Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Logo CNU 2020La 74ª edizione dei Campionati Nazionali Universitari, nella sessione primaverile, che si sarebbe dovuta svolgere a Torino dal 22 al 31 maggio, è stata rinviata a data da destinarsi.

Sarebbbe stata la terza volta nel capoluogo subalpino, dopo il 2000 e il 2011, della manifestazione, riservata a giovani di età fino ai 29 anni, iscritti a un corso di laurea di un ateneo riconosciuto dal Ministero dell'Istruzione. Le gare di tennistavolo erano in programma mercoledì 27 e giovedì 28 maggio all'Istituto Sociale.

La decisione del posticipo è stata presa dal CUSI (Centro Universitario Sportivo Italiano), rappresentato dal presidente Antonio Dima, e dal Centro Universitario Sportivo torinese, come ente organizzatore, nella persona del presidente Riccardo D’Elicio, in seguito al perdurare dell'emergenza legata all’epidemia di Coronavirus COVID-19 presente nel nostro paese, tenendo in considerazione le misure emanate dall’amministrazione statale e dagli enti locali.

«È una scelta inevitabile - afferma il presidente d'Elicio - vista la situazione drammatica che si sta affrontando in Italia e nel mondo intero. Lo sport universitario non può che rispettare e condividere le decisioni prese dalle istituzioni, vista l’eccezionalità dei fatti e l’importanza delle responsabilità individuali. Questo evento avrebbe portato nella nostra città oltre 4mila partecipanti da tutta Italia, tra atleti, tecnici e dirigenti accompagnatori, impegnati in 21 discipline differenti. Continuo a essere convinto che lo sport sarà uno dei fattori di rinascita dopo questo orribile momento». 

Qualora esistessero le condizioni, i CNU potrebbero essere recuperati a settembre o a ottobre.