2020 Assemblea 01 minibanner

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Logo European Table Tennis UnionIl Chairman della Commissione Giovanile della European Table Tennis Union, lo svedese Thomas Buza, accompagnato dai Vice Carina Beck (Germania) e Samet Polat (Turchia), ha avviato, ieri sera, i lavori del quadriennio 2020-2024. Hanno partecipato anche i membri Andreas Georgiu (neo Segretario del Comitato Olimpico Cipriota), Anton Hamran (Slovacchia), Marion Vayre (Francia), Joke Wijker-Van de Ruit (Olanda), Petr Nedoma (Repubblica Ceca), Mirsad Pajevic (Bosnia Erzegovina), Philip McCallum (Scozia) e Matteo Quarantelli, che ci ha relazionato.

Heike Ahlert, in rappresentanza dell’Executive Board ETTU, ha portato il saluto del presidente Igor Levitin e ha realizzato una ricognizione delle prospettive di questo quadriennio nella stretta collaborazione con le diverse Commissioni (Atleti, Audit, Allenatori, Parità di genere, Paralimpica, Tecnica, Arbitrale, Veterani e Giovanile).

Dopo un’articolata fase di presentazione dei partecipanti, riuniti per via telematica, Thomas Buza ha preso in esame i diversi punti dell’Ordine del Giorno, moderandone la discussione.

Particolare attenzione è stata dedicata alla situazione di Emergenza Sanitaria dovuta alla diffusione del COVID-19, che sta coinvolgendo la quasi totalità dei Paesi ETTU.

Una riflessione è stata dedicata al delicato riscontro del TOP 10 svoltosi a Berlino che, se da una parte ha visto lo straordinario impegno della Federazione Tedesca, ha però dovuto segnalare, in sede e successivamente, un rilevante numero di casi di positività al COVID-19.

L’analisi di tale situazione invita a osservare straordinarie misure di cautela, per garantire un contenimento del contagio.

Un pensiero è stato poi dedicato a Nicolas Greiner, allenatore della Federazione Francese, prematuramente scomparso per un attacco cardiaco, a pochi giorni dal suo rientro da Berlino.

Ulteriore spunto di confronto ha riguardato la possibilità di dialogare con i membri dell’Executive Board e delle altre Commissioni, per definire un piano strategico e una opportuna Road Map a fronte delle presenti e future prospettive di sviluppo del tennistavolo internazionale ed Europeo.

La Commissione Giovanile recepisce l’invito a definire concreti impegni affinché il movimento sportivo europeo possa riavvicinare, sotto ogni punto di vista, quello asiatico, attualmente in forte espansione.

Ulteriore importante tema di approfondimento ha riguardato il nuovo piano ITTF per gli Eventi WTT dedicati ai Giovani.

Nel 2021 si manifesteranno cambiamenti importanti che proporranno una differente gestione organizzativa.

Vi saranno tre livelli di tornei

  • Campionati del Mondo U19 e U15 ITTF, dedicati ai migliori giocatori dei Continenti
  • Tornei WTT Youth Star Contenders, dedicati ai migliori giocatori (fino ad un massimo di 32) U15 e U19
  • Tornei WTT Youth Contenders, aperti a tutti con prove U11, U13, U15, U17; U19.

Ulteriore riferimento sarà la WTT Future Stars Cup dedicata ad atleti U19 e U21.

I settori di riferimento saranno diversi rispetto a oggi:

  • U19 (nati nel 2002 o successivamente).
  • U17 (nati nel 2004 o successivamente).
  • U15 (nati nel 2006 o successivamente).
  • U13 (nati nel 2008 o successivamente).
  • U11 (nati nel 2010 o successivamente).

Nuove prospettive, che richiedono un’attenzione dell’ETTU nel valutare adeguate attività di concerto. La Commissione Giovanile dovrà quindi farsi parte diligente, per gestire una fase transitoria e le future innovazioni.

I partecipanti hanno poi concluso la riunione con l’impegno di condividere i documenti prima del successivo meeting.