Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Mihai Bobocica Challenge Plus Oman Open 2019Dopo una settimana internazionale riservata sul fronte assoluto ai due appuntamenti della Challenge Series in Oman e in Spagna, iniziano gli eventi 2019 del World Tour con il primo dei sei tornei del circuito Platinum, in programma a Doha, in Qatar. Sarà coperto dalla diretta streaming su quattro tavoli sulla Web Tv dell’Ittf.

Saranno in gara anche gli azzurri Mihai Bobocica (nella foto) e Leonardo Mutti (Aeronautica Militare) e Niagol Stoyanov (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre), guidati dal direttore tecnico Patrizio Deniso.

A Doha gli incontri scatteranno domani con i turni di qualificazione dei singolari. Mutti alle 8 italiane (il Qatar è avanti di due ore) affronterà nel preliminary round 1 il coreano Seo Hyundeok (al tavolo 3 e in diretta streaming al link https://tv.ittf.com/livestream/ittf-qatar-open-table-3/1503485). Bobocica è già al preliminary round 2 e alle 12 sarà opposto al taipeano Feng Yi-Hsin. Stessa situazione per Stoyanov, che alle 15,20 incontrerà il giapponese Yuki Hirano.

In campo maschile mancherà il cinese Fan Zhendong, numero 1 al mondo e campione uscente. Le sedici teste di serie sono i suoi connazionali Xu Xin e Lin Gaoyuan, il giapponese Tomokazu Harimoto, il tedesco Timo Boll, il brasiliano Hugo Calderano, il coreano Lee Sangsu, l’hongkonghese Wong Chun Ting, i nipponici Koki Niwa e Jun Mizutani, il coreano Jang Woojin, il cinese Ma Long, lo svedese Mattias Falck, i tedeschi Dimitrij Ovtcharov e Patrick Franziska, il cinese Lian Jingkun e il qatarino Mohammed Abdulwahhab. Dovrebbe dunque avvenire il rientro del campione olimpico e mondiale in carica Ma Long, assente da agosto scorso e appena convocato dalla Cina per la rassegna iridata di fine aprile a Budapest.

Nel settore femminile fra le protagoniste di vertice saranno assenti le cinesi Zhu Yuling e Chen Meng. Le atlete che fanno parte del seeding sono la loro compagna di Nazionale Ding Ning, la giapponese Kasumi Ishikawa, le cinesi Liu Shiwen, detentrice del titolo, e Wang Manyu, la nipponica Mima Ito, la taipeana Cheng I-Ching, la giapponese Miu Hirano, la singaporeana Feng Tianwei, la coreana Su Hyowon, la giapponese Hitomi Sato, l’hongkonghese Doo Hoi Kem, la giapponese Saki Shibata, la cinese Chen Xingtong, la coreana Jeon Jihee, l’austriaca Sofia Polcanova e la qatarina Maha Faramarzi.