Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Azzurre juniores allOpen di Croazia giovanile 2019

Si sono disputate oggi le gare a squadre al Croatia Junior & Cadet Open e le due compagini azzurre juniores impegnate si sono aggiudicate i rispettivi gironi. Domani torneranno in gara per i quarti di finale.

Le ragazze guidate da Giuseppe Del Rosso (nella foto da sinistra Valentina Roncallo, Arianna Barani e Jamila Laurenti) hanno iniziato il loro percorso con il 3-1 su Croazia 2. I primi due singolari hanno incanalato la partita, con il 3-0 (11-9, 11-8, 15-13) di Barani su Zara Ilic e il 3-1 (10-12, 11-5, 11-7, 11-5) di Laurenti su Marta Jurcevic.

Nella sfida fra le numero 3 Roncallo ha dato vita a una bella battaglia con Gabrijela Alviz e alla fine ha ceduto per 3-2 (11-4, 7-11, 11-8, 5-11, 9-11). Ha chiuso i conti Laurenti, che ha prevalso per 3-0 (11-5, 11-5, 11-9) su Ilic.

Più agevole il compito contro il Lussemburgo, regolato per 3-0, con il 3-0 (11-6, 12-10, 11-6) di Laurenti su Ariel Barbosa, il 3-2 in rimonta (8-11, 10-12, 11-6, 11-7, 13-11) di Barani su Dominique Kiefer e il 3-1 (10-12, 11-2, 11-7, 11-7) di Roncallo su Julie Poncin.

In serata il 3-1 ai danni della Norvegia ha fruttato il primo posto. Dopo l'1-3 (11-2, 7-11, 15-17, 8-11) di Barani per mano di Rikke Skattet, sono arrivati i due successi di Laurenti, per 3-0 (11-4, 11-7, 11-8) su Martine Toftaker e 3-0 (11-4, 11-1, 11-5) su Skattet, e in mezzo quello di Roncallo, per 3-1 (11-2, 9-11, 11-7, 11-1) su Lisa Lange.

Il sorteggio non è stato generoso e domani alle ore 9 le avversarie saranno le cinesi.

Triplo colpo anche per gli juniores che in prima battuta hanno rimontato la mista Germania/Corea, imponendosi per 3-2. Il coreano Park Minjun ha avuto la meglio per 3-1 (8-11, 11-8, 11-5, 13-11) su John Michael Oyebode e Andrea Puppo ha pareggiato, con il 3-2 (7-11, 15-13, 11-9, 10-12, 18-16) l'altro coreano Kim Hyunso. Il tedesco Daniel Rinderer ha riportato avanti gli avversari, prevalendo per 3-1 (11-4, 11-4, 4-11, 11-4) su Marco Cappuccio. Puppo ha ancora impattato, grazie al 3-2 (5-11, 11-1, 15-13, 10-12, 12-10) su Park Minjun e Oyebode ha effettuato il sorpasso decisivo, piegando per 3-0 (11-7, 11-7, 11-9) Kim Hyunso.

Ha riservato meno problemi la sfida contro la mista Egitto/Thailandia, terminata sul 3-0 e risolta dal 3-2 (11-8, 12-10, 11-6, 9-11, 11-7) di Oyebode su Mohamed Azzam, dal 3-0 (11-2, 11-7, 11-5) di Puppo su Omar Allam e dal 3-0 (11-9, 11-7, 11-8) di Giovannetti su Porapat Thanmathikom.

Molto positiva la conclusione di giornata, che ha registrato il 3-1 sulla Russia, propiziato dalla partenza lanciata, innescata dal 3-2 (11-9, 9-11, 11-9, 8-11, 11-8) di Oyebode su Damir Akhmetsafin e dal 3-1 (11-4, 13-11, 8-11, 11-7) di Puppo su Ruslan Cherkes. Cappuccio ha ceduto per 3-0 (11-13, 8-11, 9-11) a Vladislav Makarov e Oyebode si è incaricato di completare l'opera, con il 3-1 (7-11, 11-9, 11-9 11-6) su Cherkes.

Domani alle 11,30 ci sarà l'incrocio con Taipei 2.