Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
E’ entrato ormai nel vivo il lavoro dei tecnici e dei ragazzi impegnati oggi in una doppia seduta di attività al Palatennistavolo di Terni.
La struttura di ogni seduta prevede circa 30’ minuti di impegno motorio con l’obiettivo di sviluppo delle abilità coordinative e dell’efficienza fisica. Fasi di esercitazione dinamica sono alternate ad altre dedicate alla mobilità articolare ed alla flessibilità. Particolare attenzione (come illustrato dall’immagine allegata) viene dedicato all’appoggio ed alle spinte dei piedi, dote importante per un buon praticante il tennistavolo.
Ulteriore attenzione viene riconosciuta alle situazioni di gioco collettivo con l’intento di sollecitare le abilità cognitive e l’orientamento spazio-temporale.
I successivi 90’ vengono dedicati al lavoro di approfondimento delle abilità di tennistavolo: nella seduta antimeridiana sono utilizzate esercitazioni regolari dedicate all’utilizzo dei colpi in situazioni standard senza elementi di variabilità dei parametri di circolazione della pallina (direzione, velocità, rotazione, piazzamento, traiettoria, tempo).
Durante la seduta pomeridiana il lavoro è orientato a scoprire la logica del match attraverso la riproduzione di situazioni di graduale incertezza con introduzione di una certa variabilità di velocità, rotazione, piazzamento della pallina.
E’ toccato oggi a Gabriele Piciulin il piacere di lasciare temporaneamente il gruppo del Progetto Giovani per aggregarsi e praticare con il gruppo della Squadra Nazionale: una opportunità per dimostrare di potersi integrare in attività di maggiore intensità, mostrando le proprie qualità.