Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Mihai Bobocica al Challenge Open del Belgio 2017 3Battere i cinesi non è mai scontato, perché il Paese dominatore del tennistavolo mondiale non porta mai in giro nei vari Open internazionali atleti che non siano competitivi. Infatti domina i gironi di qualificazione e monopolizza i tabelloni, anche quando non si tratti dei pongisti più titolati e celebrati del firmamento.

È dunque un risultato di peso il successo ottenuto da un solido Mihai Bobocica per 4-1 (11-4, 11-5, 11-13, 11-4, 12-10) sul giovane Yu Heyi nei trentaduesimi del Challenge Plus Portugal Open. Nei sedicesimi alle ore 19,05 italiane il numero 80 del ranking Ittf affronterà il 26enne ceco Pavel Sirucek, n. 85, che ha eliminato per 4-0 (11-9, 13-11, 11-5, 11-5) lo spagnolo Carlos Machado.

L'azzurro, dopo un iniziale in equilibrio (4-4) ha preso saldamente il sopravvento e con sette punti di seguito ha conquistato il primo parziale. Nel secondo Bobocica ha subìto la reazione del cinese solo all'inizio (0-2), poi, dopo aver usufruito di un penalty point sanzionato all'avversario sul servizio, è passato a condurre (5-3). Dal 5-4, aggressivo sia con il diritto sia con il rovescio, è volato sul 10-4 e ha chiuso alla seconda palla utile.

Nella terza frazione Yu Heyi è salito 3-1 e Bobo lo ha ripreso (3-3). Il cinese questa volta ha insistito (6-3) e il sei volte campione italiano ha accorciato con un bellissimo rovescio lungolinea, per poi sbagliare la battuta. Dal 4-7 ha recuperato fino al 6-7 costringendo la panchina asiatica al timeout. Alla ripresa Bobocica ha pareggiato (7-7), ma il cinese si è procurato tre set-point (7-10) tutti annullati. Una risposta mancata ha concesso la quarta chance (10-11), anch'essa salvata. Sulla quinta  (11-12) un errore al servizio ha chiuso i conti.

L'avvio di quarto parziale dell'azzurro è stato ruggente (4-0). Yu ha tentato la replica (5-2), ma è stato ricacciato indietro (9-3) da un Bobocica arrembante, che con il rovescio si è preso sette set-point (10-3) e alla seconda opportunità (servizio sanzionato al cinese) si è guadagnato il 3-1.

L'apertura della quinta frazione è stata all'insegna di Yu Heyi (4-1) e Mihai ha rimontato (4-4). Il cinesino è tornato avanti (6-4) ed è riuscito a mantenere un piccolo vantaggio. Dal 9-7 è stato però riagganciato (9-9). Bobocica con un servizio vincente si è procurato il match-point, annullato con una prodezza da Yu. Una risposta di diritto ha fruttato la seconda possibilità e di lì a poco è arrivato l'epilogo (12-10), meritatissimo, che ha proiettato l'azzurro ai sedicesimi.

Si è invece fermata al primo turno Debora Vivarelli. La bolzanina ha ceduto per 4-1 (5-11, 11-5, 7-11, 4-11, 7-11) alla 19enne romena Adina Diaconu, che ha vinto moltissimo a livello giovanile e sta cercando di costruirsi un presente e un futuro anche a livello senior.

In doppio la bolzanina e l'egiziana Dina Meshref sono state eliminate negli ottavi per 3-2 (11-9, 7-11, 7-11, 11-9, 9-11) dalle taipeane Huang Hsin e Huang Yu-Chiao.