Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Podio singolare Giovanissimi Terni febbraio 2018Si erano già affrontati nelle precedenti due occasioni e oggi hanno concesso il tris. Il terzo torneo nazionale giovanile della stagione ha proposto nella categoria Giovanissimi una nuova finale fra le prime due teste di serie, Giuseppe Calarco (Sant’Espedito) e a Andrea Garello (A4 Verzuolo).

A ottobre si era imposto Garello per 3-1, a dicembre Calarco con lo stesso punteggio e oggi il piccolo napoletano è passato in vantaggio, battendo per 3-0 (11-9, 11-9, 11-6) il cuneese.  

Nell’atto conclusivo ha completato un percorso netto che lo ha visto non perdere neppure un set. Nei sedicesimi ha regolato per 11-7, 11-7, 11-7 Alessandro Vadalà (Tennistavolo Casper), negli ottavi per 11-5, 11-4, 11-3, Emanuele Cuboni (Polisportiva Sporting Lanusei), nei quarti per 13-11, 11-7, 11-3 Giulio Buscetta (Il Circolo Etneo) e in semifinale per 11-6, 11-9, 11-9 Andrea Bragadini (Anspi Tennistavolo Cortemaggiore).

Garello è arrivato al penultimo turno senza macchia, prevalendo per 11-9, 11-5, 11-3 su Mariosimone Nacca (TT San Nicola Caserta), per 11-2, 11-7, 11-6 su Nicola Baldessari (Unione Sportiva San Rocco) e per 11-6, 11-5, 11-6 su Luca Li (King Pong). In semifinale ha invece dovuto lottare per eliminare per 3-1 (11-8, 12-10, 10-12, 13-11) il suo compagno di società Giacomo Izzo, che ha perso così contro lo stesso avversario la terza sfida consecutiva.

Tre dei primi quattro del seeding sono saliti sul podio. Ha mancato l’appuntamento Jacopo Cipriano (Polisportiva Bissuola Mestre), che a ottobre e dicembre si era piazzato quarto e oggi è stato estromesso nei quarti per 3-2 (8-11, 11-7, 8-11, 11-7, 11-5) da Bragadini.

Nella finale per il terzo posto ha avuto la meglio per la terza volta Izzo, che ha disposto per 3-0 (11-6, 11-3, 11-7) proprio di Bragadini.