2020 Assemblea 01 minibanner

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Logo ETTU 3Il Comitato Esecutivo della European Table Tennis Union ha considerato l'impatto della situazione d'instabilità legata al Covid-19 in tutta Europa sulla pianificazione dei gironi della prima fase dei Campionati Europei a squadre e ha ricevuto i riscontri da molte Associazioni dei Paesi membri negli ultimi giorni.

Tutte hanno menzionato le restrizioni di viaggio, le restrizioni di blocco e la difficoltà di organizzare allenamenti sufficienti prima delle partite.

Il Comitato ha dunque concordato quanto segue:

- posticipare i gruppi della serie C, che avrebbero dovuto giocare il ​​23 e il 24 gennaio, a una data successiva, in aprile o in maggio;

- posticipare i gruppi della serie B (che comprendono anche l’Italia maschile) a una data successiva, possibilmente a fine maggio;

- cancellare i gruppi della serie A. A questo proposito sono state ammesse le migliori 12 squadre secondo i risultati dei Campionati Europei di Nantes 2019 alla fase finale di Cluj Napoca. Le nazioni in questione sono in campo maschile, oltre a Romania (ospitante) e Germania (campione in carica), Portogallo, Svezia, Francia, Austria, Inghilterra, Slovenia, Polonia, Croazia, Russia, Bielorussia, Danimarca e Spagna e nel femminile, oltre a Romania (ospitante e campione uscente), Portogallo, Polonia, Ungheria, Germania, Ucraina, Francia, Olanda, Austria, Russia, Svezia, Lussemburgo e Repubblica Ceca;

- consentire alle restanti 6 squadre della serie A (Italia femminile compresa) di disputare la fase 2 dopo i Giochi Olimpici di Tokyo, in agosto o settembre.

Il Comitato esecutivo ritiene che il piano di cui sopra garantirà il mantenimento dell'integrità della competizione e che 24 squadre maschili e 24 femminili saranno accolte alla fase finale di Cluj Napoca a settembre.

ETTU lavorerà con le Associazioni nelle prossime settimane, per garantire che le date e le sistemazioni migliori siano trovate per i gironi delle serie C e B e le partite della Fase 2 della serie A. Un aggiornamento e un rapporto saranno forniti alla riunione straordinaria del Congresso di sabato 13 febbraio.