Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Podio doppio femminile di quarta categoria 2018Due Regioni geograficamente lontane sono state avvicinate dal titolo del doppio femminile di quarta categoria La coppia siculo-lombarda composta da Nicoletta Criscione (Tennistavolo Resurrezione) ed Emli Salliu (Tennistavolo Castel Goffredo) è salita sul primo gradino del podio, superando per 3-1 (8-11, 11-6, 11-8, 11-6) la sarda Rossana Antonella Ferciug (Quattro Mori Cagliari) e la umbra Elisa Bartoli (Tennistavolo Valle Umbra).

A conquistare la medaglia di bronzo sono state le bresciane Martina Zanelli e Alessia Ramazzini (Tennistavolo Vallecamonica), fermate per 3-1 (13-15, 11-9, 3-11, 9-11) da Criscione e Salliu, e le venete Sofia Valotto e Alessia Ortile (Polisportiva Treviso), teste di serie numero 2, sconfitte per 3-1 (4-11, 11-4, 11-8, 11-9) da Ferciug e Bartoli.

Criscione e Salliu hanno eliminato negli ottavi per 3-1 (6-11, 11-5, 11-5, 11-5) Claudia Gatto e Simona Cimmino (Tennistavolo San Nicola Caserta) e nei quarti per 3-1 (6-11, 11-8, 11-4, 11-9) Martina Riganti (Tennistavolo Gallarate) ed Elisa Maccabelli (Tennistavolo Silver Lining), mentre Ferciug e Bartoli si sono imposte prima per 3-0 (11-9, 11-2, 11-5) su Elena Elli (Tennistavolo Or.Ma.) e Federica Torcello (Tennistavolo Olgiate Olona) e poi per 3-1 (8-11, 11-7, 11-7, 11-8) su Elettra Valenti (Milano Sport) e Margherita Cerritelli (Tennistavolo Vasto).

Le numero 1 del seeding erano Teresa D'Ercole (Tennistavolo Città dei Sassi) e Chiara Zanetta (Regaldi Novara) e sono uscite subito nei sedicesimi, per 3-1 (10-12, 3-11, 11-9, 10-12) per mano di Stefania Rigolli e Svetlana Polyakova (Anspi Tennistavolo Cortemaggiore), che a loro volta hanno ceduto in rimonta negli ottavi per 3-2 (13-11, 11-6, 9-11, 8-11, 10-12) a Zanelli e Ramazzini.