Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Podio singolare Giovanissimi Terni dicembre 2018Nel torneo nazionale giovanile di Terni ha vinto fra i Giovanissimi senza avere neppure un punto in graduatoria, ma non è stato una sorpresa. Danilo Dmitri Faso è figlio di genitori italiani, entrambi pongisti, è ha iniziato a giocare in Francia, dove la famiglia si è trasferita per qualche anno. Nel Paese transalpino è diventato  il numero 1 dei classe 2010 e il n. 2 compresi anche i nati nel 2009. All’ultimo EuroMiniChamps di Schiltigheim si è comportato ottimamente, pur giocando contro avversari più grandi di lui di tre anni.

Ora papà Marco ha deciso di rientrare in Italia e il pargolo è tesserato per il Tennistavolo Ennio Cristofaro. I presupposti perché  Danilo trionfasse al PalaTennistavolo “Aldo De Santis” c’erano dunque tutti, a dispetto di una classifica tricolore inesistente, essendo al suo primo torneo.

Per strada ha lasciato un solo set, nei quarti (11-6, 11-9, 7-11, 11-7) al numero 2 del seeding Simone Garello (A4 Verzuolo), per il resto ha fatto l’en plein, prevalendo per 11-8, 11-8, 11-3 negli ottavi su Marco Berluti (Tennistavolo Senigallia) e per 11-9, 11-5, 14-12 in semifinale sul numero 3 Davide Lorenzo Simon (Sial Piossasco).

Nell’atto conclusivo si è trovato di fronte il n. 4 Flavio Lavermicocca, anche lui portacolori dell’Ennio Cristofaro, e lo ha battuto per 11-5, 11-9, 11-9. Lo snodo della partita è stato nel corso del secondo set, in cui Faso ha recuperato da 3-8. Nel terzo sembrava padrone del campo, poi sul 10-4 non ha sfruttato i primi cinque match-point e solo il sesto gli ha consegnato il successo.

Anche Lavermicocca ha disputato un bellissimo torneo, mettendo sotto negli ottavi per 3-1 (11-6, 7-11, 11-3, 11-6) Erik Paulina (Sportni Krozek Kras), nei quarti per 3-0 (11-6, 11-8, 11-6) Luca Gatti (CATeT Florens) e in semifinale per 3-1 (11-5, 9-11, 14-12, 11-4) il numero 1 Francesco Trevisan (TT Azzurra Gorizia), che nel terzo set ha avuto tre opportunità per portarsi in vantaggio per 2-1. La finale per il terzo posto è stata appannaggio di Simon, per 3-2 (3-11, 8-11, 11-2, 11-4, 11-6) su Trevisan. Le premiazioni sono state effettuate dal vicepresidente federale Giacomo Barbieri.