Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

LogoFITET generica 14Si è riunito nella sede della FITeT il Consiglio Federale, che si è aperto con l’approvazione del verbale della riunione del 28 e 29 settembre.

Nelle sue comunicazioni, il presidente Renato Di Napoli ha esordito facendo i complimenti a Massimo Costantini, che ha conquistato il premio dell’Ittf come miglior tecnico per il 2018 ed è stato nominato responsabile dello sviluppo tecnico dell’Alto Livello mondiale.

La riforma voluta dal Governo modifica lo scenario relativo alla gestione dello sport italiano, con l’introduzione di un nuovo organismo che sostituisce Coni Servizi. Ci sarà bisogno di una sempre maggiore attenzione nell’utilizzo delle risorse. Probabilmente verrà richiesto alle Federazioni di assumere un ruolo non solo orientato alla pratica sportiva di Alto Livello, ma anche di rilevanza sociale, orientata alla salute e al benessere della persona. Bisognerà lavorare per creare una organizzazione che possa rispondere anche a queste nuove, accresciute, esigenze.

L’avvocato Giancarlo Guarino è stato nominato dal Coni commissario ad acta con il compito di adeguare lo Statuto FITeT ai nuovi principi informatori dettati dal Coni e approvati dalla Presidenza del Consiglio. Continuano i lavori della Commissione Statuto, che dovrà apportare le ulteriori modifiche connesse e, verosimilmente, entro il 2019 verrà convocata un’assemblea straordinaria, per approvare tutte le proposte di revisione allo Statuto.

Aru, l’agenzia per le Universiadi di Napoli 2019, ha stanziato un contributo per la collaborazione che la FITeT presterà all’organizzazione dell’evento. A tal proposito è stato scelto quale  competition manager dell'evento il dott. Ferdinando Coletta, che è già operativo. La Federazione prevede di partecipare all'evento con due squadre, una maschile e una femminile.

Il 5 ottobre a Roma è stata organizzata la conferenza stampa per presentare la Nazionale azzurra in partenza per i Campionati Mondiali di Celje, in Slovenia, e il progetto TennistavolOltre, finanziato da Fondazione Vodafone Italia. A Messina è stato poi avviato il progetto pilota, che ha destato grande interesse. I numeri delle adesioni al progetto a oggi sono di 11 Regioni, 30 Province, 100 istituti scolastici, 1.000 alunni disabili coinvolti e 10.000 loro compagni normodotati che saranno interessati dall’iniziativa. 

A novembre, in occasione delle Next Gen Atp Finals di tennis a Milano e successivamente anche a Roma, il presidente Di Napoli e il segretario generale Giuseppe Marino hanno incontrato il Chief Executive Officer dell’Ittf, Steve Dainton, e insieme ci si è accordati sulla possibilità di organizzare un grande evento di TTX in Italia nel corso del 2019. Si tratta di un nuovo modo di pratica del nostro sport, che si svolge prevalentemente all’aperto e che potrà essere il volano per lo sviluppo di un nuovo tipo di attività che richiami il maggior numero di persone possibile.

La FITeT ha richiesto l’organizzazione a Riccione di una tappa del World Tour dei Veterani, che è stato istituito dall’Ittf.

Si sono chiuse le iscrizioni al progetto Racchette di Classe del 2019 ed è stato studiato un nuovo sistema di contribuzione per le società sportive interessate. Attualmente sono arrivate quasi 90 adesioni. Gli alunni che hanno partecipato al progetto lo scorso anno e che si sono tesserati per i club pongistici erano superiori a 4.000 e, allo stato attuale, 40 di essi sono passati dallo status promozionale a quello agonistico.

Di Napoli ha incontrato l’assessore allo Sport del Comune di Terni, Elena Proietti, per parlare della situazione del PalaTennistavolo “Aldo De Santis” e verificare congiuntamente se sussistano le condizioni,  per partecipare al bando per l’assegnazione della foresteria. A tal scopo verranno fatte, preliminarmente, le adeguate valutazioni di carattere tecnico-economico, per verificare la sostenibilità del progetto. 

La Federazione Internazionale ha manifestato interesse a effettuare un raduno giovanile, diretto da Massimo Costantini, nel Centro Federale di Formia, prima dello svolgimento dello Junior & Cadet Open di Lignano Sabbiadoro. Nell’occasione si cercherà di organizzare anche un seminario, con la partecipazione di tecnici nazionali e internazionali. Un altro obiettivo è quello di candidare Formia per diventare uno dei tre centri di Alta Specializzazione riconosciuto dall’Ittf nell’ambito degli obiettivi del proprio Piano Strategico.

Al torneo di Terni si è ottenuto il record di 417 partecipanti e si tratta di un ottimo segnale. Durante la manifestazione sono stati premiati l’atleta Andrea Puppo e il tecnico Valentino Piacentini, per la conquista della medaglia d’oro nel doppio misto cadetti ai Campionati Europei Giovanili di Cluj-Napoca, in Romania.

Una partecipazione numerosa ha contraddistinto anche le Giornate Rosa di Coccaglio, testimoniando la bontà della scelta federale di istituirle.

Dopo aver introdotto nella stagione passata un montepremi per i Campionati Assoluti, quest’anno l’iniziativa sarà estesa anche ai tornei assoluti.

Di Napoli ha ricordato la presenza di Jamila Laurenti e Matteo Mutti alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires e degli stessi atleti e di Carlo Rossi ai Campionati Mondiali Juniores di Bendigo.

In riferimento ai Mondiali paralimpici di Celje, è stata elogiata l'impresa di Giada Rossi, che ha ottenuto il bronzo nella gara di singolare di classe 1-2. 

Il direttore tecnico Matteo Quarantelli ha comunicato che, rispetto a due anni fa, gli agonisti sono passati da 10.792 a 11.224, con un incremento di 432 atleti, pari al 4%. Nel settore giovanile  il numero è aumentato di 113 unità, da 2.527 a 2.640, pari al 4,5%.

A seguito della pubblicazione del bando per l’organizzazione dei campionati nazionali per il 2019 e delle candidature che sono state presentate, è stata approvata la delibera che assegna la Coppa Italia e i Campionati Italiani Giovanili a Terni, i Campionati Italiani di categoria a Riccione e i tricolori Veterani a Porto Santo Stefano, mentre per gli Assoluti la sede è ancora in via di definizione.

I viaggi organizzati in giro per l’Italia nell’ambito dell’Innovation Tour hanno rilevato l’importanza della presenza della Federazione sul territorio. Di Napoli ha reso noto che nel 2019 riprenderanno gli incontri con i Comitati Regionali e Provinciali e con le società sportive.

Il 31 gennaio si terrà l’assemblea elettiva per il rinnovo delle cariche federali in Sicilia.

Il presidente Di Napoli ha poi sottolineato come sia arrivato il momento, per far fare un vero salto di qualità al nostro movimento, di definire, nel corso del 2019, un Piano Strategico organico della Federazione, che possa dare nuovo impulso allo sviluppo dell’attività federale, attraverso l’adozione di una sorta di Manifesto quadro, con il quale individuare, per ciascuno degli ambiti ritenuti di maggiore rilievo per la Federazione, degli obiettivi concreti da raggiungere in un arco temporale di lungo respiro. Tutti gli sforzi dovranno essere convogliati verso il raggiungimento di traguardi condivisi. Al Piano Strategico dovrà seguire un Piano Operativo, che individui, per ogni obiettivo, le azioni concrete da porre in essere per conseguirlo.

Si è poi passati alla ratifica delle delibere del presidente.

Il segretario generale Marino ha illustrato il Bilancio di previsione per l’anno 2019 e il Collegio dei Revisori ha dato il proprio parere favorevole.

Sono stati poi esaminati e approvati i provvedimenti amministrativi dei vari settori federali. In particolare, nell'ambito del Settore Tecnico, sono stati rinnovati fino al 30 settembre 2020 i contratti dei direttori tecnici Patrizio Deniso, per il settore maschile, Matteo Quarantelli, per il femminile e il giovanile, e Alessandro Arcigli, per l’attività paralimpica.

Il tecnico sloveno Joze Uhr tornerà a collaborare con la FITeT, occupandosi in prima battuta della squadra cadette, per ampliare poi il suo raggio d’azione a una crescita complessiva del settore giovanile.

Dopo aver preso in esame una serie di altri provvedimenti amministrativi e aver assunto le relative delibere, il Consiglio Federale ha terminato i suoi lavori.