Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Federico Crosara Lignano 2017Il secondo torneo nazionale paralimpico si è concluso al Palazzetto Masprone di Verona, con i singolari di classe assoluti. È andato in scena uno spettacolo di altissimo livello, che in alcuni casi non ha avuto nulla da invidiare ai Campionati Italiani. Molte dunque le indicazioni per il direttore tecnico Alessandro Arcigli, che naturalmente è stato spettatore attento della manifestazione.

In classe 1 l'azzurro Andrea Borgato (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre) ha battuto in finale per 3-0 (11-4, 11-9, 11-4) Alexandru Imbuzan (Sport Insieme Lodi). Il rodigino in semifinale ha superato per 3-0 (11-6, 11-6, 11-7) il compagno di Nazionale Federico Falco (Fondazione Bentegodi), mentre Imbuzan ha lottato fino al quinto set (11-13, 11-5, 11-9, 5-11, 11-6) per avere ragione di Daniele Mondini (Tennistavolo San Polo).

In classe 2, nel derby fra i big, Federico Crosara (Fondazione Bentegodi), nella foto, ha avuto la meglio per 3-1 (11-5, 11-6, 10-12, 11-8) su Peppe Vella (Tennistavolo Savona). Terzi ex aequo Paolo Antonelli (Fondazione Bentegodi) e Alberto Ramundo (Anspi Tennistavolo Cortemaggiore), eliminati rispettivamente per 3-0 (8-11, 7-11, 6-11) da Crosara e per 3-1 (11-6, 3-11, 6-11, 9-11) da Vella.

In classe 3 Matteo Orsi (Tennistavolo Savona), nella rivincita degli ultimi tricolori di Lignano Sabbiadoro, ha confermato il successo per 3-1 (15-13, 11-5, 15-17, 11-6) su Alessandro Giardini (Fondazione Bentegodi). Nel penultimo turno Orsi ha superato per 3-0 (11-6, 11-4, 11-9) Marco Santinelli (Tennitavolo Or.Ma.) e Giardini ha sconfitto per 3-0 (11-6, 11-4, 11-7) l'ottimo Francesco Baggio (Tennistavolo Torino), autore nei quarti della vittoria contro pronostico per 3-1 (11-8, 11-5, 10-12, 11-9) su Gimmj Mestriner (Tennistavolo Vicenza).

In classe 4 si è giocato un girone a cinque e l'esperto Salvatore Caci (Refrancorese) ha preceduto Davide Scazzieri (Lo Sport è Vita Onlus), Francesco Forenza (Tennistavolo Ennio Cristofaro), Antonio Fiore (Tennistavolo Foggial. Siani) e Massimo Corada (Nerviano Tennistavolo). Ad assegnare il successo è stato il 3-2 (11-2, 11-2, 6-11, 10-12, 11-8) di Caci su Scazzieri.

In classe 5 il campione di mille battaglie Ettore Malorgio (Sportni Krozek Kras) ha dovuto faticare per imporsi per 3-2 (11-6, 8-11, 13-15, 11-6, 11-8) sul 29enne Elia Bernardi (Redentore 1971 Este). In semifinale il campione d'Italia in carica ha regolato per 3-0 (11-5, 11-5, 11-2) Valerio Reguzzi (Icaro Onlus), mentre Bernardi ha lottato per prevalere a sorpresa per 3-2 (11-8, 4-11, 8-11, 11-5, 11-6) su un altro mostro d'esperienza come Fabrizio Bove (Sport Club Etna).

In classe 6 Matteo Parenzan (Sportni Krozek Kras) ha dominato in semifinale per 3-0 (11-7, 11-6, 11-4) Romano Monni (Marcozzi Cagliari) e in finale per 3-0 (11-6, 11-7, 11-6) Marco Bove (Sport Insieme Lodi), che nel penultimo turno si era affermato per 3-2 (14-12, 10-12, 7-11, 11-8, 11-7) su Vlad Rota (Tennistavolo Cus Bergamo).  

In classe 7 ha avuto la meglio la vecchia guardia, con Andrea Furlan (Tennistavolo Vicenza) che ha domato per 3-2 (11-9, 5-11, 11-5, 5-11, 11-5) la gioventù del 16enne Mirko Bruschi (Tennistavolo Senigallia). A senso unico le semifinali, che hanno registrato il 3-0 (11-0, 11-5, 11-3) di Furlan su Giovanni La Mattina (Asd Radiosa Palermo) e il 3-0 (11-7, 11-2, 11-4) di Bruschi su Francesco Alberghini (Fortitudo Tennistavolo).

Nel girone unico di classe 8 il nazionale Samuel De Chiara (Eppan Tischtennis Raiffeisen) ha chiuso davanti a Salvatore Mercurio (Polisportiva Gruppo Tnt), Filippo Polindi (Tennistavolo Vicenza), Leonardo Loi (San Benedetto Po Tennistavolo) e Domenico Scatena (Tennistavolo L'Isola che non c'era).

In classe 9 il bronzo paralimpico di Rio Amine Kalem (Tennistavolo Romagnano) si è affermato per 3-1 (11-5, 13-11, 11-13, 12-10) su Manfredi Paolo Baroncelli (Fortitudo Tennistavolo). In semifinale 3-0 (11-9, 11-7, 11-6) di Kalem su Pietro Motolese (Circolo Tennistavolo Molfetta) e 3-1 (11-9, 9-11, 11-8, 11-5) di Baroncelli su Stefano Butti (Gruppo Sportivo Villa Guardia).  

In classe 10, in un confronto generazionale, il 15enne Lorenzo Magarelli (Circolo Tennistavolo Molfetta) ha battuto alla "bella" (8-11, 11-9, 11-6, 7-11, 11-8)  l'esperto Paolo Puglisi (Sport Club Etna). In semifinale Magarelli è andato via in scioltezza (11-3, 11-8, 11-5) contro Luca Giorgio Maria Crespi (Vis Gazzaniga 1919) e Puglisi è stato bravo a eliminare per 3-1 (11-7, 11-7, 9-11, 11-8) Simone Bertana (Tennistavolo Nettuno Bologna).

In campo femminile in classe 3-5 si è assistito a una bellissima finale, in cui Valeria Zorzetto (Tennistavolo Vicenza) ha superato per 3-2 (9-11, 11-3, 9-11, 11-9, 11-6) Michela Brunelli (Fondazione Bentegodi). Interessanti le semifinali, con il 3-0 (11-9, 11-4, 11-9) di Zorzetto sulla giovanissima Carlotta Ragazzini (Lo Sport è Vita Onlus) e il 3-0 (13-11, 11-7, 11-8) nel derby azzurro, fra le due iridate a squadre, di Brunelli su Giada Rossi (Fondazione Bentegodi).

In classe 8-10 si è disputato un girone a tre, in cui la favorita Elena Elli (Tennistavolo Or.Ma.) ha avuto la meglio su Valentina Palmisano (Milano Sport Tennistavolo) e su Rossana Mostile (Sport Club Etna).