Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Logo Tokyo 2020Le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Tokyo sono state posticipate al prossimo anno. Lo ha ufficializzato il Comitato Olimpico Internazionale con un comunicato stampa nel quale si afferma che "i Giochi sono rinviati al 2021, non oltre l'estate, per salvaguardare la salute degli atleti e di tutti i partecipanti. Manterranno il nome di Giochi Olimpici e Paralimpici Tokyo 2020". La fiamma, che domani avrebbe dovuto iniziare il suo percorso nelle 47 prefetture giapponesi, rimarrà nel Paese del Sol Levante.

Ad anticipare la notizia alla televisione pubblica Nhk era stato il premier nipponico Shinzo Abe, dopo aver parlato in teleconferenza con il presidente del CIO Thomas Bach, alla presenza anche del presidente del Comitato Organizzatore di Tokyo 2020, Mori Yoshiro, del ministro olimpico, Hashimoto Seiko, del governatore di Tokyo, Koike Yuriko, del presidente della Commissione di Coordinamento del CIO, John Coates, del direttore generale del CIO, Christophe De Kepper, e del direttore esecutivo dei Giochi Olimpici del CIO, Christophe Dubi.

Non esistevano infatti margini di manovra per organizzare la rassegna a cinque cerchi entro il 2020, dopo le affermazioni del direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), Tedros Adhanom Ghebreyesus, che aveva sottolineato l'accelerazione della pandemia di Coronavirus COVID-19:«La diffusione senza precedenti e imprevedibile dell'epidemia ha visto il deteriorarsi della situazione nel resto del mondo». Sono infatti oltre 375.000 i casi registrati in tutto il pianeta e in quasi tutti i Paesi e il loro numero sta crescendo continuamente.