Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

LOGO FITET okIl Consiglio Federale della FITeT, che si è riunito oggi in videoconferenza, era chiamato ad affrontare, ancora una volta, gli effetti della situazione di Emergenza Nazionale che da circa due mesi ha interrotto il normale, quotidiano, svolgimento delle attività di tennistavolo.

Una riunione, preparata da un lungo lavoro di analisi, che ha impegnato i Consiglieri, il Presidente e il personale federale nell’esaminare non solo scenari attuali, ma anche  quelli prossimi, non solo nella dimensione della pratica dello sport, ma anche della sostenibilità della stessa.

Oggi infatti si palesa uno stato di complessiva crisi organizzativa, sociale ed economica, in grado di mettere a repentaglio la vita stessa dell’associazionismo sportivo.

Il Consiglio Federale ha quindi valutato e deliberato un complesso eccezionale di interventi a favore di tutte le Associazioni e Società affiliate alla Federazione Tennistavolo, con l’intento di sostenere i suoi associati e non “lasciare indietro” nessuno.

Il modello complessivo si articola in tre differenti strategie d'intervento:

  1. Disponibilità immediata di premi e incentivazioni economiche, già previsti a inizio stagione, per un valore totale di 239,5mila euro;
  2. Riduzione degli importi delle tasse federali relative alla stagione 2019/2020 per un valore di 193mila euro;
  3. Ridefinizione e riduzione (pressochè totale) delle tasse federali relative alla stagione 2020/2021 per un valore di 525mila euro

La prima iniziativa conferma e amplia significativamente l’entità delle risorse destinate alle Associazioni Sportive in relazione alla partecipazione ed ai risultati dell’attività agonistica.

Rispetto a quanto deliberato precedentemente, il Consiglio Federale ha aumentato  il bacino delle Associazioni interessate (per il Premio Mazzi si passerà da 64 a 140 società, per il Premio Cini da 40 a 204 e per il Premio Paralimpico da 12 a 45), incrementando significativamente le risorse messe a disposizione.

La seconda iniziativa ha preso in considerazione i costi sostenuti dalle Associazioni  nella stagione sportiva corrente (2019/20), con particolare riferimento a

  • affiliazione o riaffiliazione,
  • tesseramento di atleti e tecnici,
  • iscrizione a campionati nazionali e regionali.

Infatti non essendo stato possibile garantire alle stesse il completo riconoscimento di tutti i servizi sportivi annualmente forniti agli affiliati (organizzazione di alcuni tornei e campionati individuali, attività a squadre, assegnazione di titoli, ecc.), è stato proposto di assegnare, fin da subito, un contributo congruo corrispondente a

  • 30% dei costi di affiliazione/riaffiliazione;
  • 30% dei costi di tesseramento per atleti e tecnici sportivi;
  • 30% dei costi d’iscrizione ai campionati nazionali e regionali

sostenuti per la vigente stagione agonistica.

Tale disponibilità di risorse consente alle Associazioni di far fronte, in parte, a mancati ricavi o i maggiori costi determinati dall’emergenza, in relazione alla propria vita associativa all’interno della Federazione.

La terza ed ultima azione, economicamente la più rilevante, permette alle Associazioni di

  • di riaffiliarsi alla FITeT,
  • di tesserare i propri atleti e tecnici,
  • di iscriversi regolarmente a tutte le competizioni a squadre ,

 per la stagione sportiva 2020-2021, garantendo, dunque, la continuità alla loro vita associativa.

Verrà dunque assegnato alle società un contributo di valore pari a:

  • 100% dei costi di riaffiliazione
  • 100% dei costi di tesseramento degli atleti agonisti del settore giovanile e dei tecnici sportivi;
  • 50% dei costi di tesseramento degli atleti senior e stranieri;
  • 100% dei costi d’iscrizione ai campionati a squadre nazionali e regionali.

Per quanto riguarda l’iscrizione delle Associazioni ai campionati a squadre regionali della nuova stagione agonistica, sarà erogato a ciascun Comitato Regionale un contributo pari al valore dell’importo incassato per le iscrizioni ai campionati a squadre regionali.

La manovra, volta a offrire il maggior sostegno possibile alle società, punta allo stesso tempo a salvaguardare l’equilibrio economico e finanziario del bilancio federale relativamente all’esercizio 2020, garantendo la necessaria stabilità a quello del 2021.

I maggiori costi stimati e sopra riportati saranno coperti esclusivamente con risorse che la Federazione recupererà dal budget 2020, attraverso economie derivanti da minori costi imputabili a tutti i settori federali e dovuti al venir meno di una serie di progetti e iniziative sportive programmate in fase di predisposizione del preventivo economico, ma non realizzatesi a causa del lockdown.