondo e terzo set, cominciandoli male e sbagliando palline facili. Nell'economia del match quei frangenti sono pesati. In questa parte della stagione per me è molto più importante ciò che sta facendo per se stessa, per crescere a livello internazionale, rispetto al vincere o perdere questa partita. Denisa è una nostra sicurezza e sappiamo che prima di perdere un punto dà l'anima. È stata sfortunata con Farladanska, perché sull'8-8 del quinto set ci sono stati due punti lunghissimi e lei ha fatto i miracoli. Sul 2-2 si è presa di durezza la sfida con Tofant. Dopo i cinque set della primo singolare e i primi tre del secondo, trovare la forza di imporsi negli ultimi due è stata una grande dimostrazione di tenuta. Anche se avremmo potuto ottenere di più, questo pareggio è comunque un'ottima notizia. L'unica squadra che è superiore è il Castel Goffredo e faremo il possibile per avvicinarci anche a loro».

Corte, per come si era messa la serata, è riuscita comunque a limitare i danni. «Avevamo indovinato la formazione - racconta Piccolin - io però non sono in grandissima forma e ho perso con Cavalli, dopo che la Tofant aveva ceduto a Vivarelli, che affrontava per la prima volta. Per quanto mi riguarda attualmente non sono molto fiduciosa nei miei mezzi. Ho avuto un piccolo infortunio durante l'Open del Belgio e dopo mi sono allenata poco. Sono entrata in campo timorosa. Sullo 0-2 Farladanska è stata brava a tenerci in gara contro Zancaner al quinto set. Contro Debora ero partita male e in qualche modo sono riuscita a convincermi che avrei potuto farcela. Peccato per la Tofant, che era sul 2-1 contro Zancaner ed è stata battuta alla "bella". Ganna proprio nel finale ci ha dato il pareggio, che tutto sommato è un buon risultato, per come si erano messe le cose».

Il baby Tennistavolo Vallecamonica, 48 anni in tre, ha sconfitto per 4-2 il Quattro Mori Cagliari nel recupero del terzo turno. La 14enne Jamila Laurenti nelle ultime settimane ha fatto la pallina da flipper fra le isole Fiji, sede del World Cadet Challenge, Spalato, dove si sono svolte le qualificazioni europee alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires 2018, e Szombathely, che ha ospitato l'Open giovanile d'Ungheria, ma più gioca e meglio gioca. Stasera ha superato per 3-0 la romena Madalina Pauliuc e Wei Jian. La 19enne Veronica Mosconi ha prevalso per 3-2 su Marina Conciauro e la 15enne Irene Favaretto per 3-1 su Pauliuc. Le tre fanciulle hanno fatto un bel regalo a Oana Copaci, mentre alle atlete di Salvatore Scotto non sono bastati il 3-1 di Wei Jian su Mosconi e il 3-2 di Conciauro su Favaretto. «Siamo contente - afferma Copaci - perché abbiamo ottenuto due punti importanti. Jamila ha fatto doppietta, confermando il suo ottimo stato di forma. Veronica ha lottato e ha dovuto annullare dei match-point a Conciauro per portare a casa il punto. Irene è stata bravissima, perché contro Conciauro è andata sul 2-0, poi è subentrata la paura di vincere ed è stata rimontata. Alla "bella" era sotto 9-3 e alla fine, seppur risalendo, ha ceduto per 11-9. Poi ha resettato tutto e ci ha dato il successo decisivo sulla difesa. Pur essendo solo all'inizio, si tratta già di un risultato rilevante in ottica salvezza. Domani saremo di nuovo in campo in casa del Norbello e se riuscissimo a strappare un pareggio sarebbe prezioso».

Cavalli 7927Il fine settimana che vedrà il ritorno della serie A1 femminile, dopo circa un mese di sosta, con la disputa del quarto turno, sarà aperto dall'incontro più atteso. Questa sera, alle ore 19,30 ad Appiano, l'Eppan Tischtennis Raiffeisen, terza e con una partita in meno,  riceverà la Teco Corte Auto Cortemaggiore capolista (arbitro Caterina Faragò). L'ultima volta che si sono affrontate, nella semifinale scudetto dell'anno scorso, ha fatto sensazione la rimonta in trasferta delle bolzanine, che si sono qualificate alla finale.

«Sarà certamente una bella sfida - commenta il coach di casa Jason Davide Luini - . Le cose sono un po' cambiate dal mezzo miracolo della scorsa stagione in casa loro. Prima della pausa a Castel Goffredo le ragazze hanno giocato bene, a parte Debora Vivarelli, che è entrata un po' troppo tesa nella prima partita contro la cinese. Negli ultimi due singolari eravamo in vantaggio per 2-1 e abbiamo perso alla "bella". Complessivamente avrebbe potuto essere una sconfitta diversa. Corte ha cambiato Wang Yu con la slovena Ana Tofant e sarà interessante vedere come si evolverà il confronto. Giorgia ha ottenuto degli ottimi risultati anche a livello internazionale e ultimamente sta giocando molto meglio. Rispetto alla passata stagione sarà lei a trascinare la squadra. Ormai conosciamo bene Farladanska, un'atleta ostica che non regala mai nulla. La Tofant è nel giro della Nazionale junior slovena ed è abbastanza conosciuta. Bisognerà vedere come si comporterà nel campionato italiano, il suo inizio è stato positivo. Corte, a parte forse con Norbello, non ha avuto grandi sfide nei primi tre turni e noi siamo il primo vero ostacolo sulla loro strada. Vorrà rifarsi della semifinale dell'anno scorso. Non viviamo con particolare pressione questa gara, perché l'importante sarà arrivare al massimo della condizione in occasione dei playoff. Ciò non toglie che ci siamo preparati al meglio e sarà un banco di prova utile per vedere a che punto siamo e su cosa dobbiamo lavorare per essere ancora più competitivi. Debora si sta concentrando sugli Open internazionali e ha anche avuto la possibilità di allenarsi bene all'estero. Giulia Cavalli (nella foto di Michele Castellani) sente molto questa sfida e, da ex contro la squadra della sua città, darà il 110%. Denisa Zancaner è sempre pronta a fare il punto quando è chiamata in causa e viene da buone prestazioni. Siamo tranquilli».

Sull'altra panchina siede per il primo anno Vesna Ojstersek. «Le mie ragazze - spiega il tecnico sloveno - finora hanno giocato molto bene. Contro Norbello Piccolin ci ha regalato una piacevole sorpresa, battendo Aleksandra Privalova, e anche Farladanskasi è mossa bene e ha mostrato un ottimo feeling sulla palla. È ovvio che tutto può essere migliorato e ognuna delle atlete può crescere. Farò tutto il possibile per aiutarle nella direzione giusta. Conosco Giorgia da tempo e attualmente la trovo più veloce e tecnicamente progredita. Deve soltanto credere sempre in se stessa e avere fiducia di vincere le partite. Ana è giovane, ma la vedo motivatissima. È desiderosa di allenarsi duramente per raggiungere il successo. Sta facendo del suo meglio e ho fiducia in lei. So quanto è accaduto l'anno scorso contro l'Eppan, ma questa è una nuova stagione e noi abbiamo nuove giocatrici e un nuovo coach. Ci sono anche una visione e un modo di pensare differenti. Vedremo cosa accadrà in campo. L'Eppan è una compagine forte e ha tutte atlete che hanno giocato o stanno giocando in Nazionale. Hanno tutte esperienza internazionale. Le conosco bene, perché le ho incontrate a Europei, Mondiali e tornei internazionali. La Slovenia, poi, non è così lontana dall'Italia e abbiamo avuto parecchie volte stage di allenamento in comune. Io e la squadra non ci sentiamo favorite. Penso che in questa sfida non ci sia una favorita. Entrambi i team sono competitivi e si equivalgono. Sarà un match difficile e a decidere saranno i particolari. Credo nelle mie ragazze e so che daranno il massimo. Non temo l'Eppan, piuttosto ne ho rispetto. Mi hanno insegnato che, non importa chi tu abbia di fronte, bisogna sempre avere rispetto e fare il possibile per vincere. In questo caso non so chi vincerà. So solo che combatteremo e spero che la fortuna sarà dalla nostra parte».

Stasera si disputerà anche, con inizio alle 18, il recupero della terza giornata, che ad Angolo Terme opporrà il Tennistavolo Vallecamonica al Quattro Mori Cagliari (arbitro Angelo Zambetti). Domani alle 17 le sarde faranno visita alla Polisportiva Bagnolese (arb. Angelo Zambetti) e alle 18,30 le bresciane saranno ospiti del Tennistavolo Norbello - Comuni del Guilcer (arb. Antonio Grancini).

Campus FITeT 2017 okIl direttore tecnico giovanile Matteo Quarantelli ripercorre il Campus Federale che è terminato oggi a Terni.

Il Palatennistavolo “Aldo De Santis” è stato ancora una volta cuore pulsante del movimento sportivo giovanile, ospitando dapprima, da venerdì a domenica, l’esordio stagionale dei tornei per gli Under 18 (Giovanissimi, Ragazzi, Allievi, Junior) e poi, da domenica a oggi, il Campus Federale 2017.

Protagonisti i giovani nati dopo il 1° Gennaio 2007, segnalati dai nostri Comitati Regionali in collaborazione con lo staff del Settore Giovanile. Diciassette giovani atlete e ventidue loro colleghi hanno animato le sei sedute e le quattro giornate di attività.

Un'occasione per avviare un processo educativo che possa favorire la crescita armonica e graduale, ma anche adeguata delle persone.

I traguardi di una proposta di questo genere possono, infatti, essere considerati affini a quelli di una situazione scolastica, all’interno della quale insegnanti e ragazzi collaborano, interagiscono, si relazionano, riconoscono e applicano delle regole, imparano e imparano a imparare.

E quindi ai tecnici, agli adulti, viene richiesto di costruire un percorso di esperienze non solo motorie e sportive, ma proprie della vita di relazione. Non a caso aspetti all’attenzione di tutti sono collegati alla personale autonomia dei ragazzi, alla loro capacità di stare in comunità, di condividere impegni, orari e attività.

Chi ci legge deve quindi immaginare un'esperienza del genere al pari di altre che possono contribuire all’acquisizione di traguardi (per esempio essere in grado di stare via di casa) tutt’altro che banali e che esprimono l’avvio di una crescita complessiva della persona.

Da un punto di vista metodologico, ogni seduta (che si articolava in circa due ore e mezza) veniva organizzata in base al principio della multilateralità e variabilità degli stimoli: pertanto utilizzando la strategia organizzativa a “circuito”, i ragazzi erano impegnati, dopo una fase introduttiva generale e speciale, in attività a “Stazioni”.

Ciascuna di esse era orientata a una modalità di impegno e a obiettivi diversi.

  1. Stazione delle abilità motorie e cognitive: era dedicata a promuovere un efficace utilizzo degli schemi motori di base, a stimolare le capacità coordinative di ritmo, differenziazione cinestesica, combinazione, anticipazione, trasformazione, equilibrio, orientamentoe fantasia motoria.
  2. Stazione dedicata all’apprendimento dei movimenti per realizzare il servizio in relazione a rotazione, altezza, velocità e profondità.
  3. Stazione dedicata all’apprendimento dei movimenti (colpi) in situazioni analitiche al cesto multiballs.
  4. Stazione dedicata alla riproduzioni di semplici schemi di gioco con uno sparring.

In tal modo ciascun ragazzo ha potuto conoscere, applicare e sperimentare, con l’aiuto dei tecnici che si avvicendavano nelle diverse postazioni.

Il numerosissimo gruppo era diviso a metà e veniva gestito in due distinte sedute al mattino e al pomeriggio. Anche la stessa composizione dei gruppi è stata alternata al fine di creare variabilità nella composizione e quindi nel confronto con tutti.

Al termine a noi tutti rimane un bel ricordo del sorriso di ragazzi e adulti che insieme hanno condiviso delle piacevoli e utili giornate, contrassegnate da molti momenti seri e giocosi, impegnativi e meno. Compresa quindi una serata “Halloween”, che ieri sera ha animato l’Hotel che li ospitava.

Ma andiamo a riconoscerli nell’immagine e negli elenchi.

sex contact La lista delle atlete:

http://www.ftf.dk/forside/?cams=girls-with-webcam&d1e=c8  

click COGNOME

COMITATO

follow url 1

BERZANO BEATRICE

MARCHE

http://www.fitet.org/?cams=live-scat-cams 2

CAPURRO OLIVIA

LIGURIA

3

CICUTTINI CECILIA

LOMBARDIA

4

CONIDI CHIARA ANTONIETTA

CALABRIA

5

DAL FABBRO SARA

FRIULI V.G.

6

DUCOLI GIADA

LOMBARDIA

7

MATTANA EVA

SARDEGNA

8

MINURRI SOFIA

PUGLIA

9

MORETTI IRENE

UMBRIA

10

PALMISANO GIULIA

SICILIA

11

PICU GIOIA MARIA

EMILIA ROMAGNA

12

SARTORI GINEVRA

TRENTINO

13

SEU FRANCESCA

SARDEGNA

14

SULIS BEATRICE

PIEMONTE

15

TOGNALI MARIA

LOMBARDIA

16

VARVERI GIULIA

LAZIO

17

VENUTO MATILDE

SICILIA

La lista degli atleti:

 

COGNOME

COMITATO

1

BALDESSARI NICOLA

TRENTINO

2

BELARDINELLI LUCA

MARCHE

3

BIANCHI GABRIELE

LAZIO

4

BONGIANNI MATTEO

TOSCANA

5

BROCCIA MANUEL

SARDEGNA

6

BUSCETTA GIULIO

SICILIA

7

CALARCO GIUSEPPE

CAMPANIA

8

CIPRIANO JACOPO

VENETO

9

D'ARCANGELI GIULIO

LAZIO

10

DESANTIS ALESSANDRO

UMBRIA

11

GARELLO ANDREA

PIEMONTE

12

GARELLO SIMONE

PIEMONTE

13

GATTI LUCA

LOMBARDIA

14

IZZO GIACOMO

PIEMONTE

15

LAVERMICOCCA FLAVIO

PUGLIA

16

LI LUCA

LAZIO

17

MANKOWSKI OLIVER

TOSCANA

18

MITRANESCU ALESSANDRO T.

EMILIA ROMAGNA

19

SCUCCHIARO GIOVANNI

VENETO

20

TREVISAN FRANCESCO

FRIULI V.G.

21

VADALA' ALESSANDRO

CALABRIA

22

ZORZIT ENRICO

FRIULI V.G.

L’elenco dei tecnici e dei collaboratori:

CARASSIA CLAUDIA

CERZA MATTEO

CERZA SIMONE

OLIVERO GIULIO

ZAKARIAN LEVON

DI MEO MARIA LUCIA

DI NAPOLI ANTONELLA

FRANCESCA SAIU

SCARDIGNO ROSSELLA

ABBATICCHIO GIANLUCA

CARNOVALE ANTONIO

COSTANTINESCU CIPRIAN

CRIVELLARO EMANUELE

DERGANZ DIEGO

ESPOSITO BRUNO

FALAPPA NICOLA

FERRARA DOMENICO

GALLI MARCO

GIARDINA UMBERTO

MOISSEV MAX

PICU CATALIN

QUARANTELLI MATTEO

RAGAZZO PIERANGELO

WANG HONG LIANG

Podio singolare maschile Over 40 Cadelbosco ottobre 2017Giornata dedicata ai Veterani quella odierna organizzata a Cadelbosco Sopra (Reggio Emilia) dal Tennistavolo Arsenal. Nel singolare maschile Over 40 Filippo Giuliani (Tennistavolo Reggio Emilia) e Claudio Sassi (Regaldi Novara), le prime due teste di serie, hanno dato vita a una finale sul filo del rasoio, che il primo ha intascato per 3-2 (8-11, 11-7, 9-11, 11-9, 11-7). In semifinale Giuliani ha eliminato per 3-1 (4-11, 11-3, 11-2, 11-5) Luca Troni (Tennistavolo Arsenal) e Sassi per 3-1 (11-13, 11-6, 11-8, 11-9) Alessandro Romele (Polisportiva Centro Giovanile).

Nell'Over 50 Fatai Adeyemo (Il Circolo Prato 2010) ha superato per 3-0 (11-6, 11-7, 11-7) Giorgio Conte (CIATT Firenze). Nel turno precedente il vincitore ha stentato solo nel primo set (15-13, 11-4, 11-3) contro Luca Cossia (Tennistavolo San Polo) e il finalista ha concesso il primo parziale (10-12, 11-5, 12-10, 11-5) a Maurizio Perri (Tennistavolo Gasp Moncalieri).

Nell'Over 60 si è imposto Andrea Caprini (Polisportiva San Giorgio Limito) per 3-0 (14-12, 11-7, 12-10) su Daniele Alberighi (Tennistavolo Gasp Moncalieri). Terzi ex aequo Armando Torregrossa (Polisportiva Spotornese), sconfitto da Caprini per 3-1 (11-9, 5-11, 3-11, 9-11), e Marco Piganzoli (Tennistavolo Abbadia Lariana), fermato da Alberighi per 3-1 (10-12, 11-9, 8-11, 7-11).

Podio singolare femminile Over 40 Cadelbosco ottobre 2017Nel singolare femminile Over 40 in un girone unico ha primeggiato Velislava Veleva Nankova (Tennistavolo Angera), davanti ad Angela Alessandrini (PGS Auxilium Cuneo), Valeria Beccaria (PGS Auxilium Cuneo), Roberta Ragazzini (Tennistavolo Nettuno Bologna) e Francesca Caramagna (Tennistavolo Gasp Moncalieri).

Nell'Over 50 Varvara Lapina (I Leoni di San Marco CSTT Mestre) ha preceduto Milena Maccalli (Gruppo Giovanile San Michele), Ivanna Sacco (Tennistavolo L'Isola che non c'era), Laura Siccardi (Villaggio Sport), Maria Elisabetta Debbi (GS Virtus Casalgrande) e Sonia Giovanna Pasti (Villaggio Sport).

Podio singolare maschile Over 40 Casamassima ottobre 2017Dopo aver ospitato ieri il primo torneo nazionale Seniores della stagione, oggi il Tennistavolo Ennio Cristofaro ha organizzato a Casamassima (Bari) l'evento riservato ai Veterani. Nel singolare maschile Over 40 si è imposto Gerolamo Roberto Minervini (Tennistavolo Ennio Cristofaro), per 3-0 (11-611-9, 11-8) su Giuseppe Coletta (Asd Fiaccola). Agevole il suo successo anche in semifinale per 3-0 (11-8, 11-1, 11-8) su Domenico Di Ciolla (Asd Fiaccola), mentre Coletta è dovuto ricorrere al quinto set (9-11, 11-3, 11-5, 9-11, 11-7) per battere Alessandro Gala (Tennistavolo Ennio Cristofaro).

Nell'Over 50 Saverio Gambacorta (Tennistavolo Bari) ha superato in semifinale per 3-1 (11-6, 11-13, 11-3, 11-9) Francesco Sabato (Tennistavolo Salento) e in finale per 3-0 (11-5, 11-8, 14-12) Leonardo Scardigno (Circolo Tennistavolo Molfetta), che nel penultimo atto aveva prevalso per 3-0 (11-8, 11-8, 11-4) su Gualtiero Guerriero (Tennistavolo Ennio Cristofaro).

Podio singolare maschile Over 50 Casamassima ottobre 2017Nell'Over 60 Gianfranco Dell'Omo (Tennistavolo Ennio Cristofaro) ha avuto la meglio per 3-0 (11-8, 11-4, 11-3) sul compagno di società Emanuele Mitolo. Usciti in semifinale, e dunque appaiati sul terzo gradino del podio, Roberto Garretto (Libertas Luigi Sturzo Caltagirone), che ha ceduto per 3-0 (5-11, 9-11, 6-11) a Dell'Omo, e Francesco Borriello (Tennistavolo Torre del Greco), che ha perso per 3-0 (6-11, 2-11, 8-11) contro Mitolo.

Nell'Over 50 femminile Maria Carmela Pierro (Tennistavolo Bari) ha sconfitto per 3-1 (12-10, 13-11, 7-11, 13-11) Monica Crispo (Tennistavolo Cosenza).

Podio singolare maschile Over 60 Casamassima ottobre 2017Nel doppio Over 40 Mitolo e Giosuè Albino Stanzione (Tennistavolo Ennio Cristofaro) hanno regolato con un triplice 11-7 Alberto Corbacio (Tennistavolo Ennio Cristofaro) e Gambacorta. Più lottate le due semifinali, con Mitolo e Stanzione che si sono imposti per 3-2 (11-6, 11-7, 6-11, 10-12, 11-6) su Gala e Dell'Omo e Corbacio e Gambacorta che hanno piegato per 3-1 (5-11, 11-8, 11-8, 11-9) Claudio Motolese (Tennistavolo Pegasus) e Matteo Trovisi (Sport Centre Rutigliano).

Podio singolare femminile Over 50 Casamassima ottobre 2017Podio doppio maschile Over 40 Casamassima ottobre 2017

M Mutti 6589Il torneo giovanile di Terni si è concluso con la finale del tabellone juniores maschile, che ha mandato in scena un derby targato Milano Sport. Si sono contesi il successo il favorito Matteo Mutti (nella foto), testa di serie numero 1, e Alessandro Cicchitti, appena entrato in categoria e ha prevalso chiaramente la maggiore esperienza del primo, che si è imposto per 3-0 (11-2, 11-4, 11-7).

Il campione europeo a squadre del 2016 ha trovato pochi ostacoli sulla sua strada. L'unico a impegnarlo è stato Edoardo Raccanello (CIATT Firenze), che negli ottavi lo ha costretto in due set su tre ai vantaggi (13-11, 12-10, 11-6). Per il resto Mutti ha regolato nei sedicesimi per 11-5, 11-4, 11-5 Giorgio Mascoli (King Pong), nei quarti per 11-8, 11-1, 11-3 Luca Palmarucci (A4 Verzuolo) e in semifinale per 11-3, 11-8, 11-5 Marco Bressan (Tennistavolo Castel Goffredo), n. 5 che aveva estromesso per 3-1 (11-4, 11-4, 7-11, 11-9) il n. 4 Michele Vigini (Tennistavolo Isontino).

Anche Cicchitti, numero 3 del seeding, ha avuto un'andatura autoritaria e ha eliminato per 3-0 (11-3, 11-2, 11-8) Simone Mannarino e per 3-0 (11-5, 11-6, 11-3) Federico D'Alessandris. In semifinale ha avuto la meglio per 3-1 (11-6, 11-4, 11-13, 14-12) sul numero 2 Matteo Gualdi (Tennistavolo Villa d'Oro Modena), che si è poi aggiudicato il terzo posto, con il 3-0 (11-7, 11-8, 11-3) su Bressan.

Arianna Barani 2Due atlete al primo anno di categoria hanno disputato la finale del singolare juniores del torneo giovanile di Terni. Ad affrontarsi per il successo conclusivo sono infatti state le classi 2002 Arianna Barani (nella foto) e Valentina Roncallo.

È stata una lotta emozionante, che ha visto la magiostrina dell'Anspi Tennistavolo Cortemaggiore scattare avanti per 2-0 (11-8, 11-9) e la ligure dell'Asd Toirano impattare la situazione (11-9, 14-12). Alla "bella" ha prevalso Barani per 11-7.

Arianna in semifinale ha battuto per 3-1 (11-2, 3-11 11-6, 11-7) l'ottima Raimona Paizoni (Eppan Tischtennis Raiffeisen), autrice nei quarti dell'eliminazione per 3-1 (10-12, 11-6, 13-11, 13-11) della testa di serie numero 1 Sofia Mescieri (Tennistavolo Asola).

Combattuti i suoi successi anche negli ottavi, per 3-2 (9-11, 11-8, 11-2, 9-11, 11-4) su Chiara Morri (Juvenes Repubblica San Marino), e nei quarti, per 3-1 (11-7, 11-5, 9-11, 11-3) su Elisa Armanini (Tennistavolo Castel Goffredo).

Roncallo, numero 2 del seeding, è partita recuperando da 0-2 a 3-2 (7-11, 7-11,11-8, 11-6, 11-1) la brava Alice Mattana (Muraverese Tennistavolo) e poi si è imposta per 3-1 (11-3, 7-11, 11-6, 11-4)  nei quarti su Lisa Bressan (Tennistavolo Castel Goffredo) e per 3-1 (12-10, 11-1, 6-11, 11-8) in semifinale su Martina Nino (Tennistavolo Torino).

La novarese, che nei quarti ha avuto la meglio per 3-0 (11-8, 13-11, 11-6) sulla numero 3 del tabellone Marcella Delasa (Tennistavolo Vallecamonica), si è aggiudicata il terzo posto, in virtù del 3-1 (9-11, 11-6, 11-5, 11-5) sulla Paizoni.

Podio singolare Giovanissimi Terni ottobre 2017Le prime due teste di serie erano Giuseppe Calarco (Sant'Espedito) e Giacomo Izzo (A4 Verzuolo) e alle loro spalle è spuntato il terzo incomodo Andrea Garello (A4), che è salito con pieno merito sul primo gradino del podio fra i Giovanissimi al torneo di Terni.

Il cuneese in semifinale ha eliminato il suo compagno di club Izzo per 3-0 (11-4, 11-6, 11-3) e in finale ha concesso il bis per 3-1 (11-5, 8-11, 11-5, 11-5) su Calarco, che nel penultimo turno aveva superato per 3-0 (11-7, 12-10, 11-5)  Jacopo Cipriano (Polisportiva Bissuola Mestre).

Andando a ritroso Garello ha piegato nei quarti per 3-0 (11-5, 11-6, 15-13) Luca Li (King Pong) e negli ottavi per 3-1 (9-11, 11-6, 11-2, 11-2), Francesco Melilli (Anspi Tennistavolo Cortemaggiore), mentre Calarco ha avuto la meglio per 3-0 (11-6, 11-5, 11-6) su Simone Garello (A4), fratellino di Andrea nato nel 2008, e per 3-0 (11-3, 11-8, 11-9) su Enrico Zorzit (Tennistavolo San Marco Pordenone).

La sfida per il terzo posto è andata a Izzo per 3-0 (11-3, 11-9, 11-8) su Cipriano. Da segnalare i quarti di finale conquistati anche dagli altri classe 2008 Flavio Lavermicocca, fermato per 3-0 (3-11, 10-12, 11-13) da Cipriano, e Alessandro Thomas Mitranescu, che ha trovato disco rosso per 3- 0 (7-11, 5-11, 6-11) contro Izzo.

Podio singolare Giovanissime Terni ottobre 2017La gara Giovanissime del torneo nazionale di Terni è stata appannaggio di Giulia Palmisano (Tennistavolo Himera G. Randazzo), che ha superato nei quarti per 3-0 (11-6, 11-2, 11-5) Cecilia Cicuttini (Tennistavolo Castel Goffredo) e in semifinale per 3-0 (11-7, 11-5, 11-9) Olivia Capurro (Tennistavolo Genova).

La finale è stata più equilibrata e Palmisano ha avuto la meglio per 3-1 (11-5, 11-3, 11-13, 13-11) su Alessia Andreea Pauliuc (Quattro Mori Cagliari), che per arrivare all'ultimo atto ha dovuto lottare con tutte le sue forze. Le sono infatti sempre stati necessari cinque set per eliminare negli ottavi (10-12, 11-6, 12-10, 7-11, 11-7) Hillevi Della Morte (Sant'Espedito), nei quarti (11-9, 11-9, 5-11, 14-16, 11-7) Giulia Varveri (King Pong), numero 2 del seeding, e in semifinale (6-11, 7-11, 11-4, 11-5, 13-11) Giada Ducoli (Tennistavolo Vallecamonica), numero 6.

Molto tirata anche la finale per il terzo posto, che Ducoli si è aggiudicata per 3-2 (8-11, 7-11, 11-7, 11-4, 11-6) su Capurro, per non parlare dei quarti vinti da Capurro per 3-2 (11-6, 12-10, 9-11, 9-11,11-7) su Maria Tognali (Tennistavolo Vallecamonica) e da Ducoli per 3-2 (4-11, 5-11, 11-9, 11-6, 11-9) su Chiara Antonietta Conidi (Tennistavolo Piscopìo).

Podio singolare maschile seniores Casamassima ottobre 2017Francesco Messa (Polisportiva Libertas Casalnuovo) si è messo in tasca il successo del singolare seniores del torneo di Casamassima (Bari). Compito tutt'altro che agevole il suo, scattato, da testa di serie numero 4, negli ottavi con il 3-1 (11-3, 11-8, 6-11, 11-7) su Giovanni Pellegrini (Tennistavolo Ennio Cristofaro). Tre set (11-8, 11-7, 11-7) gli sono stati sufficienti per superare i quarti ai danni di Andrea Turco (Tennistavolo Lu Ping Pong).

Durissimo il match di semifinale che lo ha opposto al numero 1 del tabellone Marian-Ionut Muscalu (Tennistavolo Ennio Cristofaro), terminato ai vantaggi del quinto set (11-7, 8-11, 14-12, 10-12, 13-11). Anche la finale non è stata da meno e Messa si è imposto alla "bella" (6-11, 11-8, 11-9, 3-11, 11-8) sul numero 3 Antonio Carbotta (Asd Fiacola).

Anche quest'ultimo ha dovuto lottare per superare negli ottavi per 3-2 (10-12, 11-8, 5-11, 11-7, 11-8) Antonio De Bari (Tennistavolo Torino),  nei quarti per 3-1 (11-5, 11-9, 8-11, 11-5) Domenico De Pierro (Tennistavolo Ennio Cristofaro) e in semifinale per 3-2 (11-7, 7-11, 11-5, 7-11, 11-3) il numero 2 del seeding Alessandro Antonio Salvemini (Polisportiva Libertas Casalnuovo).

Podio singolare femminile seniores Casamassima ottobre 2017Nel singolare femminile si è disputato un girone a tre, in cui Angela Doriana Di Giovanni Podio doppio maschile seniores Casamassima ottobre 2017(Tennistavolo l'Azzurro Molfetta) ha preceduto la compagna di società Nicoletta Minervini e Laura Ricci (Tennistavolo Ennio Cristofaro).

Nel doppio maschile Muscalu e Alan Buccolieri (Tennistavolo Ennio Cristofaro) hanno regolato in finale per 3-0 (11-5, 11-5, 11-7) Turco e Giorgio Caroli (Tennistavolo Olimpia Martina).

Grandi battaglie, invece, nelle semifinali, in cui Muscalu e Buccolieri hanno rimontato da 0-2 a 3-2 (6-11, 7-11, 11-8, 11-5, 11-6) Giovanni Liso (Colmar Boys Tennistavolo) e Carbotta e Turco e Caroli sono risaliti da 1-2 a 3-2 (9-11, 11-6, 4-11, 11-8, 11-9) contro Salvemini e De Pierro.