Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Matteo Parenzan in finale a Lasko 2021

Il Torneo Mondiale di Qualificazione Paralimpica di Lasko, in Slovenia, è arrivato alla giornata decisiva, in cui saranno designati gli ultimi atleti, uno per classe maschile e femminile, che parteciperanno ai Giochi di Tokyo.

La spedizione azzurra, guidata dal direttore tecnico Alessandro Arcigli e dal tecnico Donato Gallo, ha piazzato in finale Matteo Parenzan (nella foto) e Federico Crosara, che sono dunque a una vittoria dalla concretizzazione del sogno paralimpico.

Parenzan in classe 6 ha battuto in semifinale per 3-1 (7-11, 11-8, 11-9, 11-6) Alberto Seoane Alcazar e alle ore 14,15 (tavolo 5) affronterà il giapponese Kazuki Shichino, già sconfitto nel girone per 3-1, per conquistare il pass. Lo spagnolo è partito meglio (5-2) ed è sempre rimasto in vantaggio, guadagnandosi tre set-point (10-7) e sfruttando il primo. Nel secondo parziale il triestino ha allungato (6-1) e, sul rientro dell’avversario (9-6), ha avuto quattro palle set (10-6) e ha chiuso alla terza.

Nella terza frazione è risalito da 1-3 a 3-3 e da 3-5 a 8-8. Dall’8-9 ha piazzato un break di 3-0. Alla ripresa del gioco ha assunto il comando (5-2), è stato riavvicinato (5-4) e, dopo il timeout, è ripartito (10-4) e al terzo match-point ha tagliato il traguardo.  

Anche Crosara in classe 2 si è regalato l’approdo all’atto conclusivo, superando per 3-0 (13-11, 11-8, 11-9) il giapponese Nobuhiro Minami,  e alle 15 (tavolo 3) sarà opposto al thailandese Thirayu Chueawong, sul quale ha prevalso nel girone con un 3-1 durissimo.

Contro MInami il veronese è stato avanti per 4-1, indietro per 4-6 e nuovamente in testa per 8-6, appaiato sull’8-8. Ha cancellato un set-point del nipponico (9-10), non ne ha concretizzato uno a suo favore (11-10) e al secondo (12-11) è stato efficace.

Nel secondo parziale Crosara ha recuperato da 3-6 a 6-6, dal 7-7 si è issato a 9-7 e poi a 10-8, prendendosi alla prima chance il 2-0. La terza frazione è cominciata nel suo segno (4-1), ma Minami lo ha sopravanzato (4-5). Si è proceduto punto a punto fino al 9-9 e il finale si è tinto di tricolore.

Il primo a gareggiare in chiave italiana è stato Matteo Orsi, che in classe 3 ha ceduto a Maciej Nalepka con un 3-0 molto tirato (9-11, 9-11, 10-12). Grande equilibrio nel primo set (7-7), poi il savonese si è portato sul 9-7, ma ha ceduto i quattro punti successivi. Nel secondo il polacco è salito sul 4-1 e dal 4-7 Matteo lo ha agganciato (7-7). Sul 9-9 ancora Nalepka ha chiuso. Orsi ha provato a invertire la tendenza (3-1) e il rivale lo ha raggiunto (3-3). Si è lottato fino al 9-9, poi l'atleta di Varsavia si è procurato un match-point e se lo è visto annullare. Al secondo (11-10) è andato in finale.

Gli incontri in programma a Lasko sono trasmessi in diretta streaming sul canale YouTube dello Slovenia National Paralympic Committee, al link https://www.youtube.com/channel/UCjSxVySND0aWTkisWbbs9tQ.