Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Foto 1 Tappa TTX di Alessandria podio del torneoIl doppio appuntamento è saltato, perché il vento ha costretto gli organizzatori alla cancellazione della tappa di Arma di Taggia.

Il "Ping Pong Tour 2021… a TTX Experience #RESTART#, circuito promozionale voluto dalla Federazione Italiana Tennistavolo, ha invece portato regolarmente il Table Tennis X ad Alessandria, nella cornice del Centro Sportivo Don Stornini in via Sclavo 13.  L'evento è stato curato dall'ASD Tennistavolo Alessandria, con il supporto del Comitato Regionale FITeT.  

Dalle 10 e fino a sera agli otto tavoli montati bambini e adulti hanno avuto la possibilità di provare il nuovo format del ping pong, che utilizza racchette in legno, senza coperture in gomma, e palline più grandi e più pesanti rispetto al tennistavolo.

Dalle ore 14,30 si è invece disputato il Torneo Ufficiale del TTX, con gli incontri composti da set della durata di due minuti ciascuno.

Foto 2 Tappa TTX d Alessandria finale primo e secondo postoLa gara ha avuto ha avuto uno speaker d'eccezione nel direttore tecnico Matteo Quarantelli. «Ritengo - ha affermato il dt - che debbano essere fatti i complimenti ai dirigenti alessandrini per la passione e l’impegno dedicato a questa manifestazione, che si è inserita nel solco di altre, svolte in passato con analogo successo, presso il complesso della "Cittadella". Nonostante la disattenzione delle Autorità locali … sono riusciti a trovare una sede, il Centro Sportivo Don Stornini, che ben si è prestata ad accogliere le persone che durante tutta la giornata hanno affollato i tavoli a disposizione. Il torneo è stato molto combattuto in tutte le sue fasi anche in virtù di una formula che ha inteso far praticare il più possibile. E direi che si sia rivelata occasione ideale per coinvolgere tutti i partecipanti, esperti e neofiti, giovani e adulti, uomini e donne. Il TTX è tutto in questa immagine di partecipazione, gioco, divertimento. Per i nostri tesserati sembra una espressione di gioco troppo “lontana” dal tennistavolo, vorrei però sottolineare quanti, anche ad Alessandria, abbiano potuto provare e riuscire, pur non avendo mai sperimentato. È l’immediatezza del gioco che rende tutto possibile in un clima meno formale in cui ci si diverte subito. Ringrazio tutti e il Comitato Regionale della FITeT, perché hanno regalato una giornata di gioco che solo 12 mesi or sono ci saremmo sognati».

Foto 3 Tappa TTX di Alessandria il direttore tecnico Matteo QuarantelliTornando al torneo, sono arrivati ai quarti di finale del tabellone principale Roberto Gadaleta, Ingrid Vaccino, Alessandro Pastorino, Fabio Arlia, Vincenzo Baiata, Edoardo Marchelli, Enrico Gurian e Alessandro Rosato. Si sono registrati i successi per 3-0 di Gadaleta su Vaccino, Arlia su Pastorino, Baiata su Marchelli e Rosato su Gurian. Nelle due semifinali Gadaleta ha superato per 3-0 Arlia e Rosato con lo stesso punteggio Baiata.

Nella finale per il 3°/4° posto Arlia ha avuto la meglio per 3-0 su Baiata. Nella combattuta finalissima Gadaleta ha prevalso per 3-2 su Rosato. L'incontro è stato trasmesso in diretta sulle pagine Facebook di Alessandria24 e del Tennistavolo Alessandria.

Il torneo di consolazione ha visto un epilogo con una lottata finale "in famiglia" tra Luca Campete e Alessia Mele, con la vittoria del primo per 3-2.

Ha presenziato alla manifestazione Paolo Lentini, presidente del Comitato Regionale FITeT Piemonte, che si è prodigato per sostenere gli organizzatori. «È stata una bella giornata di sport - ha spiegato - per merito del Tennistavolo Alessandria. Nonostante tutte le difficoltà organizzative, la risposta della cittadinanza c’è stata. Mamme, papà e figli si sono alternati ai tavoli entusiasti».

Tutti i partecipanti al torneo sono stati omaggiati della racchetta con cui hanno gareggiato e di una t-shirt griffata TTX con i loghi dei numerosi sponsor della manifestazione.

Foto 4 Tappa TTX d Alessandria panoramica dei tavoli«Parecchi sono stati i problemi organizzativi - ha commentato Bruno Armano, direttore del torneo e factotum dell’ASD Tennistavolo Alessandria - . Tavoli e materiali sono stati trasportati per oltre 200 km tra andata e ritorno, con ritiro e riconsegna a Isola d’Asti, luogo della precedente tappa piemontese del tour TTX, ed è stato difficile trovare una location adatta. Scarsa, quasi nulla, è stata l’attenzione ricevuta dalle autorità istituzionali locali. L’impegno dei tesserati della notra società, che non elenco per evitare di dimenticarne qualcuno, e delle loro famiglie, cui va il mio sentito ringraziamento, ha però permesso a molte persone di trascorrere una bella giornata di sport, portando il tennistavolo, nella versione del TTX, fuori da seminterrati e palestre e alla luce del sole. Sono grato anche ai dirigenti del Centro Sportivo Don Stornini, che ci hanno accolto volentieri, mettendoci a disposizione spazi e servizi per lo svolgimento della manifestazione, e agli amici Matteo Quarantelli, Paolo Lentini e Maurizio Mazzino, del giornale on line Alessandria24».

Il "Ping Pong Tour 2021 ... a TTX experience #RESTART#", che coinvolge 14 Regioni, è realizzato con il patrocinio del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, di Sport e Salute Spa, del Comitato Italiano Paralimpico, dell’Istituto per il Credito Sportivo e della Fondazione Sport City, con i partner commerciali Decathlon e Luanvi, il Charity Partner Play for Change e i Media Partner Corriere dello Sport, Tuttosport e la piattaforma Ogni Sport Oltre (OSO).

Foto 1: Il podio del torneo TTX, da sinistra il terzo classificato Fabio Arlia, il vincitore Roberto Gadaleta e il secondo Alessandro Rosato

Foto 2: un momento della finale per il 1°/2° posto fra Gadaleta e Rosato

Foto 3: il direttore tecnico Matteo Quarantelli, speaker del torneo

Foto 4: una panoramica dei tavoli al Centro Sportivo Don Stornini