Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Continua la collezione di podi per gli atleti paralimpici azzurri nei tornei del post Rio. Dopo i tre ori conquistati da Giada Rossi e Amine Kalem alla Copa Tango in Argentina, Samuel De Chiara si è messo al collo una fantastica medaglia d'argento all'Us Open.

Nel singolare di classe 8, in semifinale ha rimontato e battuto per 3-1 un fuoriclasse come lo svedese Emil Andersson, sempre nei primi tre dal 2009 a oggi a Paralimpiadi, Mondiali ed Europei.

Il 25enne bolzanino ha ceduto, secondo pronostico, il primo set (7-11) e nel secondo ha tenuto tenacemente il passo del suo avversario, battendolo in un appassionante epilogo ai vantaggi (16-14). Non si è accontentato ed andato a prendersi l'impresa clamorosa, aggiudicandosi anche il terzo e il quarto parziale (11-8, 11-6).

In finale ha trovato un altro campione svedese, che di nome fa Linus Karlsson: è il numero 8 del ranking mondiale, mentre De Chiara è n. 26, ed è stato compagno di Andersson nell'argento a squadre dei Giochi di Rio. Samuel ha perso per 3-0 (6-11, 9-11, 4-11), forse anche un po' appagato dal colpaccio effettuato in semifinale.

Ora nella gara a squadre con il britannico Billy Shilton proverà a rendere la trasferta a stelle e strisce veramente indimenticabile. Per il momento ha vinto il girone, superando per 2-0 gli statunitensi Daniel Scrivano e Solomon Ayele Sesaye e i norvegesi Steffen Salomonsen e Fredrik Johansen.

In semifinale questa sera alle ore 20 italiane affronterà la coppia vincente fra i canadesi Ian Kent e Masoud Mojtahed e gli olandesi Max Van Amerongen e Devin Albert Jos Wassink.

Samuel De Chiara 1