Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Giada Rossi sorridenteAl termine dei Campionati Europei Paralimpici sono state pubblicate le classifiche mondiali paralimpiche di inizio ottobre, che possono essere consultate al link http://www.ipttc.org/rating/2019-10-01/index.htm.

«Sono ottimi - commenta il direttore tecnico Alessandro Arcigli - i piazzamenti degli azzurri impegnati nella corsa alla qualificazione alle Paralimpiadi di Tokyo 2020. Fantastico il primo posto nel ranking di classe 2 per Giada Rossi (nella foto), neo campionessa europea, che precede la coreana Seo Su Yeon, campionessa mondiale in carica, e la cinese Liu Jing, tre volte oro paralimpico e due volte iridato in singolare. Eccelle anche l'altro medagliato di Rio 2016 Amine Kalem che, nonostante il deludente campionato continentale, è secondo in classe 9. Molto brillante anche Michela Brunelli, argento europeo in Svezia, che adesso è nona in classe 3. Perdono posizioni in classe 1 maschile Andrea Borgato, undicesimo, e Federico Falco, decimo. Stabili il 21enne Matteo Orsi, ventiduesimo in classe 3, e il 16enne Matteo Parenzan, al sedicesimo posto in classe 6, scalano di tre posti il 19enne Lorenzo Cordua, che è venticinquesimo in classe 10, e la 17enne Carlotta Ragazzini, diciassettesima in classe 4. Ne guadagna uno, infine, Federico Crosara, ora ventunesimo in classe 2».

Nelle graduatorie Under 23 Orsi è il n. 3, preceduto solo dal thailandese Yuttajak Glinbanchuen  e dallo statunitense Jenson Van Emburgh, Parenzan il n. 3 dietro il cileno Matias Nicolas Pino Lorca e lo statunitense Ian Philip Seidenfeld, Cordua il n. 7 (davanti a lui il francese Mateo Boheas, il montenegrino Filip Radovic, l'olandese Bas Hergelink, il polacco Igor Misztal, il cinese Mao Shubo e il tailandese Bunpot Sillapakong) e Ragazzini la n. 6 (meglio di lei la tedesca Sandra Mikolaschek, la cinese Gu Xiaodan, la russa Aleksandra Vasileva, la turca Iren Oluk e la britannica Megan Shackleton). Conclude l'elenco la 18enne Elena Elli, che in classe 8 conferma il sesto posto (alle spalle della cinese Huang Wenjuan, della polacca Dajana Jastrzebska, della giapponese Yuri Tomono, della francese Lucie Hautiere e della brasiliana Lethicia Lacerda).