Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
A dare vita ad una condivisa pratica di Tennistavolo, a volte è un gruppo di amici, in altri casi sono alcuni colleghi di lavoro, in altri ancora sono appassionati che condividono lo stesso trasporto emotivo verso questo sport.
Prendono l’abitudine a ritrovarsi in un ambiente che può essere una sala parrocchiale, un circolo ricreativo, magari una palestra, per interminabili sfide in orario serale oppure concentrate nel fine settimana.

Nel corso di questa prima esperienza di comunità, vedendo l'affinità tra i giocatori, l'assiduità con cui partecipano a tali incontri, succede che qualcuno di loro possa suggerire di fare un “salto di qualità”, cercando nuovi contendenti per provare a misurare le proprie capacità ad un livello superiore, caricare di emozioni le sfide,  mettersi -anche letteralmente- in gioco.

Ecco che nasce l’idea di costituire una vera e propria Associazione Sportiva.
E’ un passo importante che consente agli appassionati di raccogliere le esigenze proprie e forse anche di altri praticanti per comporre un'organizzazione sportiva ed associativa in base alle attività che essi svolgono, sia che abbiano come obiettivo l’agonismo che una sana pratica nel tempo libero.

Potremmo apprezzare due fattori prevalenti in questa fase costitutiva:
    · la definizione di aspetti di carattere logistico (sede della pratica, materiali di gioco, divise sportive);
    · la definizione degli organismi associativi.