Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

IMG 20180830 140750È iniziato nel migliore dei modi per i due azzurri in gara il China Open di Pechino. Federico Falco era impegnato in un girone a tre, che accorpava la sua classe 1 con la 2, e ha superato il turno contro pronostico.

Dopo aver ceduto, lottando, per 3-0 (7-11, 9-11, 8-11) al polacco Rafal Czuper, numero 2 al mondo e campione europeo e vicecampione paralimpico di classe 2, ha battuto a sorpresa per 3-0 (16-14, 11-8, 13-11) il cinese Wang Sheng, anche lui atleta di classe superiore alla sua. Si è dunque piazzato secondo, conquistandosi l'accesso ai quarti di finale, nei quali domani, alle ore 4,40 della notte italiana, affronterà il coreano Joo Young Dae, numero 1 del ranking internazionale di classe 1.  

Giada, nel girone unico a quattro, ha esordito dominando per 3-0 (11-1, 11-2, 11-2) la giapponese Mayumi Ozawa e nell'altro match la cinese Liu Jing ha sconfitto per 3-0 (11-8, 12-10, 11-6) la thailandese Chilchitraryak Bootwansirina. Alle 4,40 di domani notte sarà opposta alla Bootwansirina e alle 6,40 a Liu.

«Giada - racconta il direttore tecnico Alessandro Arcigli - ha espresso una sicurezza disarmante, non sbagliando praticamente mai. Federico ha perso, come previsto contro Czuper, poi ha prevalso sul cinese contro ogni previsione. Ha giocato molo bene tecnicamente e tatticamente, però ha avuto troppi passaggi a vuoto mentali. Nonostante tutto, nei momenti decisivi il suo killer instinct è stato incredibile e non ha più commesso errori. Nel primo set era in svantaggio per 9-4 e ha recuperato alla grande. Nel secondo era avanti lui per 9-3, è stato rimontato fino al 9-8 e, dopo il timeout che ho chiamato, ha messo a segno i due punti di chiusura. Nel terzo, in cui ha sbagliato tre servizi in frangenti delicati, conduceva per 4-1 e poi per 7-4 e 9-8. Il cinese ha pareggiato 9-9, ma Federico non si scomposto e si è imposto per 13-11».