Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Li Xiang in azione 2019 2020La serie A1 femminile ha già varato il girone di ritorno, ma non si conosce ancora il nome della squadra campione d'inverno. Manca infatti all'appello la sfida rinviata fra le due compagini che condividevano il primato a punteggio pieno, anche se le gare successive le hanno divise, perché la Brunetti Castel Goffredo ha pareggiato il derby mantovano contro la Polisportiva Bagnolese Panino LAB e la Teco Corte Auto Cortemaggiore ha battuto il Quattro Mori Cagliari, salendo al comando da sola.

Domani sera, alle ore 19, al PalaTennistavolo "Elia Mazzi" si affronteranno le campionesse d'Italia e le vice, che hanno vinto le prime cinque partite dell'andata e, comunque andrà, nella classifica aggiornata alla prima giornata di ritorno ci sarà una sola capolista. Il big match sarà affidato alla direzione di Renzo Bertotto e andrà in onda in diretta sul canale YouTube della FITeT al link https://www.youtube.com/results?search_query=fitet.

Saranno in campo le uniche tre atlete ancora imbattute. Le padrone di casa potranno contare sulla difesa cinese Li Xiang, che si è aggiudicata 12 singolari, mettendo in carniere 36 set e cedendone solo due. Dall'altra parta saranno della partita la russa Valentina Sabitova e la lituana Ruta Paskauskiene, che sono andate a segno undici e nove volte, con un bilancio rispettivo di 33 e 27 set vinti e sette e sei persi.

Le castellane hanno anche in organico la veterana Tan Wenling (cinque successi e una sconfitta), la 18enne azzurra Gaia Monfardini (3-2) e la 19enne slovacca Tatiana Kukulkova (3-3). «Dopo il pareggio contro la Bagnolese - osserva il coach Alfonso Laghezza - arriva la partita più attesa dell'anno, fra le due squadre che finora hanno dimostrato di avere qualcosa in più rispetto alle concorrenti. Corte ha qualcosa in più non solo rispetto alle altre avversarie, ma anche a se stessa degli altri anni. È certamente una compagine più competitiva con le due nuove straniere. Questo confronto darà ulteriori indicazioni sul valore sia nostro sia loro, sarà un utile strumento di valutazione. Paskauskiene non si discute, ha dimostrato le sue qualità nel corso di una lunga carriera che l'ha anche vista campionessa europea. Ha grandissima esperienza e sono curioso di vederla contro Li Xiang, che è sempre stata il nostro punto di riferimento, o anche contro Kukulkova, che ormai frequenta stabilmente i palcoscenici internazionali, a dispetto della sua giovane età. Sabitova se riesce a giocare in velocità e a capitalizzare il suo diritto può essere rivale scomoda per chiunque. Bisognerà vedere anche lei come si troverà con le difese di Lily ed eventualmente con Kukulkova, che non lascia mai giocare bene, o con Monfardini mamma o figlia, che si fanno valere in velocità. Sulla carta noi siamo probabilmente un team più equilibrato. Domani per tutti si alzerà l'asticella e mi auguro che sia una bella sfida. La affronteremo con fiducia, so quello che possono dare le ragazze e sono tranquillo».

Le magiostrine completeranno la coppia straniera con le nazionali juniores Arianna Barani (tre incontri vinti e due persi) e Valentina Roncallo (uno vinto e tre persi), entrambe classe 2002. «Castel Goffredo - afferma il tecnico Olga Dzelinska - rimane una squadra molto difficile da battere, anche se non impossibile, perché ha tutte ragazze in grado di conquistare dei successi. Puntiamo a fare una bella gara, ottenendo il massimo nelle condizioni in cui saremo, senza pensare troppo al risultato. Le nostre due straniere finora sono state infallibili, ma non sono certamente ottimista per quanto riguarda le loro gare contro Li Xiang. A meno che si sia abituati a quel tipo di gioco, è una vera impresa sconfiggere una difesa al primo confronto. Lo abbiamo visto l'anno scorso, quando Strbikova ha impiegato due match prima di capire bene il gioco della cinese, per poi imporsi nell'ultimo incontro. Oltre a ciò, le mie due giovani Barani e Roncallo non sono ancora pronte a superare atlete del calibro di quelle che si troveranno davanti a Castel Goffredo. Con questi presupposti, se strappassimo un pareggio sarebbe già strepitoso, oltreché molto utile per rimanere in testa alla classifica. Non sarà comunque questa la nostra partita della vita. L'obiettivo è di arrivare ai playoff nella posizione più alta possibile e poi raggiungere la finale. Sarei molto delusa se non ci riuscissimo».

Nella foto marcofotoclaudio, Li Xiang (Brunetti Castel Goffredo) in azione