Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Azzurre in partenza per lOpen di Repubblica Ceca 2018L’Asarel Bulgaria Open ha appena incoronato i cinesi Xu Xin e Ding Ning e già è alle porte la prossima tappa del Seamaster 2018 World Tour. Il quinto e penultimo appuntamento si disputerà a Olomouc, in Repubblica Ceca (stesso orario dell’Italia), e vedrà all’opera da domani otto azzurri.

Nel settore maschile saranno in gara Mihai Bobocica e Marco Rech Daldosso (Aeronautica Militare) e Jordy Piccolin e Niagol Stoyanov (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre), che saranno guidati dal direttore tecnico Patrizio Deniso. Il coach della Nazionale femminile Maurizio Gatti seguirà invece in panchina Chiara Colanoni (Tennistavolo cstel Goffredo), Jamila Laurenti (Gruppi Sportivi della Polizia di Stato - Fiamme Oro) e Giorgia Piccolin e Debora Vivarelli (Centro Sportivo Esercito).

Il programma agonistico inizierà con i turni di qualificazione. Nel preliminary round 1 Jordy Piccolin affronterà domani alle ore 12,30 il russo Ramil Mutygullin e nel preliminary round 2 Bobocica sarà opposto alle 14,10 al vincente fra il canadese Matthew Lehmann e il polacco Patryk Zatowka, Rech Daldosso alle 15 all’ungherese Nandor Ecseki e Stoyanov alle 16,40 al vincente fra il giapponese Taku Takakiwa e il cinese Ma Te, difensore e semifinalista in Bulgaria.

Nel settore femminile nel preliminary round 2 alle 17,30 Jamila Laurenti se la vedrà con l’austriaca Karoline Mischek e Giorgia Piccolin con la russa Yulia Prokhorova e alle 19,10 Vivarelli incrocerà la giapponese Mayu Baba e Colantoni la slovena Aleksandra Vovk.  

Le prime dieci teste di serie fra gli uomini sono il tedesco Dimitrij Ovtcharov, a caccia del riscatto, dopo l’eliminazione negli ottavi a Panagyurishte, i giapponesi Tomokazu Harimoto, out in semifinale contro pronostico per mano del suo connazionale Kenta Matsudaira, e Koki Niwa, il portoghese Marcos Freitas, il danese Jonathan Groth, reduce da un’uscita a sorpresa nei sedicesimi a opera dell’austriaco Daniel Habesohn, lo svedese Mattias Falck, il tedesco Ruwen Filus, lo svedese Kristian Karlsson, l’altro teutonico Patrick Franziska e il bielorusso Vladimir Samsonov.

Attenzione al cinese Ma Te, come visto avversario di Stoyanov, e al suo connazionale Zheng Peifeng, pennaiolo che si è fermato nei quarti in Bulgaria, al già citato Habesohn, approdato anche lui al terzultimo turno, e all’inglese Liam Pitchford, fresco d’impresa contro Ma Long, che partiranno tutti dalle qualificazioni.

Nel tabellone rosa la Top 10 del seeding include le giapponesi Kasumi Ishikawa, Mima Ito, Miu Hirano, Hitomi Sato e Hina Hayata, tutte, chi più chi meno, deluse per l’esito in Bulgaria, l’austriaca Sofia Polcanova, la nipponica Saki Shibata, la romena Elizabeta Samara, la giapponese Honoka Hashimoto e la svedese Matilda Ekholm. Occhi puntati anche sull’ungherese Georgina Pota (n. 13), che viene da un quarto di finale. Sul fronte cinese, le sorvegliate speciali saranno Wang Yidi, capace di raggiungere la finale a Panagyurishte, e Liu Gaoyang, sconfitta da Ding Ning in semifinale. Entrambe saranno impegnate nei turni preliminari.