Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

2016 11 30 20.55.01Nella Sala Giunta del Comune di Messina, domani alle 10,30, si terrà la conferenza stampa di presentazione degli incontri previsti per la tre giorni del seminario “Training Module - Sport e Disabilità”,  inserito nel progetto europeo "Change Your Mindset-Sport4Everyone".

A presentare gli appuntamenti previsti dal primo al tre febbraio, saranno il sindaco Renato Accorinti, l’assessore allo sport Sebastiano Pino, il delegato del Coni di Messina Alessandro Arcigli, il presidente regionale del Comitato Italiano Paralimpico Paolo Puglisi e il delegato provinciale del Comitato italiano Paralimpico Fabio Chillemi, il prof. Giuseppe Vita, responsabile scientifico del Centro Nemo Sud di Messina, la prof. Simonetta Di Prima, dirigente scolastico dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Verona Trento” e il consigliere dell’ordine dei Medici Angela Silvestro.

Ospite d'eccezione sarà la pongista Giada Rossi (nella foto con il direttore tecnico Arcigli), medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Rio 2016 e campionessa mondiale a squadre 2017, uno dei simboli dello sport paralimpico azzurro.

Il seminario, grazie al contributo di alcuni esperti del settore, approfondirà i temi dei benefici, in termini di inclusione sociale e salute, della pratica sportiva per i giovani con disabilità.

Il programma dei lavori prevede giovedì 1° febbraio, alle ore 16 al Centro Nemo ( pad. B primo piano del Policlinico di Messina), l’incontro con i disabili e le loro famiglie, venerdì 2, alle ore 10 all’IIS Verona Trento, quello con gli insegnanti di Scienze Motorie del territorio e infine sabato 3, alle ore 10  all'Ordine dei Medici della provincia di Messina  (via Bergamo 268), quello con i medici di famiglia.

In tutti gli appuntamenti ci saranno le relazioni dei quattro esperti Biagio Cuffari, medico sportivo, Giuseppe Frisone, fisioterapista, Corrado Randazzo, psicologo, e Roberto Casella, kinesiologo, sui benefici della pratica sportiva per i disabili.

Il progetto sta mettendo insieme 8 partners di 7 Paesi europei: le Federazioni Italiana a Austriaca di Tennistavolo, i Comitati Paralimpici di Slovenia, Macedonia, Montenegro e Serbia, l'Organizzazione sociale civile ECHO Croazia e la Federazione Sportiva Zagabria per persone con disabilità, che è il coordinatore dell'iniziativa.