Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Andrei Putuntica in azioneSarà il 21enne moldavo Andrei Putuntica (nella foto di M. Novosel) lo straniero dell’A4 Verzuolo del presidente Stefano Vincenti, che parteciperà al prossimo campionato di serie A1. La squadra a disposizione di coach Valentino Piacentini sarà composta anche dall’altro 21enne Daniele Pinto e dal 38enne Mattia Garello, vera e propria bandiera societaria, entrambi confermati rispetto alla scorsa stagione, e dal 17enne Andrea Puppo, new entry proveniente dal Tennistavolo Genova Cervino.

Putuntica, che è il numero 1 del suo Paese e nei ranking ITTF congelati ad aprile 2020 occupa il 245° posto assoluto e il 21° della classifica Under 21 (in entrambi i casi i migliori piazzamenti in carriera), è uno dei giovani più interessanti del panorama continentale ed è reduce da un avvio di 2020 ricco di soddisfazioni.

Ai Campionati Europei Under 21 di Varazdin, in Croazia, di inizio marzo ha conquistato la medaglia d’argento in doppio, in coppia con il ceco Jiri Martinko, battuto in finale dai rumeni Cristian Pletea e Rares Sipos, e quella di bronzo in singolare, dopo la sconfitta in semifinale per mano del russo Vladimir Sidorenko, che poi avrebbe vinto il titolo. Sempre con Martinko aveva raggiunto a febbraio i quarti di finale nel Challenge Plus Portugal Open.

Nelle gare Under 21 Putuntica è stato finalista nel Challenge Belgium Open del 2018. Anche da cadetto ha ottenuto degli ottimi risultati, aggiudicandosi il doppio con Pletea, e piazzandosi secondo con la squadra europea, alle spalle dell'Asia, al World Cadet Challenge del 2014, una sorta di Mondiale Under 15.

Lo conoscono molto bene il tecnico Piacentini e Pinto, che lo hanno incrociato più volte nelle gare giovanili internazionali, e ne hanno condiviso i periodi di allenamento durante la sua permanenza negli scorsi anni al Centro Federale di Formia.