Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Fan Zhendong esulta per la qualificazione alla finale olimpica di Tokyo 2020Sarà la Cina a festeggiare i titoli olimpici di Tokyo 2020 dei singolari. Dopo aver subìto lo smacco della sconfitta nel doppio misto, ha infatti piazzato tutti i suoi atleti nelle finali delle altre due gare individuali. Le semifinali maschili e femminili sono state, però, molto diverse.

Fra le donne si è confermata la netta superiorità delle cinesi rispetto alla concorrenza, che solo la giapponese Mima Ito era riuscita talvolta a scalfire. Questa volta, invece, la beniamina di casa, testa di serie numero 3, si è dovuta arredere al rullo compressore rappresentato da Sun Yingsha (n. 2), che l'ha annichilita con un 4-0 che concede poco spazio all'immaginazione (11-3, 11-9, 11-6, 11-4). Nel derby fra 20enni (la nipponica è più vecchia di soli 14 giorni) c'è stata lotta solo nel secondo set, che peraltro Sun aveva aperto sul 5-0 e Mima è stata brava a recuperare fino al 9-9.  

Nella parte alta del tabellone la capofila mondiale Chen Meng non ha lasciato scampo per 4-0 (11-6, 11-8, 11-7, 11-6) alla singaporeana Yu Mengyu, che da numero 26 del seeding si era comunque già regalata un'esperienza indimenticabile.

La sua finale di oggi per il bronzo contro Ito sarà alle ore 13 italiane, mentre quella per l'oro fra Chen e Sun andrà in campo alle 14.

In campo maschile le sfide sono state durissime e si sono risolte per piccoli dettagli. Il numero 1 al mondo Fan Zhendong ha impiegato 85 minuti per eliminare per 4-3 (6-11, 11-9, 14-12, 13-15, 11-9, 9-11, 11-8) il talento taipeano Lin Yun-Ju (n. 5), nel match diretto come secondo arbitro dal nostro Mario Re Fraschini (sullo sfondo nella foto di Rémy Gros).

Sono stati necessari solo quattro minuti in meno a Ma Long (n. 2) per avere ragione per 4-3 (13-11, 11-8, 9-11, 9-11, 11-7, 5-11, 11-9) dell'indomito tedesco Dimitrij Ovtcharov (n. 7), che domani alle ore 13 andrà a caccia del suo secondo bronzo, dopo quello di Londra 2012, contro Lin.

Alle 14 sarà scontro titanico fra Fran Zhendong e il detentore del titolo Ma Long.