Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Gruppo Italia Lignano Master Open 2018L’Italia ha conquistato tre medaglie d’oro e due di bronzo nelle gare di singolare di classe del 12° Lignano Master Open. In classe 2 Giada Rossi, bronzo a Rio, è stata fantastica a superare in  finale in rimonta (8-11, 7-11, 12-10, 11-4, 11-5) la coreana Seo Su Yeon, che alle Paralimpiadi l’aveva preceduta sul terzo gradino del podio. Al terzo posto l’argentina Maria Costanza Garrone e la russa Nadejda Pushpasheva.

Primo posto anche, in classe 3 per Michela Brunelli, che nell’ultimo match del girone a quattro ha ceduto per 3-2 (7-11, 11-4, 5-11, 11-9, 6-11) alla serba Sanja Mijatovic, per poi aggiudicarsi la classifica avulsa nella quale è rientrata anche la brasiliana Marliane Amaral Santos.

In classe 9 Amine Kalem, anche lui come Rossi, terzo alle ultime Paralimpiadi, ha chiuso imbattuto, non lasciando set in finale (11-8, 11-9, 11-7) al russo Lev Kats. Sul gradino più basso del podio i britannici Ashley Facey Thompson e Joshua Stacey.

In classe 1 Federico Falco si è piazzato terzo, dopo aver perso in semifinale per 3-1 (5-11, 6-11, 13-11, 8-11) contro il britannico Thomas Matthews , che poi si è anche aggiudicato la finale, per 3-2 (4-11, 4-11, 11-7, 11-6, 11-9) ai danni dell’argentino Fernando Emanuel Eberhardt. A pari merito con il veronese l’altro argentino Giullermo Jose Bustamante Sierra, incredibile nella rimonta da 2-8 contro Andrea Borgato nel quinto set dei quarti di finale.

In classe 2 Federico Crosara è uscito in semifinale per 3-0 (9-11, 9-11, 4-11) contro il coreano Park Jin Cheol e si è messo al collo il bronzo, in compagnia del croato Nikola Brlenic. In finale l’ucraino Oleksandr Yezyk ha avuto la meglio per 3-2 (8-11, 11-8, 8-11, 11-3, 11-9) su Park.

In classe 4-5 femminile la 20enne tedesca Sandra Mikolaschek ha compiuto l’impresa di battere la serba Borislava Peric-Rankovic, numero 1 al mondo, con la slovena Andreja Dolinar e l’israeliana Caroline Odaia Tabib sul terzo gradino del podio.

In classe 6-7 l’olandese Kelly Van Zon si è presa l’ennesimo titolo a Lignano, prevalendo in finale per 3-1 (12-10, 14-12, 7-11, 11-5) sulla francese Anne Barneoud. Terze la tedesca Bente Harenberg e la coreana Seong Ok Kim.

In classe 8 la norvegese Aida Dahlen, nel girone unico a quattro, ha preceduto la transalpina Lucie Hautiere. Terza, ma non medagliata la comunque bravissima Elena Elli.

In classe 9-10 la giapponese Nozomi Takeuchi si è piazzata davanti alla tedesca Lena Kramm.

In classe 3 maschile l’ucraino Vasyl Petruniv è stato rimontato e si è imposto alla “bella” (11-6, 11-1, 7-11, 5-11, 11-7) sullo spagnolo Roberto Eder Rodriguez, con il coreano Baek Youngbok e il francese Stephane Gil-Martins bronzo.

In classe 4 il coreano Kim  Jung-Gil, in una finale con set lunghissimi (17-15, 15-17, 13-11, 11-9) si è affermato sull’egiziano Mohamed Sameh Eid Saleh. Bronzo per lo slovacco Boris Travnicek e il giapponese Genki Saito.

In classe 5 il 22enne tedesco Valentin Baus, iridato in carica, ha superato per 3-1 (11-9, 11-5, 9-11, 11-8) l’esperto serbo Mitar Palikuca. Terzi l’argentino Elias Isaac Esteban Romero e l’egiziano Ehab Fetir.

Campione di classe 6 si è laureato il romeno Bobi Simion, per 3-1 (4-11, 11-5, 11-5, 11-5) sul britannico Paul Arif Karabardak. Terzi l’altro britannico David Paul Wetherill e lo svizzero Valentin Kneuss.

Oro in classe 7 all’ucraino Maksym Nikolenko, che ha costretto all’argento per 3-1 (8-11, 11-7, 11-8, 11-9) il britannico William Bayley. Bronzo al collo dell’egiziano Mohamed Ahmed Sayed e dell’ucraino Mykhaylo Popov.

In classe 8 si è assistito al derby ucraino, in cui Viktor Didukh ha rispettato il pronostico con il 3-1 (11-7, 11-7, 11-13, 13-11) sul connazionale Ivan Mai. Tutto britannico il terzo gradino, su cui sono saliti Ross Wilson e Aaron Mc Kibbin.

In classe 10 il britannico Kim Daybell ha regolato in finale per 3-0 (11-7, 11-5, 11-3) il tedesco Lion Bauer. Terzi l’ucraino Serhii Boiko e il sudafricano Theo Cogill.