Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Webinar FITeT 15 giugno 2020Ha riscosso un grande successo il primo seminario di formazione a distanza (webinar) per dirigenti sportivi dal titolo “LA FITET TI INFORMA…”, che si è svolto ieri sera. Oltre 190 persone si sono collegate in videoconferenza, con l'obiettivo di ascoltare gli interventi degli esperti e di approfondire tutte le tematiche legali, fiscali e mediche legate all'attualità e di particolare interesse per le società e le associazioni sportive.

Il presidente federale Renato Di Napoli ha introdotto l'incontro, ringraziando le società per la loro massiccia presenza e i relatori per la loro disponibilità. Ha spiegato che il seminario era il primo di una serie d'iniziative che la FITeT ha in programma per la formazione e l'informazione dei dirigenti e rappresentava anche la prima occasione di aggiornamento per i responsabili delle società che hanno aderito al progetto Scuole di Tennistavolo, nel quale la Federazione crede molto per una crescita complessiva del movimento pongistico.

Il segretario generale Giuseppe Marino, che ha moderato l'appuntamento, ha presentato i relatori, partendo dall’avvocato Giancarlo Guarino, dello Studio Legale Guarino & Associati, che ha svolto il primo intervento sul tema: “Le responsabilità delle società sportive nella ripresa delle attività”, partendo dall'analisi delle lettere d, e ed f dell'articolo 1 dell'ultimo Dpcm dell'11 giugno 2020, che sono riferite all'attività sportiva. Interessante anche la lettera q, che prevede la ripresa delle attività di formazione frontale, rispettando le stesse misure di sicurezza adottate per quanto riguarda il comportamento all'interno degli impianti sportivi. Si è poi soffermato sulle  Linee-Guida ai sensi del Dpcm 17 maggio 2020, con riferimento ai sistemi di vigilanza. Guarino ha chiarito che le responsabilità esistenti in questo periodo di emergenza sanitaria sono sempre quelle ordinarie di carattere civile, penale e amministrativo. L'introduzione di una notevole mole di norme aumenta, però, a livello statistico la possibilità d'incorrere in una carenza che dia origine a una responsabilità. Per quanto riguarda l'ultimo protocollo emesso dalla FITeT l'avvocato  è entrato nel merito della figura del "Responsabile COVID-19", che si occupa di garantire il rispetto di tutte le raccomandazioni previste dal protocollo, per il quale non esiste l'obbligo di ricorrere ad aziende esterne. Ha poi esaminato gli obblighi di sicurezza per le associazioni sportive ex Decreto legislativo 81/08, che si applica solo se ci siano lavoratori dipendenti (come all'art. 21). Il responsabile dell'associazione sportiva è anche sottoposto alla disciplina degli articoli 2043 e 2050 del Codice Civile.

Il dottor Marco Perciballi, dello Studio Commercialisti associati Perciballi-Scalas, ha approfondito “Gli interventi governativi di carattere economico-finanziario a sostegno dello sport”, ovvero i decreti "Cura Italia", "Liquidità" e "Rilancio". A questo proposito si è occupato del Fondo di Garanzia per Pmi e lavoratori autonomi fino a 25.000 euro (DL liquidità art 13, lett. m), del finanziamento dell'Istituto per il Credito Sportivo (a tasso zero, da un minimo di 3.000 a un massimo di 25.000 euro), del contributo a fondo perduto (per importo non inferiore a 1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 per le giuridiche), del credito d'imposta dei canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo (nella misura del 60% dell'ammontare mensile del canone di locazione, applicabile anche alle SSD e alle ASD), delle riduzioni delle bollette elettriche, del bonus collaboratori sportivi di 600 euro per i mesi di marzo, aprile e maggio 2020, della sospensione dei versamenti fiscali (ritenute d'acconto e a titolo definitivo per lavoratori dipendenti o assimilati, adempimenti e versamenti contributi Inps, Inail ed ex Enpals e IVA), del credito d'imposta per l'adeguamento dei luoghi di lavori (pari al 60% delle spesse sostenute nel 2020, per un massimo di 80mila euro), delle cessioni dei crediti d'imposta, dei canoni degli impianti sportivi pubblici e del rimborso quote-voucher.

L'ultimo relatore è stato il prof. Carlo Tranquilli, Medico Federale, che si è occupato delle “Linee guida e protocollo di dettaglio per la ripresa delle attività di allenamento”. È partito dalle caratteristiche del COVID-19 e dalle sue modalità di trasmissione e ha cercato di smussare i timori eccessivi da parte degli addetti ai lavori, qualora vengano seguite scrupolosamente tutte le norme di comportamento. Ha chiarito che la procedura di sanificazione delle palestre è necessaria e va fatta continuamente, con l'utilizzo di acqua, varichina e alcool. Le misure preventive per limitare lo sviluppo del virus sono di lavarsi attentamente le mani con acqua e sapone (il gel è necessario vicino al tavolo da gioco, per essere prontamente accessibile da parte degli atleti in caso di bisogno), indossare la mascherina (che si può togliere quando si sia a una distanza superiore a un paio di due metri dalle altre persone) e rispettare il distanziamento di almeno due metri. Questa attualmente deve essere anche la larghezza del corridoio che separa due aree di gioco. Al momento dell'arrivo in palestra non bisogna avere sintomi del virus o avere avuto contatti con persone positive nei giorni precedenti. Il modulo di autocertificazione deve essere compilato e firmato dall'atleta, e non necessariamente vistato dal medico, solo al primo accesso in palestra. Tranquilli ha anche parlato delle visite per la certificazione d'idoneità sportiva agonistica, che non sono state prorogate.

Gli interventi tematici sono stati seguiti da una fase di "question time", nella quale gli esperti hanno risposto in modo dettagliato alle domande e ai dubbi sollevati dai dirigenti societari.

Il presidente Di Napoli ha concluso la serata esprimendo ancora grande soddisfazione e la sua convinzione che incontri del genere vadano ripetuti, per offrire frequenti strumenti di chiarimento e approfondimento ai responsabili delle società e delle associazioni sportive.

Il webinar è stato registrato e caricato sul canale YouTube della FITeT, in modo da essere accessibile a  tutti. Ecco l'indirizzo: https://youtu.be/u54oXtivh6Q

Si allegano di seguito:

- materiale intervento avvocato Giancarlo Guarino

- materiale intervento dottor Marco Perciballi

- criteri per l'accesso ai finanziamenti a fondo perduto per associazioni sportive dilettantistiche e società sportive dilettantistiche;

- circolare su Credito d'imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda – articolo 28 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34;

- circolare su Chiarimenti ai fini della fruizione del contributo a fondo perduto di cui all’articolo 25 del Decreto-Legge 19 maggio 2020, n. 34 recante «Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19»  

- 5x1000 elenco permanente;

- istruzioni per l'iscrizione al 5x1000 Enti del Volontariato e Associazioni Sportive Dilettantistiche;

- modello da utilizzare per l'iscrizione al 5x1000 2020;

- 5x1000 Associazioni Sportive Dilettantistiche - modello di dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà