Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ping Pong Tour Open Air nelle piazze di Sicilia prima tappa 2021 a Marina di RagusaDopo il successo dello scorso anno, il Comitato Regionale della FITeT ripropone il progeto promozionale "Ping Pong Tour Open Air nelle piazze di Sicilia".

L'addetto stampa regionale Mario Lo Presti ci informa che il primo evento dell'edizione 2021 è stato organizzato dall’ASD Dimensione Corpo Ragusa, con la collaborazione del Comitato Regionale, e si è svoltoin piazza Malta a Marina di Ragusa.

L’evento, in cui è stata inserita anche una gara paralimpica, è stato rivolto ai tesserati di quarta, quinta e sesta categoria e agli amatori.

In quarta categoria il podio è stato monopolizzato dal Tennistavolo Vittoria, con il primo posto di Davide Chiofalo, il secondo di Davide Sironi e il terzo di Alberto Iurato.

La gara di quinta ha visto prevalere Federica Domicoli (Tennistavolo Gela) in finale su Sandro Sironi (Tenniatvolo Vittoria), con Filippo Fiamingo (Eos Enna) e Giuseppe Di Giacomo (Scicli Sport) appaiati al terzo posto.

Ping Pong Tour Open Air nelle piazze di Sicilia prima tappa 2021 a Marina di Ragusa 2La sesta categoria ha registrato il successo di Matteo Figura (Vigaro Siracusa), che ha prevalso nell'atto conclusivo su Luca Condorelli (Tennistavolo Gela). Battuti in semifinale e terzi a pari merito Salvatore Domicoli (Tenniatvolo Gela) e Nicolò Santandrea (Vigaro Siracusa).

Nella competizione paralimpica si è imposto Massimo Cappa (Dimensione Corpo Ragusa), mentre il primo classificato fra gli Amatori è stato Fabio Bellaera.

«La splendida location - commenta Antonio Chessari, delegato del settore tennistavolo dell’ASD Dimensione Corpo e consigliere provinciale della FITeT, - ha offerto l'opportunità a molte persone di seguire l'evento. Il nostro proposito era di far divertire i presenti e di far giocare gli atleti, in un clima di assoluta spensieratezza, senza l'assillo della vittoria a tutti i costi. Il Comitato Regionale ha fatto bene a riproporre questo tipo di appuntamenti e credo che e gli obiettivi siano stati pienamente centrati. Gli iscritti sono stati numerosi e siamo riusciti a trasmettere un messaggio importante, perché, seguendo il dovuto distanziamento sociale previsto dal protocollo anti-COVID, il nostro sport si dimostra più sicuro di altri. Prova ne è che nel corso dell’anno scolastico, presso il Liceo Scientifico "Enrico Fermi" di Ragusa, è stato possibile svolgere, in piena sicurezza, un progetto sul tennistavolo, che ho seguito in prima persona in qualità di tecnico e che ha coinvolto un buon numero di ragazzi».