Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Quadri Aruna allOpen di Bulgaria 2019Lo scorso anno all’Asarel Bulgaria Open aveva compiuto l’impresa di battere subito il campionissimo Ma Long e negli ottavi era stato eliminato dalla sorpresa cinese Ma Te. Oggi l’inglese Liam Pitchford, testa di serie numero 6, che ieri aveva vinto all’esordio secondo pronostico per 4-2 contro l’ucraino Kou Lei, non è riuscito a migliorare quel risultato ed è stato battuto per 4-3 (11-5, 9-11, 9-11, 11-8, 8-11, 11-7, 5-11) dal taipeano Chuang Chih-Yuan, n. 15.

Procede, invece, senza tentennamenti il percorso del nigeriano Quadri Aruna (nella foto), n. 10, che, rilanciato dal successo della scorsa settimana al Challenge Plus Nigeria Open, ieri aveva estromesso proprio Ma Te per 4-3 e negli ottavi odierni si è ripetuto, ricorrendo sempre al set decisivo (11-9, 11-9, 4-11, 3-11, 11-9, 5-11, 11-5), ai danni dell’hongkonghese Wong Chun Ting, n. 7.

L’africano è una mina vagante, come anche il qualificato cinese Zhao Zihao, che ha sconfitto per 4-2 (11-6, 11-6, 11-7, 7-11, 13-15, 11-8) il giovane sloveno Darko Jorgic, in un tabellone nel quale i primi due atleti del seeding hanno rafforzato la loro candidatura a una sfida in finale. Il giapponese Tomokazu Harimoto, n. 1, si è imposto per 4-2 (11-8, 11-5, 8-11, 8-11, 11-2, 11-6) sul qualificato taipeano Chen Chien-An e il tedesco Dimitrij Ovtcharov, n. 2, non ha avuto problemi a superare per 4-0 (11-8, 11-7, 11-8, 11-7) l’altro teutonico Ruwen Filus.

Assolutamente inopinata la presenza ancora in gara del qualificato 26enne giapponese Takuya Jin, che è uscito vittorioso per 4-3 (12-10, 9-11, 10-12, 11-7, 14-12, 9-11, 11-6) dal derby fra outsider con il 18enne connazionale Yuta Tanaka.

Non hanno faticato il giapponese Jun Mizutani, n. 4, e il portoghese Marcos Freitas, proveniente dalle qualificazioni, che hanno approfittato delle rinunce dell’altro nipponico Asuka Machi e del croato Tomislav Pucar, anche loro partiti dai preliminary round.

Domani nei quarti si incontreranno alle ore 15 italiane Zhai Zihao e Ovtcharov, alle 15,50 Harimoto e Jin, alle 16,40 Chuang Chih-Yuan e Freitas e alle 17,30 Mizutani e Aruna.

Nelle semifinali del doppio maschile, in una sfida fra qualificati, i giapponesi Yukiya Uda e Kazuhiro Yoshimura hanno dominato per 3-0 (11-6, 11-4, 11-6) gli iraniani Nima Alamian e Noshad Alamiyan e i coreani Jeoung Youngsik e Lee Sangsu, n. 2, hanno concesso solo il primo set (7-11, 11-6, 13-11, 11-8) ai cinesi Xi Yizheng e Zheng Peifeng, che avevano dovuto disputerà i turni preliminari. La finale sarà domani alle 19,10.

Nel doppio femminile l’atto conclusivo sarà alle 18,20 fra le qualificate cinesi Gu Yuting e Mu Zi, che hanno prevalso per 3-1 (8-11, 12-10, 13-11, 11-5) sull’austriaca Sofia Polcanova e sulla romena Bernadette Szocs, n. 7, e le giapponesi Miu Hirano e Saki Shibata, n. 5, che hanno avuto la meglio per 3-1 (11-3, 5-11, 11-6, 11-8) sulle qualificate cinesi Chen Xingtong e Li Jiayi.

Il primo titolo assegnato sarà quello del misto, con l'incontro che alle 12,20 metterà di fronte i qualificati cinesi Ma Te e Wu Yang, che hanno fermato per 3-1 (11-4, 11-3, 7-11, 11-5) i romeni Ovidiu Ionescu e Bernadette Szocs, n. 6, e i giapponesi Jun Mizutani e Mima Ito, n. 7, che nello scontro in famiglia hanno travolto per 3-0 (11-2, 11-3, 11-6) i compagni Tomokazu Harimoto e Kasumi Ishikawa, n. 3.      

Tutti i match si disputeranno al tavolo 1 e in diretta streaming al link https://tv.ittf.com/livestream/bulgaria-open-table-1/1668595.