Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Azzurre juniores allOpen dUngheria 2019

All'Hungarian Junior & Cadet Open le squadre juniores azzurre hanno chiuso al secondo posto i loro gironi di qualificazione e non sono riuscite a qualificarsi ai tabelloni.

Le ragazze guidate da Giuseppe Del Rosso hanno battuto per 3-0 la Polonia, con il 3-0 (12-10, 12-10, 11-5) di Jamila Laurenti su Ilona Sztwiertnia, il 3-0 (12-10, 11-5, 12-10) di Arianna Barani su Klaudia Franaszczuk e il 3-1 (11-9, 11-7, 8-11, 11-5) di Elisa Armanini su Anna Kubiak.

Nel secondo match è stata piuttosto ampia la superiorità della Francia, che ha avuto la meglio per 3-0, con il 3-1 (11-4, 7-11, 11-4 14-12) di Julie Pennec su Laurenti, il 3-1 (11-9, 8-11, 11-8, 11-8) di Lucia Mobarek su Barani e il 3-2 (11-4, 9-11, 4-11, 11-4, 11-2) di Hanitra Raharimanana su Armanini.

Di qualità, ma ininfluente ai fini del passaggio del turno, il successo per 3-2 sulla Croazia, firmato dal 3-1 (11-9, 11-7, 10-12, 11-8) di Barani e dal 3-0 (11-9, 11-9, 11-5) di Armanini su Gabrijela Alviz e dal 3-0 (11-6, 11-8, 11-6) di Laurenti su Hanna Loncarevic. Nelle fila avversarie ha fatto doppietta Hana Arapovic, per 3-1 (11-3, 11-6, 6-11, 11-8) su Armanini e per 3-0 (11-6, 11-5, 13-11) su Barani.

Il team maschile ha superato per 3-0 l'Austria, con il 3-1 (11-4, 9-11, 11-8, 11-3) di Andrea Puppo su Marc Sagawe, il 3-0 (11-2, 11-3, 11-7) di John Michael Oyebode su Fabian Fritz e il 3-1 (12-10, 8-11, 13-11, 12-10) di Antonio Giordano su Andrea Pierre Kases.

I ragazzi seguiti in panchina da Lorenzo Nannoni hanno concesso il bis sulla Serbia (3-0), con il 3-0 (11-9, 11-6, 11-6) di Oyebode su Djordje Petrovic, il 3-2 (6-11, 11-6, 11-3, 5-11, 11-6) su Akos Benko e il 3-0 di Tommaso Giovannetti su Dusan Vezmar.

Per il primato nel gruppo è risultata decisiva la sfida con la Croazia, persa per 3-0 con parecchie recriminazioni. Puppo è stato infatti rimontato da 2-1 a 2-3 (11-8, 8-11, 11-8, 8-11, 6-11) da Leon Santek e Marco Cappuccio da 2-0 a 2-3 (11-7, 11-7, 8-11, 8-11, 9-11) da Borna Petek. Più netta la sconfitta di Oyebode, per 3-1 (8-11, 9-11, 11-7, 6-11) per mano di Ivor Ban.

Nella foto le juniores azzurre: da sinistra Elisa Armanini, Arianna Barani, il tecnico Giuseppe Del Rosso e Jamila Laurenti