Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Samuel De Chiara terzo a squadre di classe 8 in Finlandia 2019L'Italia ha concluso il Para Finland Open 2019 - Matti Launonen Memorial con due podi. Al terzo posto di Raimondo Alecci nel singolare di classe 6 si è infatti sommata la medaglia di bronzo conquistata a squadre da Samuel De Chiara in classe 8.

Il meranese e l'israeliano Zeev Glickman nel Gruppo B hanno ceduto per 2-0 al belga Marc Philippe Ledoux e al britannico Billy Shilton e si sono imposti per 2-0 sul norvegese Brage Aesoy Titlestad e sul russo Nikita Novikov. Si sono piazzati secondi e hanno ottenuto l'accesso alla semifinale, nella quale sono stati battuti per 2-0 dagli ucraini Viktor Didukh, Maksym Nikolenko e Ivan Mai, che poi si sono aggiudicati anche la finale, per 2-0 su Ledoux e Shilton.

In classe 3 Francesco Baggio e il belga Benjamin Marotte nel Gruppo B hanno perso per 2-0 contro gli ucraini Vasyl Petruniv e Oleksandr Yezyk e contro i cechi Jiti Suchanek e Petr Svatos e sono stati eliminati.

Alecci ha disputato il torneo di classe 9 e nel gruppo A con l'olandese Bart Van Der Zanden e l'irlandese Sean Geoghegan è stato sconfitto per 2-0 dai britannici Ashley Facey Thompson e Joshua Stacey e dai giapponesi Koyo Iwabuchi e Takumi Shukunobe, classificandosi terzo e mancando l'approdo al tabellone.

In classe 1-3 Allegra Magenta e la statunitense Buddy Hayes sono state superate per 2-0 dalle turche Hatice Duman e Nergiz Altintas, seconde ai recenti Europei di Helsingborg, in Svezia, e per rinuncia dalle francesi Fanny Betrand ed Emmanuelle Ferrier e dalle finlandesi Pasanen e Aino Sirri Maaria Tapola, terminando al quarto posto.

In classe 8 Elena Elli e l'olandese Suzan Klomp hanno ceduto per 2-0 alle indonesiane Suwarti Suwarti e Hamida Hamida, alle russe Victoriya Safonova, Elena Litvinenko e Fatma Fattakhova e alle giapponesi Yuri Tomono e Megumi Hirokane, chiudendo quarte.