Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Podio doppio misto di quarta categoia 2018Il doppio misto dei Campionati Italiani di quarta categoria ha sorriso a Matteo Pecchi (Tennistavolo Villa d'Oro Modena) e a Sofia Valotto (Polisportiva Treviso). Al PalaTennistavolo "Aldo De Santis" erano le teste di serie numero 1 e hanno conquistato il titolo, battendo in finale per 3-1 (13-11, 6-11, 11-8, 11-9) i numeri 2 Alessio Dell'Erba e Teresa D'Ercole (Tennistavolo Città dei Sassi).

 La medaglia di bronzo è andata al collo di Andrea Giai (Tennistavolo Torino) a Chiara Zanetta (Regaldi Novara), sconfitti in semifinale per 3-0 (9-11, 11-13, 9-11) da Pecchi e Valotto, e dei numeri 3 Antonio Giordano e Celeste Leogrande (Tennistavolo Ennio Cristofaro), i campioni uscenti che sono stati superati per 3-1 (5-11, 11-8, 8-11, 9-11) da Dell'Erba e D'Ercole (la foto del podio è di Marta Moratti).

I vincitori, dopo il 3-0 (11-6, 11-8, 11-4) nei sedicesimi su Simone Leonardis (Usd Villa Romanò) e Federica Torcello (Tennistavolo Olgiate Olona) e il 3-0 (11-6, 11-9, 14-12) negli ottavi su Dario Di Maggio e Arianna Spoladore (La Perla Star Tennistavolo), nei quarti hanno rischiato e sono riusciti a prevalere su Luigi Vallome e Letizia Giolitti (A4 Verzuolo) solo ai vantaggi del quinto set (10-12, 11-4, 11-8, 9-11, 12-10).

Dell'Erba e D'Ercole, per guadagnarsi l'accesso al match decisivo, hanno avuto la meglio nell'ordine per 3-1 (11-5, 8-11, 12-10, 11-9) su Edoardo Santucci (TT Aquile Azzurre Milano) e Susanna Caimi (Polisportiva San Giorgio Limito), per 3-0 (11-7, 11-6, 11-5) su Massimiliano Persico ed Eliana Comune (Sant'Espedito) e per 3-1 (11-7, 11-13, 11-4, 11-6) su Marco Sarigu (Marcozzi Cagliari) e Rossana Antonella Ferciug (Quattro Mori Cagliari).