2020 Assemblea 01 minibanner

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Logo FitetSulla base di quanto stabilito dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 ottobre scorso, la Federazione Italiana Tennistavolo aveva consentito, nell’interesse delle associazioni, la continuazione, a porte chiuse, delle attività di allenamento destinate agli atleti agonisti impegnati a preparare la partecipazione ai campionati a squadre nazionali, ovvero dalla serie A1 alla C1 maschile, dalla A1 alla B femminile e riservati a Veterani, Paralimpici e Giovanili, e ai campionati o tornei nazionali individuali. 

Altri due aspetti si sono, però, rivelati portatori di ulteriori preoccupazioni: il progredire del contagio, con la necessità di adottare decisioni cautelative, e la chiusura, pressoché immediata, di numerosissimi Impianti Pubblici e Privati.

Valutando tali elementi, lunedì sera, la Commissione Nazionale Gare a Squadre ha ritenuto di promuovere immediatamente un sondaggio presso le associazioni partecipanti ai Campionati a dimensione nazionale, che ha evidenziato che circa il 40% non ha la disponibilità dell’impianto per lo svolgimento dell’attività.

I numerosissimi messaggi ricevuti, che suggerivano una sospensione dell’attività, e la comunicazione da parte della CNGS, che propone di posticipare a data da destinarsi tutti  campionati a squadre della corrente stagione sportiva, hanno, dunque, indotto il Consiglio Federale a decidere, a malincuore, di rinviare l’avvio dei campionati a squadre di tutte le serie fino all’inizio del 2021, confidando in un miglioramento complessivo della situazione sanitaria.