Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Brunetti Castel Goffredo Wang Chang per la serie A1 2020 2021Dopo la russa Elza Shibaeva, la Brunetti Castel Goffredo ha ultimato la costruzione della squadra di serie A1, che comprenderà anche Tan Wenling e Gaia Monfardini, Nicole Arlia ed Elisa Armanini. La sua numero 1 sarà la 19enne cinese Wang Chang, che proviene dalla Provincia di Hebei ed è all'esordio in Europa.

«Ci era stata segnalata, attraverso i contatti che abbiamo in Cina, - spiega il direttore generale Franco Sciannimanico - e l'abbiamo fatta venire in Italia prima del lockdown. Si è allenata con noi per una decina di giorni e abbiamo avuto modo di conoscerla meglio come atleta e come persona. Ha giocato con i nostri ragazzi e alla fine del periodo i due coach Alfonso Laghezza e Jiang Zilong hanno approvato l'ingaggio. La successiva situazione di emergenza sanitaria ha un po' complicato le cose e abbiamo riesaminato la sua posizione. Valutando a fondo l'operazione, abbiamo però considerato che valesse la pena metterla sotto contratto e abbiamo deciso definitivamente di prenderla, nonostante tutte le problematiche esistenti con i viaggi internazionali».

A inquadrare tecnicamente Wang Chang è il suo connazionale Jang Zilong:«Me ne aveva parlato bene il suo allenatore, che è un mio amico, e abbiamo ritenuto di provarla. Vedendola in azione, ha soddisfatto le nostre aspettative. Wang impugna la racchetta con la mano destra ed è un'attaccante. Utilizza due gomme lisce. Ha un gioco veloce, con un buon servizio e un ottimo diritto. Anche con il rovescio è in grado di fare la differenza. In Cina ha disputato la seconda divisione, subito sotto la Super League, e due anni fa con la squadra di Henan si è piazzata al terzo posto. Siamo felici di averla con noi e convinti che, seppur con un gioco differente, possa darci le stesse soddisfazioni di colei che l'ha preceduta e ha lasciato un grande ricordo al nostro interno, Li Xiang».