Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Podio singolare Juniores maschile Terni febbraio 2018Assenti Matteo Mutti (Milano Sport), vincitore a ottobre e impegnato domani e martedì a Hodonin nella prova di qualificazione ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires, e Gabriele Piciulin (Marcozzi Cagliari), primo a dicembre e costretto alla rinuncia dalla spalla dolorante, non c’erano dubbi che fra gli juniores oggi un terzo atleta diverso sarebbe salito sul gradino più alto del podio.

A togliersi la soddisfazione è stato, con pieno merito, Matteo Gualdi (Tennistavolo Villa d’Oro Modena), che ha vinto il suo primo torneo in categoria, dopo il terzo posto ottenuto a ottobre, per 3-0 nella finalina su Marco Bressan (Tennistavolo Castel Goffredo), e il quarto di dicembre, battuto per 3-2 da Francesco Calisto (A4 Verzuolo), dopo essere stato in vantaggio per 2-0.

L’emiliano si è preso la rivincita nei confronti del piemontese, superandolo in finale per 3-0 (11-9, 11-5, 11-5). Il cuneese si è comunque consolato per aver centrato la prima finale juniores in carriera, dopo i terzi posti di due mesi fa a Terni e dell’anno scorso a Cortemaggiore. È stato lui a provocare la maggiore sorpresa di giornata, eliminando in semifinale per 3-2 (7-11, 11-6, 10-12, 11-8, 11-7) la testa di serie numero 1 Carlo Rossi (Marcozzi), uscito delusissimo dalla competizione.

C’erano due marcozziani nel penultimo turno e sono usciti entrambi, perché Gualdi si è imposto per 3-2 (11-13, 11-6, 11-5, 9-11, 11-6) su John Michael Oyebode, riscattando la battuta d’arresto del torneo di dicembre, sempre in semifinale e sempre alla “bella”.

Nel suo avvicinamento alla vittoria conclusiva, Gualdi, numero 3 del tabellone, ha prevalso nei sedicesimi per 3-1 (11-5, 12-14, 11-2, 11-2) su Federico Antenucci (Virtus Servigliano), negli ottavi per 3-0 (11-4, 11-5, 11-5) su Cosmo Germinario (Circolo Tennistavolo Molfetta) e nei quarti per 3-0 (11-7, 11-9, 11-5) su Marco Antonio Cappuccio (Marcozzi).

Il numero 5 Calisto ha avuto la meglio nei sedicesimi per 3-0 (11-6, 13-11, 11-9) su Michele Palladino, negli ottavi per 3-1 (8-11, 11-9, 11-5, 11-9) su Leonardo Iannis (Bernini TT Livorno) e nei quarti per 3-1 (6-11, 11-3, 11-6, 11-2) su Lorenzo Cordua (Cus Torino).

Nella finale per il terzo posto Rossi ha sconfitto per forfait Oyebode. Gli altri atleti ammessi ai quarti e premiati dal vicepresidente vicario Carlo Borella, oltre a Rossi, Cordua, Calisto, Gualdi, Cappuccio e Oyebode, sono stati Antonio Pellegrini (Tennistavolo Ennio Cristofaro) e Mattteo Petriccioli (Apuania Carrara).