TTX SUMMERTOUR gen MINI BANNER 01    Banner MINI bando Over65 B 3

IMG 20170219 WA0005In vista del Lignano Master e Junior Open, il meglio del movimento pongistico italiano ha gareggiato nel quarto torneo nazionale predeterminato paralimpico di Verona, organizzato al Palazzetto Masprone dal Tennistavolo Verona Galm. Nel singolare di classe 1-2 maschile non finisce mai di stupire Peppe Vella (Tennistavolo Rangers San Rocco Udine), che ha battuto in semifinale per 3-0 (11-8, 11-9, 11-7) Paolo Antonelli (Fondazione Bentegodi) e soprattutto in finale per 3-1 (11-9, 13-11, 1-11, 11-8) Federico Crosara (Fondazione Bentegodi), che nel penultimo turno aveva eliminato per 3-0 (11-8, 11-9, 11-7) il compagno di società Federico Falco.

In classe 3-4-5 Alessandro Giardini ha superato in finale per 3-1 (11-9, 11-9, 9-11, 14-12) Ettore Malorgio (Sportni Krozek Kras). In semifinale Giardini aveva sconfitto per 3-0 (11-4, 11-7, 11-5) il fenomenale Davide Scazzieri (Lo Sport è Vita Onlus), campione in piedi all’esordio in carrozzina (nella foto con la sua allieva Carlotta Ragazzini, Giada Rossi e il dt paralimpico Alessandro Arcigli). Malorgio si era invece imposto per 3-0 (11-9, 11-6, 11-8) su Marco Santinelli (Tennistavolo Or.Ma.).

In classe 6-7 è andato a segno il veterano Andrea Furlan (Tennistavolo Vicenza), in finale per 3-1 (11-3, 11-4, 8-11, 11-5) sul giovanissimo Matteo Parenzan (Sportni Krozek Kras). In semifinale successi di Furlan per 3-0 (11-5, 11-6, 11-6) su Sandro Bortolanza (US Trevignano) e di Parenzan per 3-1 (10-12, 11-8, 11-1, 11-9) su Vlad Rota (Cus Bergamo).

Podio classi 8 10 maschileIn classe 8-9-10 (nella foto il podio) il bronzo paralimpico di Rio Amine Kalem (Tennistavolo Romagnano) ha prevalso per 3-0 (11-7, 11-9, 11-8) su Samuel De Chiara (Sportclub Merano), dopo aver estromesso in semifinale per 3-0 (11-7, 11-9, 12-10) Salvatore Mercurio (Polisportiva Gruppo Tnt). De Chiara aveva superato per 3-1 (11-6, 5-11, 11-4, 16-14) Luca Giorgio Maria Crespi (Vis Gazzaniga 1919).

In classe 11 Lorenzo Rione Fili (Asd Radiosa) ha fermato in finale per 3-2 (11-8, 4-11, 15-13, 4-11, 11-8) il tricolore compagno di club Giacomo Abbate. In semifinale erano usciti Domenico Restivo (Radiosa), per 3-0 (4-11, 6-11, 4-11) per mano di Rione Fili, e Dario Secondini (Tennistavolo Senigallia), per 3-0 (6-11, 3-11, 7-11) a opera di Abbate.

Podio Open femminile 1 5Nell’Open femminile in carrozzina di classe 1-5 (nella foto il podio), Michela Brunelli (Fondazione Bentegodi), che è una classe 3, ha superato per 3-0 (11-6, 12-10, 11-5) la classe 2 Giada Rossi (Tennistavolo Rangers San Rocco Udine). Da segnalare il rientro alle gare di Pamela Pezzutto (Polisportiva San Giorgio), vincitrice di tre medaglie paralimpiche fra Pechino e Londra, stoppata in semifinale per 3-0 (5-11, 3-11 10-12) da Brunelli, mentre Rossi è stata costretta al quarto set (11-7, 13-11, 8-11, 11-9) dall’argento di Atene (Valeria Zorzetto (Tennistavolo Vicenza).

Nell’Open in piedi di classe 6-10 Valentina Palmisano si è imposta per 3-1 (7-11, 13-11, 11-5, 11-7) su Lucia Sirocco (Freedom Trieste).

Passando alle gare degli esordienti, in classe 1-5 maschile Giuseppe Armeli Moccia (Radiosa) ha rimontato da 0-2 a 3-2 (8-11, 8-11, 11-1, 12-10 11-6) Giancarlo Zani. Out in semifinale Valerio Reguzzi e Alberto Ramundo (Anspi Tennistavolo Cortemaggiore), estromessi rispettivamente per 3-0 (4-11, 4-11, 5-11) da Armeli Moccia e per 3-1 (7-11, 11-5, 9-11, 10-12) da Zani.

In classe 1-5 femminile Caterina Selleri (Tennistavolo Savona) ha preceduto Carlotta Ragazzini (Lo Sport è Vita Onlus) e Beatrice Alessia Draghici (Centro Polisportivo Uisp Germaine Lecocq), di soli 8 anni.

In classe 6-10 Lucio Valerio Vinetti (Tennistavolo Marco Polo) ha sconfitto per 3-1 (14-16, 11-4, 11-8, 11-5) Raymond Ripanu (Tennistavolo Città dei Ragazzi). In semifinale erano arrivati Marco Bove (Sport Insieme Lodi) e Giovanni Romano (Tennistavolo Marco Polo), battuti per 3-0 da Vinetti (6-11, 5-11, 7-11) e da Ripanu (5-11, 8-11, 9-11).

In classe 6-10 Valentina Palmisano ha regolato per 3-0 (11-4, 11-5, 11-2) Lucia Sirocco (Freedom Trieste).