Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Debora Vivarelli esultanteIl Challenge Plus Nigeria Open porta senza dubbio fortuna al tennistavolo azzurro femminile. Due anni fa Giorgia Piccolin si aggiudicò il singolare Under 21 e oggi a fare faville nel singolare assoluto è stata Debora Vivarelli, che ha centrato l'accesso alla semifinale.

Quando in Italia era l’ora di pranzo ha rispettato il pronostico e da testa di serie numero 7 ha sconfitto negli ottavi per 4-1 (14-12, 11-9, 8-11, 11-6, 11-8) l’egiziana Farah Abdel-Aziz, n. 12. L’impresa è invece arrivata in serata, quando la 26enne altoatesina nei quarti si è trovata di fronte la 27enne slovacca Barbora Balazova, numero 1 del seeding e n. 48 del ranking mondiale, e l’ha superata per 4-1 (11-6, 11-8, 12-10, 8-11, 11-9).

La capofila della classifica tricolore si è portata autorevolmente in vantaggio per 3-0 e ha poi subìto il comprensibile ritorno dell’avversaria, che nel quarto set ha accorciato le distanze e nel quinto ha avuto un avvio ruggente (3-0). Vivarelli ha recuperato, è passata a condurre e si è procurata quattro match-point (10-6). Si è vista annullare i primi tre, ma ha saputo lottare fino alla fine e al quarto ha tagliato il traguardo, ottenendo il risultato più importante della sua carriera, contro un’atleta capace di qualificarsi alle Olimpiadi di Rio 2016.

Domani alle ore 11 italiane (al tavolo 1 e in diretta streaming al link https://tv.ittf.com/livestream/nigeria-open-table-1/1661106) Debora sarà opposta alla russa Yana Noskova, n. 4 del tabellone, che ha eliminato nei quarti per 4-3 (6-11, 11-5, 11-7, 9-11, 11-4, 6-11, 11-4) l’indiana Pooja Sahasrabudhe, che proveniva dalle qualificazioni. L’altra sfida alle 12,40 opporrà la difesa russa Polina Mikhailova, n. 2, che ha inflitto un 4-0 (11-4, 11-9, 11-4, 11-7) alla tedesca Wan Yuan, n. 16, alla qualificata indiana Sreeja Akula, giustiziera per 4-0 (11-5, 11-2, 11-8, 11-5) della croata Ida Jazbec e precedentemente negli ottavi per 4-0 (11-9, 11-6, 11-7, 11-9) dell’egiziana Dina Meshref, n. 3 del torneo.

Nel singolare maschile nella semifinale della parte alta del main draw alle 11,50 il nigeriano Quadri Aruna, testa di serie numero 1 e campione uscente, che non ha concesso set (11-6, 11-4, 11-8, 11-6) al brasiliano Thiago Monteiro, n. 5, incrocerà il qualificato indiano Soumyajit Ghosh, che non ha lasciato scampo (11-9, 11-9, 13-11, 11-9) al francese Alexandre Robinot, n. 11.

Nella parte bassa andrà in scena alle 13,30 l’attesa sfida fra il belga Cedric Nuytinck, n. 2, che ha sconfitto per 4-3 (6-11, 9-11, 11-9, 11-7, 11-9, 8-11, 11-7) l’egiziano Ahmed Saleh, n. 12, e l’austriaco Roberto Gardos, n. 4, anche lui costretto a ricorrere alla “bella” (11-6, 8-11, 11-8, 8-11, 9-11, 11-8, 11-9) per avere ragione del giovane romeno Rares Sipos, n. 20.

Nel doppio maschile alle 15,30 il belga Cedric Nuytinck e il francese Quentin Robinot, n. 1, che hanno estromesso per  3-0 (11-5, 11-7, 13-11) il lussemburghese Eric Glod e l’ungherese Tamas Lakatos, n. 7, contenderanno il titolo ai nigeriani Olajide Omotayo e Segun Toriola, n. 5, che hanno obbligato alla resa per 3-2 (8-11, 11-9, 8-11, 15-13, 13-11) i sauditi Ali Alkhadrawi e Abdulaziz Bu Shulaybi, n. 3.  

Nel doppio femminile alle 14,45 l’incontro decisivo sarà fra le croate Ida Jazbec e Ivana Malobabic, che hanno piegato per 3-0 (11-5, 11-8, 11-8) le nigeriane Cecilia Akpan e Offiong Edem, n. 8, e le russe Polina Mikhailova e Yana Noskova, n. 2, che hanno fermato per 3-2 (11-8, 12-10, 8-11, 10-12, 11-7) la romena Andreea Dragoman e la belga Lisa Lung, n. 7.

Nel misto il successo è stato già assegnato ai tedeschi Kilian Ort e Wan Yuan, n. 5, che in finale si sono imposti per 3-1 (9-11, 11-9, 11-7, 11-3) sui lussemburghesi Eric Glod e Sarah De Nutte. In semifinale i teutonici avevano dominato per 3-0 (11-4, 11-9, 11-7) i belgi Cedric Nuytinck e Lisa Lung, n. 3, e i lussemburghesi avevano riservato la stessa sorte (11-6, 11-4, 11-9) ai nigeriani Olajide Omotayo e Cecilia Akpan.

In archivio anche i singolari Under 21, che hanno premiato i romeni Cristian Pletea, per 3-0 (11-8, 11-9, 11-6) sull’iraniano Amir Hossein Hodaei (usciti in semifinale l’altro romeno Rares Sipos e il belga Laurens Devos), e Andreea Dragoman, per 3-0 (11-3, 13-11, 11-5) sulla belga Lisa Lung (fuori nel penultimo turno l’indiana Sreeja Akula e l’egiziana Mariam Alhodaby.

Tutti i match di domani si disputeranno al tavolo 1 e in diretta streaming al già citato link https://tv.ittf.com/livestream/nigeria-open-table-1/1661106.