Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Campus FITeT 2017 okIl direttore tecnico giovanile Matteo Quarantelli ripercorre il Campus Federale che è terminato oggi a Terni.

Il Palatennistavolo “Aldo De Santis” è stato ancora una volta cuore pulsante del movimento sportivo giovanile, ospitando dapprima, da venerdì a domenica, l’esordio stagionale dei tornei per gli Under 18 (Giovanissimi, Ragazzi, Allievi, Junior) e poi, da domenica a oggi, il Campus Federale 2017.

Protagonisti i giovani nati dopo il 1° Gennaio 2007, segnalati dai nostri Comitati Regionali in collaborazione con lo staff del Settore Giovanile. Diciassette giovani atlete e ventidue loro colleghi hanno animato le sei sedute e le quattro giornate di attività.

Un'occasione per avviare un processo educativo che possa favorire la crescita armonica e graduale, ma anche adeguata delle persone.

I traguardi di una proposta di questo genere possono, infatti, essere considerati affini a quelli di una situazione scolastica, all’interno della quale insegnanti e ragazzi collaborano, interagiscono, si relazionano, riconoscono e applicano delle regole, imparano e imparano a imparare.

E quindi ai tecnici, agli adulti, viene richiesto di costruire un percorso di esperienze non solo motorie e sportive, ma proprie della vita di relazione. Non a caso aspetti all’attenzione di tutti sono collegati alla personale autonomia dei ragazzi, alla loro capacità di stare in comunità, di condividere impegni, orari e attività.

Chi ci legge deve quindi immaginare un'esperienza del genere al pari di altre che possono contribuire all’acquisizione di traguardi (per esempio essere in grado di stare via di casa) tutt’altro che banali e che esprimono l’avvio di una crescita complessiva della persona.

Da un punto di vista metodologico, ogni seduta (che si articolava in circa due ore e mezza) veniva organizzata in base al principio della multilateralità e variabilità degli stimoli: pertanto utilizzando la strategia organizzativa a “circuito”, i ragazzi erano impegnati, dopo una fase introduttiva generale e speciale, in attività a “Stazioni”.

Ciascuna di esse era orientata a una modalità di impegno e a obiettivi diversi.

  1. Stazione delle abilità motorie e cognitive: era dedicata a promuovere un efficace utilizzo degli schemi motori di base, a stimolare le capacità coordinative di ritmo, differenziazione cinestesica, combinazione, anticipazione, trasformazione, equilibrio, orientamentoe fantasia motoria.
  2. Stazione dedicata all’apprendimento dei movimenti per realizzare il servizio in relazione a rotazione, altezza, velocità e profondità.
  3. Stazione dedicata all’apprendimento dei movimenti (colpi) in situazioni analitiche al cesto multiballs.
  4. Stazione dedicata alla riproduzioni di semplici schemi di gioco con uno sparring.

In tal modo ciascun ragazzo ha potuto conoscere, applicare e sperimentare, con l’aiuto dei tecnici che si avvicendavano nelle diverse postazioni.

Il numerosissimo gruppo era diviso a metà e veniva gestito in due distinte sedute al mattino e al pomeriggio. Anche la stessa composizione dei gruppi è stata alternata al fine di creare variabilità nella composizione e quindi nel confronto con tutti.

Al termine a noi tutti rimane un bel ricordo del sorriso di ragazzi e adulti che insieme hanno condiviso delle piacevoli e utili giornate, contrassegnate da molti momenti seri e giocosi, impegnativi e meno. Compresa quindi una serata “Halloween”, che ieri sera ha animato l’Hotel che li ospitava.

Ma andiamo a riconoscerli nell’immagine e negli elenchi.

La lista delle atlete:

 

COGNOME

COMITATO

1

BERZANO BEATRICE

MARCHE

2

CAPURRO OLIVIA

LIGURIA

3

CICUTTINI CECILIA

LOMBARDIA

4

CONIDI CHIARA ANTONIETTA

CALABRIA

5

DAL FABBRO SARA

FRIULI V.G.

6

DUCOLI GIADA

LOMBARDIA

7

MATTANA EVA

SARDEGNA

8

MINURRI SOFIA

PUGLIA

9

MORETTI IRENE

UMBRIA

10

PALMISANO GIULIA

SICILIA

11

PICU GIOIA MARIA

EMILIA ROMAGNA

12

SARTORI GINEVRA

TRENTINO

13

SEU FRANCESCA

SARDEGNA

14

SULIS BEATRICE

PIEMONTE

15

TOGNALI MARIA

LOMBARDIA

16

VARVERI GIULIA

LAZIO

17

VENUTO MATILDE

SICILIA

La lista degli atleti:

 

COGNOME

COMITATO

1

BALDESSARI NICOLA

TRENTINO

2

BELARDINELLI LUCA

MARCHE

3

BIANCHI GABRIELE

LAZIO

4

BONGIANNI MATTEO

TOSCANA

5

BROCCIA MANUEL

SARDEGNA

6

BUSCETTA GIULIO

SICILIA

7

CALARCO GIUSEPPE

CAMPANIA

8

CIPRIANO JACOPO

VENETO

9

D'ARCANGELI GIULIO

LAZIO

10

DESANTIS ALESSANDRO

UMBRIA

11

GARELLO ANDREA

PIEMONTE

12

GARELLO SIMONE

PIEMONTE

13

GATTI LUCA

LOMBARDIA

14

IZZO GIACOMO

PIEMONTE

15

LAVERMICOCCA FLAVIO

PUGLIA

16

LI LUCA

LAZIO

17

MANKOWSKI OLIVER

TOSCANA

18

MITRANESCU ALESSANDRO T.

EMILIA ROMAGNA

19

SCUCCHIARO GIOVANNI

VENETO

20

TREVISAN FRANCESCO

FRIULI V.G.

21

VADALA' ALESSANDRO

CALABRIA

22

ZORZIT ENRICO

FRIULI V.G.

L’elenco dei tecnici e dei collaboratori:

CARASSIA CLAUDIA

CERZA MATTEO

CERZA SIMONE

OLIVERO GIULIO

ZAKARIAN LEVON

DI MEO MARIA LUCIA

DI NAPOLI ANTONELLA

FRANCESCA SAIU

SCARDIGNO ROSSELLA

ABBATICCHIO GIANLUCA

CARNOVALE ANTONIO

COSTANTINESCU CIPRIAN

CRIVELLARO EMANUELE

DERGANZ DIEGO

ESPOSITO BRUNO

FALAPPA NICOLA

FERRARA DOMENICO

GALLI MARCO

GIARDINA UMBERTO

MOISSEV MAX

PICU CATALIN

QUARANTELLI MATTEO

RAGAZZO PIERANGELO

WANG HONG LIANG