Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Xu Yingbin vince il Challenge Polish Open 2019Con un giovane emergente come Xu Yingbin e un''atleta non di primissima fascia, ma già affermata,  come He Zhuojia (nelle foto di Bogdan Pasek), la Cina si è aggiudicata i titoli dei singolari del Challenge Polish Open.

Il 18enne Xu, campione asiatico Under 18 un mese fa a Ulaambator, in Mongolia, che aveva disputato i gironi di qualificazione e nel primo turno del tabellone aveva fermato per 4-2 (11-8, 3-11, 14-16, 11-8, 14-12, 11-4) l'ucraino Kou Lei, testa di serie n. 2, ha battuto in finale per 4-1 (11-8, 13-11, 9-11, 11-7, 11-6)  il 22enne beniamino di casa Marek Badowski, testa di serie numero 18, ottendo il primo successo internazionale da senior.

In semifinale il vincitore ha costretto alla resa per 4-3 (7-11, 11-3, 8-11, 13-11, 11-6, 10-12, 11-5) il 19enne qualificato connazionale Xu Haidong, campione mondiale juniores del 2018, mentre il polacco ha eliminato per 4-2 (8-11, 11-4, 11-7, 11-6, 7-11, 11-9) il qualificato coreano Park Chan-Hyeok, che nei quarti aveva superato per 4-2 (12-10, 7-11, 7-11, 11-9, 11-7, 12-10) il greco Panagiotis Gionis, numero 1 del seeding.  

He Zhuojia vince Challenge Polish Open 2019Nel settore femminile la 20enne He Zhuojia, finalista lo scorso anno alle Grand Finals e nel 2019 all'Asarel Bulgaria Open e vincitrice dell'Open di Argentina nel 2014, era la numero 1 del tabellone e non ha fallito l'obiettivo. Con lei sono arrivate in semifinale altre due cinesi, entrambe qualificate, e la coreana Yang Haeun, n. 26 del seeding e impegnata da Debora Vivarelli negli ottavi.

La finale è stata un derby, in cui He Zhuojia ha rifilato un 4-1 (11-5, 11-9, 11-6, 8-11, 11-4) alla 15enne Chen Yi, campionessa asiatica fra le cadette in carica. Tutta cinese anche la semifinale della parte alta del tabellone, che He Zhuojia si è aggiudicata per 4-1 (11-7, 8-11 11-8, 11-4, 11-5) sulla 25enne Zhang Qiang. Nell'altra Chen Yi ha fermato per 4-1 (11-9, 9-11, 11-8, 11-8, 12-10) la 25enne Yang Haeun.

Nel doppio maschile si sono imposti gli argentini Gaston Alto e Horacio Cifuentes, per 3-2 (3-11, 11-9, 11-8, 7-11, 11-4) in semifinale sui belgi Martin Allegro e Florent Lambiet, teste di serie numero 1, e per 3-1 (11-6, 2-11, 12-10, 11-8) in finale sui qualificati polacchi Maciej Kubik e Samuel Kulczycki, che avevano sconfitto per 3-1 (11-7, 9-11, 11-9, 13-11) i connazionali Jakub Dyjas e Daniel Gorak, n. 4. I sudamericani sono andati a segno per la prima volta in un evento del World Tour o della Challenge Series.

Nel femminile le giapponesi Honoka Hashimoto e Maki Shiomi, n. 3, hanno avuto la meglio per 3-1 (11-7, 11-9, 12-14, 13-11) sulle coreane Lee Eunhye e Shin Yubin, provenienti dai preliminary round. Quest'anno si erano già imposte in Paraguay. In semifinale avevano eliminato per 3-2 (11-3, 6-11, 5-11, 11-4, 11-9) le qualificate cinesi Fan Siqi e Zhang Qiang, mentre le coreane avevano estromesso per 3-2 (9-11, 11-6, 6-11, 11-8, 12-10) le thailandesi Orawan Paranang e Suthasini Sawettabut, n. 6.

Le gare Under 21 hanno sorriso ai cinesi. Fra i ragazzi il 16enne Xiang Peng ha avuto la meglio in finale per 3-1 (11-6, 13-11, 7-11, 11-1) sul francese Irvin Bertrand (usciti in semifinale il taipeano Tai Ming-Wei e il polacco Samuel Kulczycki) e fra le ragazze la 15enne Kuai Man nel derby ha regolato per 3-0 (11-7, 13-11, 11-9) Ql Fei (terze la nipponica Maki Shiomi e la svedese Filippa Bergand).