Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Azzurre stage a Castel Goffredo pre Mondiali 2019Il giorno di Pasqua inizieranno a Budapest i Campionati Mondiali individuali, che dureranno fino a domenica 28 aprile e metteranno in palio i titoli dei singolari e dei doppi maschili e femminili e del doppio misto. Se li contenderanno 578 atleti, 327 uomini e 251 donne, provenienti da 107 nazioni.

L'Italia sarà rappresentata in campo maschile da Mihai Bobocica e Leonardo Mutti (Aeronautica Militare), Matteo Mutti (Milano Sport) e Niagol Stoyanov (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre), guidati dal direttore tecnico Patrizio Deniso e dal tecnico Antonio Gigliotti, e nel femminile da Chiara Colantoni (Tennistavolo Castel Goffredo), Jamila Laurenti (Gruppi Sportivi della Polizia di Stato - Fiamme Oro) e Giorgia Piccolin e Debora Vivarelli (Centro Sportivo Esercito), assistite dal coach Maurizio Gatti (nella foto il gruppo di lavoro nell'ultimo stage di rifinitura a Castel Goffredo). Nei doppi le coppie saranno composte da Bobocica e Stoyanov, dai due Mutti, da Colantoni e Piccolin e da Laurenti e Vivarelli e i misti da Stoyanov e Piccolin e da Bobocica e Vivarelli.

Sul fronte arbitrale a dirigere i match iridati sarà anche Mario Re Fraschini.

Fra gli uomini la lista delle teste di serie è aperta dal cinese Fan Zhendong, n. 1 al mondo, che è seguito dai connazionali Xu Xin e Lin Gaoyuan, dal giapponese Tomokazu Harimoto (in dubbio per un infortunio), dal tedesco Timo Boll, dal coreano Lee Sangsu, dal brasiliano Hugo Calderano, dal nipponico Koki Niwa, dal cinese Liang Jingkun e dal coreano Jang Woojin, che completano la Top 10. Ma Long, campione olimpico e vincitore delle ultime due edizioni dei Mondiali, è n. 11.

Nel settore femminile guida la cinese Ding Ning, detentrice degli ultimi due titoli e oro anche nel 2011 e ai Giochi di Rio 2016. Alle sue spalle ci sono le connazionali Chen Meng, Wang Manyu e Liu Shiwen, le giapponesi Kasumi Ishikawa e Mima Ito, la taipeana Cheg I-Ching (in dubbio), la giapponese Miu Hirano, la singaporeana Feng Tianwei e la coreana Suh Hyowon.

I campioni uscenti sono i già citati Ma Long e Ding Ning nei singolari, i cinesi Fan Zhendong e Xu Xin nel doppio maschile, le cinesi Ding Ning e Liu Shiwen nel femminile e i giapponesi Maharu Yoshimura e Kasumi Ishikawa nel misto.    

Nel singolare maschile per trovare un vincitore non cinese bisogna andare indietro fino al 2003, quando a Parigi s'impose l'austriaco Werner Schlager. Il periodo d'oro degli europei era stato fra il 1989, quando aveva trionfato lo svedese Jan-Ove Waldner (ripetutosi poi nel 1997), e il 1993, anno di gloria del francese Jean-Philippe Gatien, passando per il 1991, che vide prevalere l'altro svedese Jörgen Persson. L'ultimo a salire sul podio è stato il tedesco Timo Boll, bronzo nel 2011 a Rotterdam.

Nel femminile l'ultima capace d'interrompere il dominio della Cina è stata la coreana del sud Hyu Jung-Hwa nel 1993 a Göteborg. Il Vecchio Continente ha gioito per l'ultima volta nel 1955, quando a Utrecht, in Olanda, la romena Angelica Rozeanu alzò il trofeo per la sesta volta consecutiva. L'ultima arrivata a medaglia è invece stata la croata Tamara Boros, terza nel 2003.

I Mondiali di Budapest saranno coperti in diretta streaming dalla Web Tv dell'International Table Tennis Federation, che trasmetterà i match giocati sui primi otto tavoli al link https://tv.ittf.com/.

Il presidente federale Renato Di Napoli sarà presente per partecipare al Congresso Mondiale dell'Ittf (International Table Tennis Federation) e al Congresso della Mttu (Mediterranean Table Tennis Union), da lui presieduta.

Ecco il programma agonistico della rassegna iridata:

domenica 21 aprile: primi due round d'incontri dei gironi di qualificazione dei singolari e turni preliminari del misto;

lunedì 22: terzo round dei gironi e turni preliminari dei singolari, fasi eliminatorie e trentaduesimi dei doppi maschile e femminile e sedicesimi del misto;

martedì 23: sessantaquattresimi e trentaduesimi dei singolari e sedicesimi dei doppi maschile e femminile;

mercoledì 24: sedicesimi del singolare maschile, sedicesimi e ottavi del femminile, ottavi dei doppi maschile e femminile e ottavi e quarti del misto;

giovedì 25: ottavi del singolare maschile, quarti del femminile e dei doppi maschile e femminile e semifinali del misto;

venerdì 26: quarti del singolare maschile, semifinali del femminile, semifinali del doppio maschile e finale del misto;

sabato 27: finale del doppio maschile e del singolare femminile, semifinali del singolare maschile e del doppio femminile;

domenica 28: finali del singolare maschile e del doppio femminile.