Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Niagol Stoyanov Open dAustria 2018 2Anche Mihai Bobocica e Niagol Stoyanov (nella foto) sono stati eliminati dai Campionati Mondiali di Budapest. Stoyanov, n. 73 della classifica internazionale, in realtà aveva il pronostico dalla sua parte e contro il 32enne messicano Marcos Madrid (n. 88) ha pagato una partenza rallentata e ha ceduto alla fine per 4-2 (8-11, 4-11, 8-11, 11-6, 11-2, 9-11).

Dopo un inizio equilibrato, l'azzurro è parso poter assumere il controllo (7-5) e invece un break di 6-1 lo ha costretto a inseguire. Nel secondo set Madrid ha allungato (7-1) e ha raddoppiato il vantaggio con tranquillità.

Stesso discorso in avvio di terzo parziale (6-1), ma questa volta Stoyanov si è riportato in scia (8-9), per poi perdere gli ultimi due punti. Con i margini di errore ormai azzerati, alla ripresa del gioco è andato fuga (5-1) e ha retto al tentativo di rientro del messicano. Ha insistito e anche il quinto set è stato una cavalcata vincente.

Madrid è tornato in partita nel parziale successivo (3-1) e Stoyanov è stato bravo a rimettersi in carreggiata. Sul 5-4 per lui, ha patito però uno 0-5 che è risultato fatale, nonostante i tre suoi punti di fila seguenti (8-9) e il primo match-point annullato sull'8-10. Al secondo al festeggiato il centramericano.

Bobocica, n. 97 del ranking Ittf, affrontava il 18enne statunitense Kanak Jha (n. 38) ed è stato superato per 4-1 (8-11, 7-11, 14-12, 11-13, 5-11). Il primo set ha visto costantemente avanti l'americano, raggiunto fino al 5-5, rimontato ancora dal 9-5 al 9-8 e poi capace di chiudere alla prima palla utile.

Nel secondo la sua superiotà è stata più netta. Nel terzo parziale Bobocica dal 4-4 ha preso la testa (6-4) e dal 7-5 ha subito tre punti consecutivi (7-8). Ha annullato un set-point (9-10), non ne ha sfruttati due (11-10 e 12-11) e al terzo ha accorciato le distanze.  

Anche la quarta frazione è stata lottata e Bobocica ha avuto due opportunità (10-8) che non ha concretizzato, ne ha salvato una a Jha (10-11) e sulla seconda è capitolato. Il quinto set ha avuto poca storia e il teenager a stelle e strisce ha dominato (8-2) e ha conquistato il passaggio del turno senza patemi.

Nei sedicesimi del doppio femminile Colantoni e Piccolin sono state sconfitte per 4-0 (5-11, 5-11, 3-11, 9-11) dalle taipeane Cheng Hsien-Tzu e Liu Hsing-Yin, teste di serie numero 12.

L'ultima presenza italiana in un tabellone era dunque rimasta la coppia maschile, composta da Bobocica e da Stoyanov, che però, anche lei nei sedicesimi, è stata estromessa per 4-1 (6-11, 11-9, 7-11, 5-11, 7-11) dal romeno Ovidiu Ionescu e dallo spagnolo Alvaro Robles, numeri 7 del seeding.