Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

toGrandi attenzioni sono tributate al tennistavolo sotto la Mole. Si è infatti tenuta ieri la presentazione dei Campionati Italiani 2015 che si disputeranno al PalaTazzoli, uno degli impianti olimpici del 2006, dal 10 al 28 giugno. Sarà un'edizione speciale, è stato ricordato dagli intervenuti, perché rientrerà nel calendario di Torino 2015 Capitale Europea dello Sport e dei festeggiamenti del 70° compleanno della Federazione. Programma intenso con quasi tre settimane consecutive di gare. Si partirà il 10 e l'11 giugno con le gare degli enti promozionali e militari interforze, dal 12 al 16 toccherà ai veterani, dal 17 al 25 a quinta, quarta, terza e seconda categoria e dal 26 al 28 ai paralimpici.

“Il presidente Franco Sciannimanico – ha spiegato l'assessore comunale allo Sport Stefano Gallo - è stato uno dei primi ad accettare di organizzare uno degli eventi di spicco di questo anno speciale a Torino, che è città con una tradizione pongistica importante, come testimoniano i successi e la tradizione del Cus Torino e del Tennistavolo Torino. Avremo in città 1.500 atleti e 3.000 addetti ai lavori complessivi per 18 giorni e dunque le ricadute sul territorio, in termini di presenza turistica, saranno di grande rilievo. Oltre a ciò il ping pong, come è conosciuto in tutto il mondo, è disciplina molto popolare e affianca alla valenza agonistica quella del divertimento e dell'aggregazione, che hanno un ruolo significativo nel progetto di Torino 2015".

Il numero uno della Fitet da parte sua ha sottolineato che “Per la prima volta i normodotati e i diversamente abili competeranno all'interno della stessa manifestazione. Inoltre sono lieto di annunciare che in quei giorni la capitale piemontese sarà a tutti gli effetti il vero centro del nostro sport, visto  che sabato 27 ospiterà il Consiglio Nazionale e domenica 28 la Consulta dei presidenti regionali".

(con il contributo di Roberto Levi)