Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Vivere da sportivi 2017Il bullismo ed il cyber bullismo sono stati i temi più affrontati dalle scuole italiane tra quelli proposti per la IV edizione di Vivere da Sportivi 2017. La risposta degli studenti di tutta Italia è una chiara riprova che il fenomeno è molto sentito.

Moltissimi degli spot e dei video pervenuti al concorso hanno infatti trattato di bullismo fra i giovani, nei confronti di chi è percepito come diverso (omosessuali, diversamente abili, di etnie diverse) e anche i lavori selezionati per il Video festival 2017 (che si svolgerà a ottobre) testimoniano la sensibilità a questi temi da parte degli studenti e dei docenti che hanno partecipato alla campagna.

L’edizione 2017 si caratterizza anche per il netto primato, fra quelle finaliste, delle scuole del Nord Italia: dei 13 lavori finalisti 7 provengono dalle regioni settentrionali, 3 da quelle centrali e 3 dalle meridionali. Si conferma, rafforzandosi, un’altra indicazione già emersa negli anni precedenti: gli studenti del Nord Italia prediligono come strumento per esprimersi lo spot (quindi pochi secondi, massimo un minuto di immagini), mentre quelli del Centro e del Sud scelgono più spesso il format del video (anche 5 minuti di filmato).

Se il tema del bullismo risulta tra i più sentiti, quello del fair play, trainante e caratteristico della campagna, non è stato certo abbandonato.

Sono molto contenta dei video e degli spot che porteremo quest’anno al Video Festival – dichiara Monica Promontorio, presidente di Vivere da Sportivi – anche perché sono giunte in finale scuole che fino a ora non vi erano riuscite, segno del radicamento della campagna in tutto il territorio nazionale. Non bisogna dimenticare che ogni lavoro non rimane fine a sé stesso, perché viene ulteriormente diffuso sui social media e anche con apposite manifestazioni organizzate dai Comuni di provenienza delle scuole. In questo momento non posso che ringraziare, ancora una volta, tutte le Istituzioni, i media partner e le aziende che hanno sostenuto e continuano a sostenere Vivere da Sportivi”.

I migliori spot e i migliori video sono visibili online sul sito ufficiale di Vivere da Sportivi http://www.viveredasportivi.it/quarta-edizione-vivere-sportivi/ e tutti i primi circa 65 lavori selezionati su quello di alcuni partner istituzionali e media partner, anche per essere votati dalle giurie popolari (tramite web) che come ogni anno saranno presto attivate.

Di seguito l’elenco degli spot e dei video finalisti dell’edizione 2017, con l’indicazione del tema trattato:

Sezione Video

Salviamo gli Ultras

Istituto Tommaso D’Oria – Cirè (TO)

(Tema: violenza negli stadi)

Gol Cuore

ITI E. Medi – San Giovanni a Cremano (NA)

(Tema: integrazione ed inclusione)

Vivere Diversamente

Istituto Luigi Einaudi – Ferrara (FE)

(Tema: integrazione e disabilità)

Lo sport emargina il bullismo

Liceo Scientifico Alfano da Termoli – Termoli (CB)

(Tema: bullismo)

Insieme per vincere

Liceo Classico Statale Giulio Cesare – Roma (RM)

(Tema: sport palestra di vita/bullismo)

Il vero Fair-Play

Istituto Paritario Giovanni Paolo II – Ostia (RM)

(Tema: Fair-Play)

Sezione Spot

Abbattiamo i limiti

Liceo Artistico Bruno Munari – Vittorio Veneto (TV)

(Tema: bullismo e cyber-bullismo/sport palestra di vita)

Il bullismo pesa

Liceo Artistico Bruno Munari – Vittorio Veneto (TV)

(Tema: bullismo e cyber-bullismo/disabilità)

The Green

ISISS Luciano Dal Cero – San Bonifacio (VR)

(Tema: sport ed ambiente)

Lo sport è la base su cui si fonda l’uguaglianza

ISIS Zenale e Butinone – Treviglio (BG)

(Tema: integrazione ed inclusione)

Si gioca solo con le regole condivise

Liceo Scientifico Sportivo Galileo Galilei – Siena (SI)

(Tema: Rispetto delle regole e legalità)

Segni di lealtà

Magarotto IIS per sordi – Torino (TO)

(Tema: Rispetto delle regole e legalità)

#chevincailmigliore

ISISS E. Mattei – Aversa (CS)

(Tema: Rispetto delle regole e legalità)