Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

FITeT Veneto Consiglio Regionale 2021 2024In serata il Comitato Regionale Veneto ha svolto, nella palestra della Polisportiva Mortise 2000, a Padova, la sua Assemblea Generale Elettiva, i cui lavori sono stati diretti dal presidente uscente Giampietro Corso, affiancato dal segretario Gigi Marchese.

Le società presenti al rinnovo delle cariche per il quadriennio 2021-2024 erano 12 e i votanti 21. Il candidato unico alla presidenza, il padovano Riccardo Griggio, ha ricevuto 133 voti ed è stato un cambio di guida all’insegna della continuità. Il neo presidente, dopo molti anni dedicati all’attività agonistica a livello di terza categoria, ha svolto il ruolo di tecnico, al servizio di alcune società padovane prima e dello stesso Comitato Regionale poi.

Il suo gruppo di lavoro sarà composto anche dai consiglieri Carlo Simonetti e Claudio Vecchiarino, in quota Dirigenti, Emanuele Crivellaro, in quota Tecnici, e Sebastiano Galeotti, in quota Atleti. Vecchiarino e Crivellaro sono due conferme, mentre le novità sono rappresentate da Simonetti e Galeotti (nella foto, da sinistra Galeotti, Vecchiarino, Corso, Griggio, Crivellaro e Simonetti).

Griggio ha affermato nel suo programma che il primo impegno sarà rivolto al settore giovanile. Verranno portati avanti gli stage con i tecnici della Commissione Tecnica Regionale, con l’obiettivo di organizzare, oltre a quelli per gli atleti di eccellenza, altri riservati a una seconda fascia di giovani pongisti. Il Comitato affiancherà le Scuole di Tennistavolo che hanno aderito al progetto federale, promuovendo amichevoli o tornei fra le Scuole.

Il settore paralimpico troverà maggiore spazio, attraverso l’organizzazione di stage e di manifestazioni. Nell’ambito del settore arbitrale, si punterà a rinnovare lo sforzo per reclutare nuovi direttori di gara. Sul fronte degli amatori, sarà valorizzato il loro desiderio di giocare a tennistavolo, attraverso l’introduzione di nuove iniziative, come le “serate a tema”, promosse con i propri tecnici dal Comitato nelle sedi delle associazioni.