Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Azzurri paralimpici gruppo per i Mondiali 2018Si avvicinano i Campionati Mondiali Individuali paralimpici, che si svolgeranno dal 15 al 21 ottobre a Celje in Slovenia. Ecco sull'argomento un interessante articolo di presentazione, scritto dal direttore tecnico azzurro Alessandro Arcigli.

"Siamo pronti per partire per la rassegna iridata, quattro anni dopo quella di Pechino che ci ha visto conquistare due medaglie di bronzo con Clara Podda e Andrea Borgato.

Nonostante negli ultimi anni ci sia stato un vero e proprio cambio di mentalità (non si insegue più la qualificazione a un grande evento, ma si cercano le medaglie) sono molto soddisfatto della possibilità, ottenuta attraverso un complesso sistema di qualificazione, di partecipare all’evento con ben 6 atleti: Federico Falco e Andrea Borgato in classe 1, Federico Crosara e Giada Rossi in classe 2, Michela Brunelli in classe 3 e Samuel De Chiara in classe 8 (nella foto, scattata in occasione della presentazione della scorsa settimana, manca Borgato).

Tutti sono stati consapevoli che all’appuntamento più importante si dovesse arrivare al massimo della condizione. Le motivazioni per seguire il programma di allenamenti sono sempre state massime e non ci sono stati alibi per allentare la tensione, nella certezza che solo così potranno arrivare i risultati.

A proposito di risultati, non ci nascondiamo e non facciamo pretattica, l’obiettivo è confermare i già citati due bronzi individuali del 2014 e gli altrettanti ottenuti alle Paralimpiadi di Rio 2016 (Rossi e Kalem) e agli Europei di Lasko 2017 (Rossi e Falco). Tutti gli atleti hanno la possibilità di farlo e tutti si troveranno a competere con avversari altrettanto bravi e preparati. Saranno i dettagli a fare la differenza ed è su quelli che abbiamo lavorato incessantemente.

In classe 1 Falco e Borgato avranno la concorrenza degli inglesi Robert DAVIES, Thomas MATTHEWS e Robert DAVIES, dei coreani JOO Young Dae, NAM KiWon e KIM Hyeon Uk, dell’ungherese Endre MAJOR e del russo Dmitry LAVROV.

In classe 2 sarà altissimo il livello dei rivali di Crosara, fra i quali svettano i coreani CHA Soo Yong e PARK Jin Cheol, gli slovacchi Jan RIAPOS e  Martin LUDROVSKY, il francese Fabien LAMIRAULT e il polacco Rafal CZUPER.

In classe 8 arduo il compito per Samuel De Chiara, che dovrà incrociare autentici fuoriclasse come l’ucraino Viktor DIDUKH.

In classe 2 femminile Giada Rossi, che fra l'altro avrà una tifosa speciale nella sindaca di Zoppola, Francesca Papais, che sarà presente a Celje per tutto il periodo dei Mondiali, è la numero due delle classifiche mondiali ed è “doveroso” aspettarsi quanto è nelle sue possibilità. Arduo, ma possibile, sembra il compito contro la coreana SEO Su Yeon, mentre per la medaglia dovrà superare la russa Nadejda PUSHPASHEVA e la brasiliana Catia DA SILVA. Di questi giorni è la rinuncia per infortunio della thailandese Chilchitraryak Bootwansirina, con cui si è giocata il bronzo a Rio 2016.

Concludiamo la carrellata con la “veterana” Michela Brunelli, sempre presente alle 14 edizioni di Paralimpiadi, Mondiali ed Europei che si sono disputate da quando, nel 2005, ho iniziato il mio percorso alla guida della Nazionale Paralimpica.

Michela, in classe 3, dovrà fronteggiare le pluricampionesse cinesi  XUE Juan e LI Qian, le coreane YOON Jiyu e LEE Mi Gyu, la fuoriclasse svedese Anna-Carin AHLQUIST e la croata Andela MUZINIC.

Oltre al sottoscritto, la delegazione, guidata dal vicepresidente federale Giacomo Barbieri, sarà composta dal tecnico Donato Gallo, dalla fisioterapista Elisa Quaglia e dagli infermieri Eva Pittini e Giovanni Botta".