Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Foto arbitriSono 46 gli arbitri di sedia che, con il loro prezioso operato, consentono il regolare svolgimento dei Campionati Mondiali Juniores di Riva del Garda, arrivati oggi alla penultima giornata. Quattordici sono gli italiani Renato Agagliate, Gianbeppe Cuatto, Paolo D’Agostino, Massimo De Giorgi, Alessandra Faina, Caterina Faragò, Sante Gigante, Rosario Marchiafava, Luca Mariotti, Umberto Mellini, Silvio Morabito, Michaela Piccolo, Emilia Pulina e Sergio Turco, cui si unisce il commissario Andrea Abascia.

Gli altri 32 provengono da Algeria, Canada, Cina, Corea, Croazia, Egitto, Finlandia, Francia, Giappone, Giordania, Guernsey, India, Iran, Inghilterra, Kosovo, Macedonia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Russia, Serbia, Slovenia, Svezia, Svizzera e Tunisia.

A coordinarli è il giudice arbitro inglese Stuart Sherlock, coadiuvato dall’italiano Mario Re Fraschini, dall’australiano Dave Delpratt e dal tedesco Sven Weiland.

Pietro De Pinto è il responsabile della direzione gare, di cui si occupano anche Nicola Capurso e Angelo De Crescente. Cosimo D’Amuri e Antonio Grancini sono i delegati al racket control. Il direttore del torneo è Elio Corrado.

I valutatori dell’International Table Tennis Federation sono il tedesco Hans-Peter Worner, la svizzera Katja Brand e il croato Spasoje Matijevic.