Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Giada Rossi a Messina con lo staff del progettoOggi scatterà il primo incontro del seminario “Training Module - Sport e Disabilità”,  inserito nel progetto europeo "Change Your Mindset-Sport4Everyone".

Con l’obiettivo di aumentare il coinvolgimento in attività sportive e ricreative dei giovani tra i 15-29 anni con disabilità, la serie d’incontri parte proprio dal confronto con i giovani stessi e le loro famiglie oggi al Centro Nemo Sud di Messina.

Alle 16 ad accogliere gli ospiti al primo piano pad. B del Policlinico di Messina, ci sarà anche Giada Rossi, la medaglia di bronzo paralimpico di Rio e campionessa del mondo a squadre in carica di tennis tavolo che per tutti  e tre i giorni porterà la sua straordinaria testimonianza di vita.

A fare gli onori di casa, i vertici del Policlinico “G. Martino” e il professor  Giuseppe Vita, responsabile scientifico del Centro Nemo Sud di Messina. «È scontato sottolineare come lo sport possa essere una terapia complementare anche per malattie neurodegenerative, come quelle delle quali si occupa il nostro centro, - afferma Vita - . Noi stessi possiamo dare un consiglio su quale disciplina il giovane, il disabile in genere, possa praticare. E anche in Sicilia abbiamo un bell’esempio con Giusi Barraco, diventata campionessa italiana di nuoto, grazie alla sua straordinaria forza di volontà».

Oggi alla prima delle tre giornate dedicate a sport e disabilità parteciperanno anche la dott.ssa Daniela Lauro, vicepresidente Fondazione Aurora Onlus e presidente nazionale di Famiglie SMA, e Gaspare Majelli, vicepresidente nazionale della Fisdir, Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivi e Relazionali.

Sono previsti anche gli interventi degli esperti Biagio Cuffari, medico sportivo, e Corrado Randazzo, psicologo, oltre a quelli introduttivi sul progetto di inclusione attiva nello sport per i disabili di Alessandro Arcigli, delegato provinciale del Coni, e Fabio Chillemi, delegato del Comitato Paralimpico di Messina.  

I prossimi appuntamenti saranno domani, alle 10 all’IIS Verona Trento, con l’incontro con gli insegnanti di Educazione motoria del territorio e con un gruppo di studenti, e sabato, alle 10  all'Ordine dei Medici della provincia di Messina  (via Bergamo 268), per il meeting con i medici di famiglia.

L’Ufficio Stampa

Domenico Bertè