Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Qualificazioni olimpiche presentazione Italia contro BelgioPeccato, peccato, peccato. L'Italia maschile ha perso per 3-2 contro il Belgio il sedicesimo di finale del Torneo Mondiale di Qualificazione Olimpica di Gondomar, in Portogallo, e domani alle ore 20 (al tavolo 1) saranno Cedric Nuytinck e compagni a contendere al favorito Portogallo il biglietto per i Giochi di Tokyo.

La sfida, sulla carta in salita, anche se non impossibile, è diventata gradualmente sempre più alla portata dei ragazzi guidati dal direttore tecnico Patrizio Deniso, che hanno mancato veramente di poco l'obiettivo. Dopo essere stati avanti per 1-0 e 2-1, gli ultimi due singolari sono terminati al quinto set e sul 2-2 Leonardo Mutti è stato autore di una prestazione sopra le righe e ha sfiorato l'impresa, che avrebbe meritato per il gioco espresso, proprio contro Nuytinck, n. 46 al mondo.

Nel doppio iniziale Mihai Bobocica e Mutti hanno affrontato Martin Allegro e Florent Lambiet e dal 4-4 sono volati sul 10-4. Si sono visti annullare i primi tre set-point e hanno chiuso al quarto.

Nel secondo parziale gli azzurri sono saliti da 2-2 a 4-2 e poi a 6-3. Dall'8-5 sono stati rimontati (8-7) e il dt Deniso ha chiamato il timeout. Alla ripresa i belgi hanno pareggiato (8-8) e sul 9-9 sono stati loro ad andare alla palla set. Bobocica e Mutti l'hanno cancellata, si sono procurati la seconda chance (11-10) e l'hanno concretizzata. 

Il duo italiano ha proseguito e sul 3-1 è stata la panchina belga a ricorrere al tempo tecnico. Al rientro Allegro e Lambiet hanno recuperato e sono passati a condurre (4-3). Gli azzurri hanno risposto con tre punti consecutivi (6-4), sono stati raggiunti (6-6) e sono tornati avanti (9-6). Hanno avuto tre match-point (10-7) e al secondo hanno tagliato il traguardo.

Il primo singolare ha opposto Niagol Stoyanov a Cedric Nuytinck ed è stato subito equilibrio. L'azzurro si è portato sul 4-2 ed è stato appaiato (4-4), stesso discorso dal 7-5 al 7-7. Dall'8-8 è stato il belga a imporre un break di 3-0.

Nuytinck nel secondo parziale è scattato in modo travolgente (6-1) e sul 9-4 Stoyanov ha conquistato quattro scambi di fila (9-8). Logica l'interruzione del gioco da parte del Belgio, che al ritorno al tavolo ha fruttato due set-point. Sul secondo il numero 1 italiano ha spedito lunga una risposta di diritto.

La terza frazione in avvio è assomigliata alla precedente e sull'1-4 Deniso ha chiesto il minuto di sospensione, ma Nuytinck ha continuato a macinare gioco (9-1) e sul 10-3 ha concretizzato la quarta opportunità.

Sull'1-1 sono scesi in campo Bobocica e Lambiet, con il secondo subito in testa (4-1) e il primo bravo a ribattere con un 5-0. Dal 5-7 il belga ha operato il sorpasso (10-7) e al secondo set-point è stato efficace.

Bobo ha cominciato alla grande il secondo parziale (6-2) e ha incrementato il margine (8-3). Lambiet è tornato in scia (8-7) e Deniso ha chiesto un timeout molto propizio, che ha preceduto il 4-0 decisivo.

Il primo spunto della terza frazione è stata dell'azzurro (3-1), che è stato agganciato (3-3) ed è ripartito (6-3), salendo a quattro possibilità di chiusura (10-6) e andando a bersaglio alla seconda.

Lambiet ha reagito (5-2) e Bobocica ha accorciato (5-4) e ha pareggiato (7-7), prendendosi poi due match-point e approfittando del primo.

Italia, dunque, di nuovo avanti e testimone a Stoyanov, che aveva di fronte Allegro e dal 5-5 ha messo il turbo (9-5), aggiudicandosi di forza il primo set. Il belga non si è tirato indietro (4-1) e dal 7-3 Niagol ha rimontato (7-6). Dopo il timeout Lambiet non si è più fermato (10-7) e ha risollevato le sorti del suo incontro.

Il terzo parziale si è aperto con due scambi vinti da campione da Stoyanov, ma Allegro non si è fatto intimidire (2-2). Si è proceduto punto a punto (6-6), poi il belga è scappato (9-6) e non si è fatto più riprendere.

L'azzurro si è riscattato (4-1), ma dal 7-4 è stato riavvicinato (7-6), con Deniso pronto a chiamare a sé il suo atleta, che ha saputo rimettersi in moto e, con un break di 5-0, rinviare il verdetto alla "bella".

Stoyanov ha tenuto il piede premuto sull'acceleratore (3-1) e Allegro non è stato da meno, ribaltando il punteggio con un 3-0 e cambiando campo sul 5-4. Il belga si è issato sul 6-4 e dall'8-6 il finale è stato tutto suo.

Mutti contro Nuytinck è partito a cannone (6-2) e, dopo aver subìto il recupero (6-5), dall'8-7 non ha più avuto tentennamenti. Nel secondo set il mantovano ha ribaltato da 0-2 a 3-2. Dal 5-5 il belga ha assunto il comando (10-5) e alla seconda palla ha completato l'opera.

Nel terzo parziale Leo si è procurato un piccolo vantaggio (5-3) e lo ha conservato con grande abilità fino al doppio set-point (10-8), subito concretizzato. Il lombardo nella quarta frazione è stato fantastico a rimontare da 4-7 a 7-7, il successivo 4-0 per Nuitynck ha però prolungato l'incontro al quinto set.

Mutti ha cambiato campo sul 3-5 ed è poi passato in testa (6-5). Sul 7-7 il colpo di coda (9-7) è stato di Nuytinck, che si è preso il match sul filo del rasoio. Bravi i belgi, ma Italia da applausi.

Mihai Bobocica/Leonardo Mutti - Martin Allegro e Florent Lambiet 3-0 (11-7, 12-10, 11-8)

Niagol Stoyanov - Cedric Nuytinck 0-3 (8-11, 9-11, 6-11)

Mihai Bobocica - Florent Lambiet 3-1 (8-11, 11-7, 11-7, 11-8)

Niagol Stoyanov - Martin Allegro 2-3 (11-6, 8-11, 7-11, 11-6, 6-11)

Leonardo Mutti - Cedric Nuytinck 2-3 (11-8, 6-11, 11-8, 7-11, 8-11)

Le altre sette sfide che promuoveranno le vincenti alla rassegna a cinque cerchi saranno fra Corea del Sud e Repubblica Ceca (alle 11 al tavolo 2), Slovenia e India (alle 14 al tavolo 3), Ungheria e Svezia (alle 17 al tavolo 1), Polonia e Taipei (alle 17 al tavolo 2), Serbia e Hong Kong (alle 17 al tavolo 3), Gran Bretagna e Croazia (alle 20 al tavolo 2) e Francia e Slovacchia (alle 20 al tavolo 3).

Le gare saranno trasmesse in diretta streaming

al tavolo 1 al link https://tv.ittf.com/livestream/gondomar-table-1/1872191

al tavolo 2 al link https://tv.ittf.com/livestream/gondomar-table-2/1872192

e al tavolo 3 https://tv.ittf.com/livestream/gondomar-table-3/1872197